Fino al 31 agosto – Fior di Loto – Villa Taranto (VCO)

venerdì 7 luglio 2017
mappa villa taranto

mappa villa taranto

I giardini di Villa Taranto, situati a Verbania, tra Intra e Pallanza, sono conosciuti in tutto il mondo per la loro bellezza e per la ricchezza di specie floreali che ospitano. Risultato della laboriosa elaborazione intrapresa dal Capitano Mc Eacharn nel 1931, questi giardini dalle mille sfumature cromatiche e dai mille inebrianti profumi regalano da marzo a novembre meravigliose scenografie floreali ai visitatori.

Lo stile è fondamentalmente inglese, anche se non mancano ispirazioni italiane come statue, fontane, specchi d’acqua, terrazzi, cascate ovvero tutti quegli ornamenti che contribuiscono a donare un ulteriore alone magico a questo autentico Eden terrestre, una sorta di tempio sacro della natura.

Rappresenta uno dei giardini botanici più importanti del mondo con migliaia di specie di piante e fiori provenienti da ogni luogo ed armoniosamente distribuite sopra un’area di circa 16 ettari, attraversata da 7 km di viali. Impossibile, anche solo sommariamente, rendere l’idea della ricchezza di colori, profumi ed emozioni: eucalipti, azalee, rododendri, magnolie, michelie, aceri, camelie, dalie, tulipani, fiori di loto, eriche, astri nani, ortensie, numerose piante tropicali (tra cui la Victoria cruziana), esemplari rari come la Dicksonia antartica e la Davidia involucrata).

Villa Taranto

Villa Taranto da giugno ad agosto, sarà possibile assistere alla fioritura degli inconsueti fiori d’acqua nella zona della cappella e la parte alta del giardino: le magnifiche ninfee, originarie dell’Asia, ormai diffuse in tutto il mondo, le Director Moore, con il loro caratteristico colore blu venato di porpora, e le ninfee Lotus, che fin dall’antichità popolavano gli stagni della valle del Nilo ed erano per gli antichi egizi esempio simbolo di immortalità. La Nymphaea Lotus fu anche, nella Grecia Antica, simbolo di innocenza e di modestia. In alcune parti dell’Africa e dell’India questa pianta viene utilizzata come alimento. Un altro fiore d’acqua presente è il fiore di Loto, anche chiamato Nelumbo, caratterizzato da grandi e vistosi fiori, conosciuto come Loto Sacro utilizzato nella medicina cinese, in quella Ayurveda e nella cucina asiatica. Inoltre è considerato un fiore sacro per il suo simbolismo nel Buddhismo e nell’Induismo. Il giardino è aperto a dalle 8.30 alle 18.30.

Per maggiori informazioni