Tutte le news – Cisl Piemonte https://www.cislpiemonte.it Confederazione Italiana Sindacati Lavoratori Piemonte Fri, 30 Jul 2021 12:45:41 +0000 it-IT hourly 1 https://wordpress.org/?v=4.8.17 Dossier Piemonte, oggi vertice a Palazzo Chigi https://www.cislpiemonte.it/dossier-piemonte-a-palazzo-chigi/ Tue, 27 Jul 2021 08:11:12 +0000 https://www.cislpiemonte.it/?p=14684 Incontro a Roma tra il premier Draghi, il presidente della Regione Piemonte Cirio e la sindaca di Torino Appendino. Al centro del confronto le preoccupazioni e le richieste del territorio dopo l’assegnazione della gigafactory di Stellantis a Termoli. “Egregio Presidente, come rappresentanti delle Istituzioni, del mondo imprenditoriale, delle organizzazioni sindacali dei lavoratori e della società... Mostra articolo

L'articolo Dossier Piemonte, oggi vertice a Palazzo Chigi sembra essere il primo su Cisl Piemonte.

]]>
Incontro a Roma tra il premier Draghi, il presidente della Regione Piemonte Cirio e la sindaca di Torino Appendino. Al centro del confronto le preoccupazioni e le richieste del territorio dopo l’assegnazione della gigafactory di Stellantis a Termoli.

“Egregio Presidente, come rappresentanti delle Istituzioni, del mondo imprenditoriale, delle organizzazioni sindacali dei lavoratori e della società civile di Torino e del Piemonte, prendendo spunto dalla recente decisione sulla localizzazione della futura Gigafactory di Stellantis, chiediamo la Sua disponibilità a un incontro per confrontarci sui presupposti e le azioni necessarie ad una rapida ripartenza economica del nostro territorio”.
Inizia così la lettera congiunta di 13 rappresentanti di istituzioni, sindacati e imprese torinesi e piemontesi indirizzata al premier Mario Draghi all’indomani dell’assegnazione della gigafactory di Stellantis a Termoli. Tra i firmatari della lettera al premier Draghi ci sono anche i segretari generali di Cisl Piemonte e Fim Torino-Canavese, Alessio Ferraris e Davide Provenzano.
La missiva di istituzioni, imprese e sindacati locali esprime tutte le preoccupazioni del capoluogo – dichiarato area di crisi complessa per le tante chiusure aziendali degli ultimi anni e la conseguente perdita di migliaia di posti di lavoro – e della regione che si trova a fronteggiare una situazione di incertezza, in modo particolare nel settore dell’automotive.
La risposta del presidente del Consiglio non si è fatta attendere e nel giro di pochi giorni ha fatto partire la convocazione a Palazzo Chigi. A questo primo incontro, che si svolgerà oggi pomeriggio, saranno presenti solo il presidente della Regione, Alberto Cirio, e la sindaca di Torino, Chiara Appendino. Il premier ha promesso al governatore piemontese che a ottobre, dopo le elezioni amministrative, sarà sotto la Mole per incontrare i vertici delle associazioni imprenditoriali e dei sindacati.
E proprio in vista del vertice a Palazzo Chigi, Cirio e Appendino hanno promosso una riunione in videoconferenza con gli altri rappresentanti del mondo imprenditoriale e delle organizzazioni sindacali per raccogliere le diverse istanze. Un giro di voci per mettere a punto, in un dossier condiviso, le richieste di Torino e del Piemonte al premier. Insieme ai temi dell’aerospazio, dell’idrogeno e dell’intelligenza artificiale, c’è quello dell’automotive, settore che potrebbe pagare il prezzo più alto della transizione ecologica, con la scomparsa di aziende e posti di lavoro. In Piemonte operano circa 750 imprese dell’indotto auto, il 35% del comparto nazionale, con oltre 70 mila occupati tra lavoratori diretti e indiretti e un fatturato che prima della pandemia era di 50 miliardi di euro (il 40% di tutta la componentistica italiana).
“L’attrattività della nostra regione – spiega il segretario generale Cisl Piemonte, Alessio Ferraris – dipenderà da come realizzeremo la progettualità prevista dal nostro Pnrr, ma la tenuta occupazionale è certamente legata al futuro dell’automotive in Piemonte. Il Governo si deve impegnare a concludere positivamente, anche in Senato, l’iter del decreto 73 del 25 maggio 2021 che prevede l’istituzione della Fondazione del Centro Italiano di ricerca per l’automotive. Così come è importante mantenere a Torino il Centro Nazionale per l’intelligenza artificiale”.
Per il segretario generale della Fim Cisl, Davide Provenzano: “L’auto e l’aerospazio sono due settori imprescindibili per Torino e il Piemonte. Serve rifinanziare il Fondo nuove competenze poiché è stato uno strumento di politiche attive molto utile nella transizione attuale. A Draghi chiediamo una forte azione, anche con i fondi del Pnrr, per fermare il lento declino del territorio a cui stiamo assistendo. Servono strumenti innovativi perché la crisi non può essere scaricata solo sui lavoratori”. (Da Conquiste del Lavoro del 27 luglio 2021)
Rocco Zagaria

L'articolo Dossier Piemonte, oggi vertice a Palazzo Chigi sembra essere il primo su Cisl Piemonte.

]]>
Cisl Piemonte a congresso il 28 e 29 marzo 2022 https://www.cislpiemonte.it/cisl-piemonte-congresso-28-29-marzo-2022/ Mon, 26 Jul 2021 15:21:45 +0000 https://www.cislpiemonte.it/?p=14657 Il XIII Congresso della Cisl Piemonte si svolgerà a Torino il 28 e 29 marzo 2022. Lo ha deliberato il Consiglio generale della Usr Cisl Piemonte riunito questa mattina in videoconferenza, alla presenza del segretario generale Cisl Piemonte Alessio Ferraris, della segreteria USR al completo e della segretaria confederale Cisl, Daniela Fumarola. Il calendario dei... Mostra articolo

L'articolo Cisl Piemonte a congresso il 28 e 29 marzo 2022 sembra essere il primo su Cisl Piemonte.

]]>
Il XIII Congresso della Cisl Piemonte si svolgerà a Torino il 28 e 29 marzo 2022. Lo ha deliberato il Consiglio generale della Usr Cisl Piemonte riunito questa mattina in videoconferenza, alla presenza del segretario generale Cisl Piemonte Alessio Ferraris, della segreteria USR al completo e della segretaria confederale Cisl, Daniela Fumarola. Il calendario dei congressi, approvato dal parlamentino regionale Cisl, prevede lo svolgimento delle assemblee congressuali nei luoghi di lavoro e/o leghe e/o Rls entro il 15 novembre 2021; i congressi delle categorie territoriali entro il 20 dicembre 2021; delle categorie regionali entro il 31 gennaio 2022 e i congressi delle Unioni Territoriali entro il 28 febbraio 2022. Nella riunione sono stati inoltre approvati i regolamenti per le elezioni delle delegate e dei delegati e per lo svolgimento del XIII Congresso Usr-Cisl Piemonte. E’ stata inoltre nominata la Commissione Congressuale Statuto composta dal Presidente Bruna Tomasi Cont (Cisl Piemonte), Vicepresidente Franca Biestro (Fnp Cisl Piemonte) e dai Componenti Iginio Maletti (Cisl Piemonte Orientale), Tiziana Mascarello (Cisl Cuneo), Tino Camerano (Fim Piemonte) e Maria Grazia Penna (Cisl Scuola Piemonte).

Nella sua relazione introduttiva, oltre all’importanza dell’avvio congressuale, il segretario generale Cisl Piemonte, Alessio Ferraris, ha sottolineato la necessità di proseguire con il metodo di dialogo continuo con il governo su temi di assoluta rilevanza come la riforma degli ammortizzatori sociali, del fisco e della previdenza. ” In Piemonte – ha detto Ferraris – continua il nostro pressing sulla Giunta regionale rispetto alle politiche socio-sanitarie e l’applicazione del Pnrr. Sul versante economico e dell’occupazione, la regione cresce poco rispetto ad altre realtà del Paese. Nonostante un saldo attivo di oltre 19 mila unità, preoccupa il fatto che il 97% delle nuove assunzioni siano a tempo determinato”. Anche su Stellantis si sta giocando una partita delicata e decisiva. La convocazione di domani a Roma del presidente Cirio e della sindaca Appendino sul dossier Torino-Piemonte, messo a punto da istituzioni, imprese e sindacati locali (tra cui la Cisl Piemonte e la Fim Torino-Canavese) è solo il primo tempo. “A ottobre – conclude Ferraris –  quando il premier Draghi sarà sotto la Mole per incontraci giocheremo il secondo tempo, e se necessario anche i supplementari, per portare a casa risultati importanti nei settori dell’automotive, dell’aeropazio e dell’idrogeno e dell’intelligenza artificiale che deve avere la sua sede italiana a Torino”.

Per la segretaria confederale della Cisl, con delega all’organizzazione, Daniela Fumarola, che ha concluso i lavori del Consiglio generale della Cisl piemontese: “Nei prossimi anni anche noi della Cisl contribuiremo alla ricostruzione del Paese. Le tesi confederali per il dibattito congressuale ci aiuteranno a mettere in campo le migliori idee per il necessario cambio di passo”. Nell’annunciare lo svolgimento del congresso della Cisl confederale dal 25 al 28 maggio, alla Fiera di Roma, Fumarola ha ricordato le mobilitazioni del sindacato confederale che hanno portato all’accordo del 29 giugno scorso. La segretaria confederale ha parlato anche del tragico evento di Biandrate, alle porte di Novara, dove ha perso la vita il sindacalista Adil Belakdim, che ha scosso le coscienze di tutti. “Ci aspettano mesi e anni impegnativi – ha detto Fumarola – perché c’è troppa frammentazione nel mercato del lavoro e non possiamo consegnarci a una vita di ammortizzatori sociali. Dobbiamo colmare l’assenza di politiche industriali e dare prospettiva e un futuro ai tanti lavoratori che temono di perdere il loro posto di lavoro. In autunno saremo impegnati su molti fronti aperti a partire dalla riforma degli ammortizzatori sociali. C’è la necessità di rafforzare il nostro welfare che è stato indebolito e reso più fragile dalla pandemia. Uniti e forti possiamo fare al meglio la nostra parte”.

Rocco Zagaria     

L'articolo Cisl Piemonte a congresso il 28 e 29 marzo 2022 sembra essere il primo su Cisl Piemonte.

]]>
Piano Scuola Sicura in Piemonte, percorso a ostacoli https://www.cislpiemonte.it/piano-scuola-sicura-in-piemonte/ Mon, 26 Jul 2021 13:15:25 +0000 https://www.cislpiemonte.it/?p=14650 In occasione della presentazione del Piano Scuola Sicura, abbiamo avuto la conferma dell’adesione elevata alla campagna vaccinale da parte del personale della scuola piemontese, stime che la Regione Piemonte ha ritenuto di anticipare alle organizzazioni sindacali nei giorni scorsi: dati che smentiscono tutte le speculazioni fatte negli ultimi giorni sul personale della scuola. La presentazione... Mostra articolo

L'articolo Piano Scuola Sicura in Piemonte, percorso a ostacoli sembra essere il primo su Cisl Piemonte.

]]>
In occasione della presentazione del Piano Scuola Sicura, abbiamo avuto la conferma dell’adesione elevata alla campagna vaccinale da parte del personale della scuola piemontese, stime che la Regione Piemonte ha ritenuto di anticipare alle organizzazioni sindacali nei giorni scorsi: dati che smentiscono tutte le speculazioni fatte negli ultimi giorni sul personale della scuola. La presentazione del Piano Scuola sicura da parte della Regione Piemonte al Generale Figliuolo è una parte di percorso che ci è stato illustrato. In quell’occasione abbiamo affermato due principi imprescindibili e irrinunciabili:

  • che la tutela della salute e della sicurezza per chi lavora e per le allieve e gli allievi debba essere garantita allo stesso modo e in ogni sede nel territorio regionale.
  • che tale diritto non può essere assolto ad alternanza variabile e che quindi ogni azione e programma devono avere continuità precisa e definita.

Nel merito della campagna vaccinale e delle procedure di screening e contact tracing riteniamo opportuno:

  • agire preventivamente con un’ampia, capillare, chiara e diretta campagna di informazione e sensibilizzazione presso le famiglie, le/ i ragazze/i over dodicenni e il personale scolastico.
  • operare in coordinamento con tutte le strutture regionali al fine di attuare tutte le strategie necessarie per facilitare la vaccinazione del personale e delle persone non ancora vaccinate.

È fondamentale considerare in tutti gli aspetti il tema del diritto allo studio e, in particolare, abbiamo segnalato le difficoltà per le scuole in aree a rischio e la necessità di supporti organizzative e anche economici ai nuclei familiari più deboli. È indispensabile investire risorse finanziarie e mettere a disposizione altro personale, prevedendo nelle scuole un aumento mirato per personale con mansioni tecniche di supporto e dare la garanzia del miglior funzionamento ad ogni singola scuola perché l’avvio sereno di anno scolastico il primo settembre non resti soltanto la propaganda di un bell’intento.

Dichiarazione Luisa Limone – Segretaria Generale FLC CGIL PIEMONTE: “A settembre a scuola in presenza e in sicurezza: la strada in costanza perseguita con competenza e responsabilità dal personale e dai docenti. Più risorse, più organico e meno alunni per classe, comunicazione efficace e risposte mirate a ciascuna scuola per battere il contagio con strategia, saperi e con concretezza, genitori, allieve/i, comunità intera”.

Dichiarazione M. Grazia Penna – Segretaria Generale CISL SCUOLA PIEMONTE: “Il personale della scuola e della formazione professionale ha affrontato l’emergenza COVID con professionalità, grande impegno e senso di responsabilità sia con la presenza costante, anche attraverso la DDI, nei confronti delle studentesse e degli studenti, sia con l’adesione significativa alla campagna vaccinale. La scuola in presenza è uno dei punti saldi da cui partire e ripartire.”

Dichiarazione Diego Meli – Segretario Generale UIL SCUOLA PIEMONTE: “Tracciabilità permanente, aumento dei trasporti pubblici con mezzi dedicati con stewards a bordo, diminuzione alunni per classi, aumento del personale Docente e ATA e l’istituzione di “figure specifiche” presso le istituzioni scolastiche, solo così possiamo vincere la scommessa che la scuola riparta e resti in presenza.”

 

 

L'articolo Piano Scuola Sicura in Piemonte, percorso a ostacoli sembra essere il primo su Cisl Piemonte.

]]>
Perché diciamo no ad Azienda Zero https://www.cislpiemonte.it/perche-diciamo-no-ad-azienda-zero/ Fri, 23 Jul 2021 14:48:44 +0000 https://www.cislpiemonte.it/?p=14644 Cgil-Cisl-Uil/ Fp Cgil-Cisl Fp-Uil Fpl/ Fp Cgil Medici-Cisl Medici-Uil Fpl Medici contro il disegno di legge della Regione che istituisce Azienda Zero.  La pervicacia della Regione Piemonte nel portare avanti il disegno di legge per istituire l’Azienda Zero è per noi del tutto incomprensibile. Abbiamo sostenuto, in questi mesi di confronto serrato, sia con i... Mostra articolo

L'articolo Perché diciamo no ad Azienda Zero sembra essere il primo su Cisl Piemonte.

]]>
Cgil-Cisl-Uil/ Fp Cgil-Cisl Fp-Uil Fpl/ Fp Cgil Medici-Cisl Medici-Uil Fpl Medici contro il disegno di legge della Regione che istituisce Azienda Zero. 

La pervicacia della Regione Piemonte nel portare avanti il disegno di legge per istituire l’Azienda Zero è per noi del tutto incomprensibile. Abbiamo sostenuto, in questi mesi di confronto serrato, sia con i vertici regionali che con la politica quella che è la nostra posizione:

Punto primo

Il momento è del tutto inopportuno. L’emergenza sanitaria ancora in corso e la campagna vaccinale di proporzioni straordinarie che sta impegnando il personale devono essere le priorità della Regione Piemonte al fine di garantire la salute dei cittadini, nonché il bisogno di ripristino delle attività ordinarie delle aziende sanitarie regionali e il necessario abbattimento delle liste di attesa createsi per effetto della pandemia.

Far coesistere questa imprescindibile programmazione sanitaria con l’istituzione di una nuova Azienda appare del tutto incomprensibile.

Punto secondo

 La Regione Piemonte inserisce l’Azienda Zero nel servizio sanitario regionale, senza predisporre preventivamente il piano socio-sanitario e senza revisionare né la rete territoriale, né la rete ospedaliera.

E’ una strategia che evidenzia una grave mancanza politica di visione d’insieme, pertanto fallimentare.

Punto terzo

 L’Azienda Zero, così come prevista, risulta essere totalmente in contraddizione con il principio di rafforzamento del territorio e l’implementazione dei servizi di prossimità e capillarità che rispondono ai bisogni di salute di ogni singola comunità (concetto espresso anche nel PNRR).

Di fatto, centralizza una parte importante dei servizi e in alcuni ambiti si sovrappone a funzioni già gestite regionalmente, determinando un’inutile duplicazione delle stesse.

Punto quarto

 L’Azienda Zero, così come prevista, pur essendo pensata come una struttura tecnica ad impronta manageriale, esercita nei fatti anche un ruolo strategico di programmazione sanitaria, determinando lo svuotamento di competenze dirette degli Assessorati alla Sanità, delle Politiche Sociali e delle Direzioni strategiche delle aziende sanitarie, oltre al rischio di incremento dei costi di gestione.

Punto quinto

L’Azienda Zero nasce come una scatola vuota, ovvero senza alcuna dotazione organica.

Vogliamo essere chiari e netti: il personale attualmente in servizio presso le AA.SS.RR non si tocca e non si sposta.

E’ oggettivo che in questi anni gli organici delle aziende sono stati costantemente impoveriti di tutti  i profili professionali e che c’è l’estrema necessità di rafforzarli e non di ridurli ulteriormente. L’efficienza e l’efficacia del nostro SSR si poggia sulla professionalità e abnegazione delle lavoratrici e dei lavoratori di tutti i ruoli e di tutte le sedi, dall’ospedale al territorio, fino alle centrali operative e di emergenza territoriale 118.

Non servono modifiche, servono assunzioni straordinarie.

In conclusione

 Siamo consapevoli che il sistema sanitario e socio sanitario piemontese necessiti di una oculata revisione del proprio assetto, come la tragedia del Covid 19 ha ampiamente dimostrato durante quest’ultimo anno, ma non può essere l’Azienda Zero la strategia idonea.

La fragilità della rete di medicina territoriale è stata duramente pagata dai cittadini durante la fase pandemica e ha prodotto un blocco delle prestazioni ospedaliere che si è tradotta in esasperanti liste d’attesa che minano la possibilità di diagnosi e di cura in tempi appropriati.

PER TUTTI I MOTIVI SOPRA ESPOSTI DICIAMO NO AD AZIENDA ZERO, rimanendo nel contempo disponibili al confronto su tutte le proposte che tendano a perseguire un reale ed efficace miglioramento del sistema sanitario e socio assistenziale piemontese.

 

CGIL PIEMONTE

Danila BOTTA

CISL PIEMONTE Luca CARETTI UIL PIEMONTE

Francesco LO GRASSO

FP CGIL PIEMONTE

Massimo ESPOSTO

CISL FP PIEMONTE

Alessandro BERTAINA

UIL FPL PIEMONTE

Antonio DI CAPUA

FP CGIL MEDICI e DIRIGENTI SSN CISL MEDICI UIL FPL MEDICI
Clara Lisa PERONI Germano GIORDANO Emiliano MAZZOLI

 

L'articolo Perché diciamo no ad Azienda Zero sembra essere il primo su Cisl Piemonte.

]]>
L’ultimo saluto della Cisl a Gigi Bonfanti nella Chiesa di San Bernardo a Parma https://www.cislpiemonte.it/lultimo-saluto-della-cisl-gigi-bonfanti/ Fri, 23 Jul 2021 10:15:15 +0000 https://www.cislpiemonte.it/?p=14633 La cerimonia di commiato a Gigi Bonfanti, che si è tenuta nella giornata di ieri, 22 luglio, presso la Chiesa di San Bernardo in Parma. https://www.pensionati.cisl.it/articolo-1946/piero-ragazzini-a-gigi-il-saluto-di-un-amico/  

L'articolo L’ultimo saluto della Cisl a Gigi Bonfanti nella Chiesa di San Bernardo a Parma sembra essere il primo su Cisl Piemonte.

]]>
La cerimonia di commiato a Gigi Bonfanti, che si è tenuta nella giornata di ieri, 22 luglio, presso la Chiesa di San Bernardo in Parma.

https://www.pensionati.cisl.it/articolo-1946/piero-ragazzini-a-gigi-il-saluto-di-un-amico/

 

L'articolo L’ultimo saluto della Cisl a Gigi Bonfanti nella Chiesa di San Bernardo a Parma sembra essere il primo su Cisl Piemonte.

]]>
Addio a Gigi Bonfanti ex leader dei pensionati Cisl https://www.cislpiemonte.it/addio-gigi-bonfanti/ Tue, 20 Jul 2021 09:21:39 +0000 https://www.cislpiemonte.it/?p=14615 Sbarra: “Una persona stupenda, un sindacalista saggio, equilibrato, responsabile”. Ragazzini: “Una guida, un faro un amico”. Ferraris “Una grave perdita per tutta la Cisl”  “Ci ha lasciati improvvisamente l’amico Gigi Bonfanti per tanti anni Segretario Confederale e Segretario Generale della Fnp Cisl. Era una persona davvero stupenda, un sindacalista saggio, equilibrato, responsabile. Tutta la Cisl... Mostra articolo

L'articolo Addio a Gigi Bonfanti ex leader dei pensionati Cisl sembra essere il primo su Cisl Piemonte.

]]>

Sbarra: “Una persona stupenda, un sindacalista saggio, equilibrato, responsabile”. Ragazzini: “Una guida, un faro un amico”. Ferraris “Una grave perdita per tutta la Cisl”

 “Ci ha lasciati improvvisamente l’amico Gigi Bonfanti per tanti anni Segretario Confederale e Segretario Generale della Fnp Cisl. Era una persona davvero stupenda, un sindacalista saggio, equilibrato, responsabile. Tutta la Cisl esprime sentimenti di profondo cordoglio e vicinanza alla sua famiglia”. Lo scrive stamattina su twitter il Segretario Generale della Cisl, Luigi Sbarra, annunciando la morte del sindacalista. Gigi Bonfanti, emiliano di Parma, medico, aveva ricoperto per tanti anni ruoli importanti nella Confederazione di Via Po. Dopo aver guidato la Cisl Medici negli anni ottanta, aveva ricoperto il ruolo di Segretario Generale della Federazione del Pubblico impiego della Cisl e successivamente era stato nominato Segretario Confederale della Cisl. Dall’ottobre del 2009 Bonfanti aveva guidato la Federazione nazionale dei pensionati, incarico che ha mantenuto fino a febbraio 2020. Per il segretario generale della Fnp Piero Ragazzini “Gigi Bonfanti è stato una guida, un faro, un amico per la Fnp e per l’intera Cisl. Questa notizia ci lascia senza parole. Ci mancheranno i suoi sorrisi, i suoi insegnamenti, il suo affetto, ma in ogni giorno della nostra vita sarà sempre con noi. Grazie di tutto, Gigi!”. “La notizia della scomparsa di Bonfanti – ha detto il segretario generale della Cisl Piemonte – ci addolora profondamente. Tutta la Cisl regionale si stringe intorno alla famiglia del sindacalista e a tutta l’organizzazione per questa grave perdita”.

L'articolo Addio a Gigi Bonfanti ex leader dei pensionati Cisl sembra essere il primo su Cisl Piemonte.

]]>
Il docufilm “Siamo qui da vent’anni” ha vinto il premio “Sguardi” al Festival delle Migrazioni in programma a Torino dal 21 al 26 settembre 2021 https://www.cislpiemonte.it/docufilm-ventanni-vinto-premio-sguardi-al-festival-delle-migrazioni-programma-torino-dal-21-al-26-settembre-2021/ Fri, 16 Jul 2021 10:50:04 +0000 https://www.cislpiemonte.it/?p=14609 Il Festival delle Migrazioni torna a Torino per la sua III edizione, a partire dall’evento inaugurale previsto per martedì 21 settembre fino al 26 settembre 2021. Il programma verrà annunciato nelle prossime settimane. Durante le giornate del festival verranno presentate le opere vincitrici di Sguardi, la call lanciata a febbraio 2021 rivolta ai giovani under 35 per... Mostra articolo

L'articolo Il docufilm “Siamo qui da vent’anni” ha vinto il premio “Sguardi” al Festival delle Migrazioni in programma a Torino dal 21 al 26 settembre 2021 sembra essere il primo su Cisl Piemonte.

]]>
Il Festival delle Migrazioni torna a Torino per la sua III edizione, a partire dall’evento inaugurale previsto per martedì 21 settembre fino al 26 settembre 2021. Il programma verrà annunciato nelle prossime settimane. Durante le giornate del festival verranno presentate le opere vincitrici di Sguardi, la call lanciata a febbraio 2021 rivolta ai giovani under 35 per raccontare il fenomeno migratorio sul territorio della città di Torino e del Piemonte. Oltre 60 i progetti pervenuti, che hanno restituito visioni e racconti anche poco esplorati della città migrante, attraverso forme artistiche diverse. Tra i vincitori c’è il docufilm “Siamo qui da vent’anni” di Sandro Bozzolo prodotto da Anolf Cuneo e Fai Cisl nazionale.

L'articolo Il docufilm “Siamo qui da vent’anni” ha vinto il premio “Sguardi” al Festival delle Migrazioni in programma a Torino dal 21 al 26 settembre 2021 sembra essere il primo su Cisl Piemonte.

]]>
Settore Pulizia e Multiservizi, finalmente c’è l’intesa sul rinnovo del contratto https://www.cislpiemonte.it/multiservizi-ce-lintesa-su-contratto/ Mon, 12 Jul 2021 14:13:18 +0000 https://www.cislpiemonte.it/?p=14593 L’intesa, che arriva ad oltre 8 anni dalla precedente scadenza, coinvolge in Piemonte circa 10mila addetti. Il 16 luglio si terrà l’attivo nazionale unitario delle delegate/delegati per poi avviare le assemblee in tutti i luoghi di lavoro Raggiunta l’intesa sul rinnovo del contratto nazionale applicato ai circa 600mila lavoratrici e lavoratori addetti delle imprese di pulizia,... Mostra articolo

L'articolo Settore Pulizia e Multiservizi, finalmente c’è l’intesa sul rinnovo del contratto sembra essere il primo su Cisl Piemonte.

]]>
L’intesa, che arriva ad oltre 8 anni dalla precedente scadenza, coinvolge in Piemonte circa 10mila addetti. Il 16 luglio si terrà l’attivo nazionale unitario delle delegate/delegati per poi avviare le assemblee in tutti i luoghi di lavoro

Raggiunta l’intesa sul rinnovo del contratto nazionale applicato ai circa 600mila lavoratrici e lavoratori addetti delle imprese di pulizia, servizi integrati/multiservizi, comparto che opera prevalentemente in regime di appalto e che durante la fase più acuta della pandemia si è distinto per la strategicità e per il senso di responsabilità degli addetti che hanno continuato a prestare la loro opera, spesso in condizioni di incertezza e non completa sicurezza. I sindacati di categoria Filcams Cgil, Fisascat Cisl e Uiltrasporti hanno espresso soddisfazione per la definizione dell’ipotesi di accordo, sottoscritta con le associazioni imprenditoriali di settore Anip Confindustria, Legacoop Produzione e Servizi, Confcooperative Lavoro e Servizi, Agci Servizi Lavoro e Unionservizi Confapi ad oltre 8 anni dalla precedente scadenza. Il nuovo contratto nazionale decorrerà da luglio 2021 e scadrà il 31 dicembre 2024.

L’aumento economico è di 120€ a regime per il 2° livello, con prima trance di 40€ a luglio 2021 e ultima trance di 10€ a luglio 2025, per una massa salariale complessiva pari a 3.430€ nel periodo di vigenza contrattuale. L’intesa inoltre prevede una soluzione innovativa volta a tutelare il reale potere di acquisto dei salari, nel caso in cui il contratto non fosse rinnovato, evitando così una perdita salariale per le lavoratrici e i lavoratori. Sulla parte normativa il rinnovo interviene su diversi istituti adeguando o integrando la precedente disciplina, in particolare: sul cambio appalto, implementando le informazioni e le comunicazioni tra azienda cessante e azienda subentrante e da dare alle organizzazioni sindacali; sul ricorso al contratto a tempo determinato e ai contratti di somministrazione il limite di utilizzo complessivo viene individuato nel 35%; viene demandata alla contrattazione di secondo livello la possibilità di sottoscrivere specifiche intese sul meccanismo della banca delle ore, da definire a livello aziendale con le Rsu/Rsa e le organizzazioni sindacali; sul contratto di lavoro a tempo parziale le Parti rivedono le modalità e i tempi per la presentazione alle Rsa/Rsu/organizzazioni sindacali dei dati sull’utilizzo del part-time, utili a realizzare un esame congiunto per consolidare le ore di supplementare prestate; sul trattamento di malattia non ci sono interventi sull’articolato normativo attuale. Sul tema delle assenze, che ha lungamente impegnato il confronto tra le Parti, viene istituita una Commissione paritetica, con il compito di definire con l’Inps una convenzione al fine di acquisire i dati relativi al fenomeno delle micro-assenze.

Molto importante è l’introduzione di un ampio articolato volto a contrastare le violenze e le molestie sessuali nei luoghi di lavoro, che impegna le parti a definire un Codice di Condotta/Linee Guida sulle misure da adottare. Inoltre, alle lavoratrici inserite nei percorsi di protezione relativi alla violenza di genere, è riconosciuto il diritto di astenersi dal lavoro con congedo retribuito per un periodo massimo di 90 giorni lavorativi, recependo e in coerenza con le previsioni normative, prorogabile per ulteriori 90 giorni lavorativi con diritto al pagamento di una indennità pari al 70% della retribuzione corrente.

“Nel contesto dato, il risultato ottenuto è importante e complessivamente positivo. Le mediazioni individuate – dichiarano i segretari generali di Filcams, Fisascat e Uiltrasporti: Maria Grazia Gabrielli, Davide Guarini e Claudio Tarlazzi – sono il frutto di una trattativa complessa, che si è riattivata e conclusa anche grazie all’impegno e alle mobilitazioni delle lavoratrici e dei lavoratori che non hanno mai fatto mancare il proprio sostegno. Una vertenza che ha scontato difficoltà e distanze ma che oggi, con la definizione dell’ipotesi di accordo, deve segnare un cambio di passo e provare a costituire una ripartenza del sistema di relazioni sindacali per affrontare i nodi e le priorità del settore che necessita di regole e norme che mettano al centro la sostenibilità economica e sociale del lavoro negli appalti. Obiettivi che vanno costruiti attraverso gli strumenti contrattuali e l’apertura di una interlocuzione con il Governo.” Nei prossimi giorni si terrà l’Attivo Unitario delle delegate e dei delegati e dalle prossime settimane l’ipotesi di accordo sarà sottoposta alla valutazione delle lavoratrici e dei lavoratori nelle assemblee.

“L’intesa  – commenta il segretario Fisascat Cisl Piemonte, Cristiano Montagnini – arriva  dopo lunghissimi anni e restituisce finalmente dignità alla lavoratrici e lavoratori del settore. Durante il periodo di pandemia si è riscoperto il valore che ricopre questo comparto, che opera in Piemonte nella stragrande maggioranza in regime di appalto, e soprattutto il fatto che le lavoratrici e i lavoratori sono finiti sotto i riflettori per l’importante lavoro svolto negli ospedali, nei presidi sanitari e nelle istituzioni pubbliche”. In regione l’intesa coinvolge circa 10mila addetti. Il 16 luglio si terrà l’attivo nazionale unitario delle delegate/delegati per poi avviare le assemblee in tutti i luoghi di lavoro.

L'articolo Settore Pulizia e Multiservizi, finalmente c’è l’intesa sul rinnovo del contratto sembra essere il primo su Cisl Piemonte.

]]>
Gigafactory di Stellantis: Istituzioni e Parti Sociali di Torino e Piemonte scrivono al premier Draghi https://www.cislpiemonte.it/gigafactory-lettera-a-draghi/ Mon, 12 Jul 2021 08:03:48 +0000 https://www.cislpiemonte.it/?p=14585 Torino, 11 luglio 2021 Al Presidente del Consiglio dei Ministri Prof. Mario Draghi   Egregio Presidente, come rappresentanti delle Istituzioni, del mondo imprenditoriale, delle organizzazioni sindacali dei lavoratori e della società civile di Torino e del Piemonte, prendendo spunto dalla recente decisione sulla localizzazione della futura Gigafactory di Stellantis, chiediamo la Sua disponibilità a un... Mostra articolo

L'articolo Gigafactory di Stellantis: Istituzioni e Parti Sociali di Torino e Piemonte scrivono al premier Draghi sembra essere il primo su Cisl Piemonte.

]]>
Torino, 11 luglio 2021

Al Presidente del Consiglio dei Ministri

Prof. Mario Draghi

 

Egregio Presidente,

come rappresentanti delle Istituzioni, del mondo imprenditoriale, delle organizzazioni sindacali dei lavoratori e della società civile di Torino e del Piemonte, prendendo spunto dalla recente decisione sulla localizzazione della futura Gigafactory di Stellantis, chiediamo la Sua disponibilità a un incontro per confrontarci sui presupposti e le azioni necessarie ad una rapida ripartenza economica del nostro territorio.

Come Lei certamente sa, è da molto tempo che invochiamo una politica industriale che sia in grado di valorizzare le grandi potenzialità, oltre che del nostro Paese, anche del Piemonte.

La nostra regione, in particolare, può contare su numerose eccellenze nei più svariati settori: dall’auto ai veicoli industriali, dall’aerospazio ai mezzi di produzione, dalla filiera agroalimentare al tessile fino al turismo, solo per citarne alcuni. Eccellenze che oggi, però, devono fronteggiare una situazione di incertezza, testimoniata dall’attivazione a Torino dell’Area di crisi complessa.

Il nostro territorio, grazie alle capacità delle sue imprese e delle sue persone, ha tutte le potenzialità per attrarre importanti investimenti italiani ed esteri anche da parte di grandi gruppi.

Noi dobbiamo crescere. Perché solo con la crescita si crea il lavoro. Questa è la nostra grande responsabilità, per cui è necessario condividere con urgenza un piano e un progetto di rilancio del nostro territorio, partendo dal sistema automotive e guardando alle produzioni e allo sviluppo delle nuove propulsioni che poggiano in primis sull’elettrico, ma senza dimenticare anche l’idrogeno.

Il nostro Paese sta ripartendo, gli ultimi dati lo testimoniano, e il Piemonte vuole ed è pronto a cogliere questa opportunità, che potrà contare anche sulle risorse finanziarie del Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza.

Confidiamo che la nostra richiesta di un incontro possa essere accolta.

 

Alberto Cirio

Presidente Regione Piemonte (documento firmato in originale)

Chiara Appendino

Sindaca Città di Torino (documento firmato in originale)

Marco Gay

Presidente Confindustria Piemonte (documento firmato in originale)

Filiberto Martinetto

Presidente Confapi Piemonte (documento firmato in originale)

Giorgio Marsiaj

Presidente Unione Industriale Torino (documento firmato in originale)

Corrado Alberto

Presidente API Torino (documento firmato in originale)

Dario Gallina

Presidente Camera di commercio Torino (documento firmato in originale)

Alessio Ferraris

Segretario Generale CISL Piemonte (documento firmato in originale)

Pier Massimo Pozzi

Segretario Generale CGIL Piemonte (documento firmato in originale)

Giovanni Cortese

Segretario Generale UIL Piemonte (documento firmato in originale)

Davide Provenzano

Segretario Generale FIM CISL Torino e Canavese (documento firmato in originale)

Edi Lazzi

Segretario Generale Fiom CGIL Torino (documento firmato in originale)

Luigi Paone

Segretario Generale UILM UIL Torino (documento firmato in originale)

 

LA LETTERA AL PREMIER DRAGHI

L'articolo Gigafactory di Stellantis: Istituzioni e Parti Sociali di Torino e Piemonte scrivono al premier Draghi sembra essere il primo su Cisl Piemonte.

]]>
Stellantis. Tra gigafactory e rilancio resta un po’ di amaro https://www.cislpiemonte.it/stellantis-tra-gigafactory-e-rilancio/ Sat, 10 Jul 2021 07:24:46 +0000 https://www.cislpiemonte.it/?p=14580 Il report della Fim Cisl nazionale all’indomani dell’assegnazione della gigafactory a Termoli invece che al capoluogo subalpino All’indomani della decisione di Stellantis di assegnare la gigafactory a Termoli, in Molise – scelta che ha lasciato Torino con l’amaro in bocca, soprattutto dopo la grande mobilitazione di sindacati, istituzioni e politica che si sono spesi fino... Mostra articolo

L'articolo Stellantis. Tra gigafactory e rilancio resta un po’ di amaro sembra essere il primo su Cisl Piemonte.

]]>
Il report della Fim Cisl nazionale all’indomani dell’assegnazione della gigafactory a Termoli invece che al capoluogo subalpino

All’indomani della decisione di Stellantis di assegnare la gigafactory a Termoli, in Molise – scelta che ha lasciato Torino con l’amaro in bocca, soprattutto dopo la grande mobilitazione di sindacati, istituzioni e politica che si sono spesi fino alla fine per l’insediamento della nuova fabbrica di batterie sotto la Mole – la Fim Cisl ha presentato proprio nel capoluogo subalpino il suo report trimestrale sulle attività del gruppo in Italia.

“Torino – ha commentato subito dopo l’annuncio della Ad Carlos Tavares, il segretario generale della Fim Cisl Torino Canavese, Davide Provenzano – era ed è la candidata migliore per ospitare un tale investimento per via della sua storia industriale, per le competenze dei suoi dipendenti e per il sistema scolastico che gravita intorno alla città. Adesso servono risposte con missioni produttive nuove e chiare per tutti i siti torinesi a garanzia dei volumi e dell’occupazione. Il piano industriale va presentato nella sua interezza e non un pezzo alla volta. Noi come Fim Cisl territoriale continuiamo a chiedere un nuovo modello di vettura che possa garantire crescita e sviluppo per il Polo produttivo della città”.

Sul tema della gigafactory è intervenuto anche il segretario generale della Fim Cisl, Roberto Benaglia, ribadendo l’importanza della scelta italiana di Stellantis. “La Gigafactory in Italia – ha detto il numero uno dei metalmeccanici Cisl – è un passo importante nella direzione giusta. È un atto di responsabilità e di fiducia verso i lavoratori italiani di Stellantis che in tutti questi anni hanno contribuito, insieme al sindacato e in primis alla Fim-Cisl, a risanare e rilanciare Fiat Chrysler e collocarla nella fusione con Psa nel quarto grande gruppo automobilistico mondiale. È un importante segnale di investimento e di attenzione del Gruppo Stellantis nel nostro paese”.

Dal report Fim emerge che nel primo semestre 2021 Stellantis ha prodotto in Italia 407.846 vetture, in crescita del 59% rispetto al 2020, condizionato dal Covid, ma in calo del 20% sul 2019. In tutti gli stabilimenti si registra una ripresa della cassa integrazione tranne per i veicoli commerciali Sevel.

“Abbiamo chiesto un nuovo incontro al Ministero dello Sviluppo Economico con i vertici di Stellantis Europe – ha spiegato il segretario nazionale Fim, Ferdinando Uliano. La scelta di fare in Italia la Gigafactory è positiva, ma servono garanzie di prospettiva e occupazionali per tutti gli stabilimenti. In particolare preoccupa la situazione del polo torinese, dove le produzioni della Maserati registreranno quest’anno, nella migliore delle ipotesi, un calo del 60% rispetto al 2017, ma anche degli stabilimenti di motori di Cento e Pratola Serra, che occupano insieme circa 2.700 dipendenti. La strada per la riconversione delle fabbriche meccaniche coinvolge anche gli stabilimenti di Verrone e le meccaniche di Mirafiori”. (Da Conquiste del Lavoro del 10 luglio 2021)

Rocco Zagaria

L'articolo Stellantis. Tra gigafactory e rilancio resta un po’ di amaro sembra essere il primo su Cisl Piemonte.

]]>
Nasce “PLURALE”, una nuova rete associativa con oltre 500 enti del terzo settore – Annamaria Furlan sarà la Portavoce https://www.cislpiemonte.it/nasce-plurale/ Thu, 08 Jul 2021 15:12:02 +0000 https://www.cislpiemonte.it/?p=14575 Si è costituita in questi giorni “PLURALE ETS”, la nuova Rete Associativa Nazionale ai sensi del Codice del Terzo Settore che comprende le associazioni nate nel solco della CISL, condividendone i principi ispiratori e di visione. Promossa da ANTEAS, ADICONSUM, ANOLF, ISCOS e dalla stessa CISL, PLURALE, con oltre 500 Enti del Terzo Settore aderenti,... Mostra articolo

L'articolo Nasce “PLURALE”, una nuova rete associativa con oltre 500 enti del terzo settore – Annamaria Furlan sarà la Portavoce sembra essere il primo su Cisl Piemonte.

]]>
Si è costituita in questi giorni “PLURALE ETS”, la nuova Rete Associativa Nazionale ai sensi del Codice del Terzo Settore che comprende le associazioni nate nel solco della CISL, condividendone i principi ispiratori e di visione.
Promossa da ANTEAS, ADICONSUM, ANOLF, ISCOS e dalla stessa CISL, PLURALE, con oltre 500 Enti del Terzo Settore aderenti, è già oggi tra le Reti Associative più importanti e rappresentative in Italia.
PLURALE, mettendo a frutto la storia, l’esperienza e le caratteristiche, anche fra loro molto diverse, delle associazioni aderenti, si propone di incrementare, attraverso una logica collettiva, la capacità dei singoli associati di rappresentare e sostenere le fasce più fragili e indifese della popolazione (giovani, anziani, migranti, malati, ecc.). Nel contempo, la Rete fornirà assistenza tecnica e di servizio alle organizzazioni associate negli adempimenti legati al Registro Unico Nazionale del Terzo Settore nonché supporto allo sviluppo di tutte le opportunità che saranno previste per gli Enti di Terzo Settore. Si tratta, com’è evidente, di un progetto strategico e assolutamente sfidante per i soci fondatori che, proprio per questo, ne hanno affidato la guida a una personalità di massima autorevolezza e valore. Sarà infatti Annamaria Furlan, già Segretaria Generale CISL, la Portavoce di PLURALE contribuendo, con la sua straordinaria competenza sui temi del welfare e nella gestione dei corpi intermedi, a rendere ancor più efficace e solida la missione della nuova Rete. Tutte le Associazioni plaudono e sostengono la nascita della nuova realta’ associativa. Per Adiconsum, che ha aderito con slancio ed entusiasmo alla Rete “Plurale ETS”, l’insieme delle associazioni che ne fanno parte, con la loro diffusione capillare sul territorio, potranno dare voce alle persone più svantaggiate e alle loro necessità in maniera plurale, ma anche agli stessi cittadini-consumatori. Anche Iscos sottolinea di “aderire a Plurale perché crediamo nel valore del noi, dell’azione collettiva per il bene comune. Le sfide che abbiamo davanti sono globali e complesse: i diritti delle donne, il cambiamento climatico, le filiere produttive globali e la dignità dei lavoratori, i diritti delle persone migranti, i diritti di chi vive in terre sfruttate dal capitalismo. Per affrontarle abbiamo bisogno delle competenze e della passione di tante realtà diverse, in uno sforzo Plurale”. Anteas rileva che “la partecipazione alla Rete Associativa “Plurale ETS” è l’esito di un lungo percorso su cui investiamo competenze e passione da oltre due anni. Anteas è felice di contribuire con oltre 500 associazioni con la certezza che la cooperazione e l’integrazione siano due chiavi per una rete generativa. Anche l’Anolf che da decenni si occupa dei temi legati al mondo dell’immigrazione, plaude alla nascita del nuovo Ente del Terzo Settore “Plurale ETS” che rappresenta un’occasione importante per continuare a perseguire quegli obiettivi che da anni la nostra associazione promuove, come diffondere i valori della solidarietà, dell’integrazione socio economica e lavorativa, della lotta contro il razzismo e le discriminazioni”.

L'articolo Nasce “PLURALE”, una nuova rete associativa con oltre 500 enti del terzo settore – Annamaria Furlan sarà la Portavoce sembra essere il primo su Cisl Piemonte.

]]>
Piemonte: Bankitalia vede la ripresa, ma il Covid ha colpito duro https://www.cislpiemonte.it/piemonte-bankitalia-vede-la-ripresa/ Sat, 03 Jul 2021 10:54:43 +0000 https://www.cislpiemonte.it/?p=14563 Nel report annuale dell’Istituto la fotografia di una regione (il Piemonte) che cerca di reagire agli effetti della pandemia. Ferraris (Cisl): “La pandemia ha colpito più duramente donne e giovani, facendo esplodere le disuguaglianze sociali” Gli effetti della pandemia sull’economia piemontese sono stati molto rilevanti anche se la ripresa della scorsa estate e il netto... Mostra articolo

L'articolo Piemonte: Bankitalia vede la ripresa, ma il Covid ha colpito duro sembra essere il primo su Cisl Piemonte.

]]>
Nel report annuale dell’Istituto la fotografia di una regione (il Piemonte) che cerca di reagire agli effetti della pandemia. Ferraris (Cisl): “La pandemia ha colpito più duramente donne e giovani, facendo esplodere le disuguaglianze sociali”

Gli effetti della pandemia sull’economia piemontese sono stati molto rilevanti anche se la ripresa della scorsa estate e il netto miglioramento di alcuni indicatori nel primo trimestre del 2021 fanno ben sperare per il futuro. È questa la fotografia del Piemonte scattata da Bankitalia nel suo annuale rapporto sull’economia regionale. Insieme al calo del Pil di oltre 9 punti percentuale – in misura lievemente superiore alle media nazionale che è stata dell’8,3% – si segnalano una perdita del 3,3% dei redditi delle famiglie, mitigata dalle misure di sostegno pubbliche, e una netta diminuzione dei consumi, attestata al 12,1%. Il Covid ha avuto conseguenze differenziate tra i vari settori produttivi. L’industria è stata fortemente colpita dagli interventi di sospensione delle attività non essenziali di marzo e aprile e dal calo della domanda seguito allo scoppio dell’epidemia. Nonostante l’intensa ripresa nel corso dell’estate, la produzione e il fatturato delle aziende sono scesi in misura considerevole nel 2020. Le ore lavorate sono diminuite dell’11,6%, mentre la percentuale degli occupati è scesa del 2,8%, determinando una perdita di 52.000 posti di lavoro, di cui 23.000 donne. È stato evitato il peggio grazie agli ammortizzatori sociali, al blocco dei licenziamenti e alle altre misure di sostegno. Tra i comparti più colpiti ci sono il tessile e il metalmeccanico, ma l’impatto è stato pesante anche sul commercio e sul turismo. La crisi pandemica ha determinato anche un significativo ridimensionamento degli investimenti: il calo ha interessato circa i due terzi delle aziende. Per i prossimi mesi gli indicatori congiunturali disponibili prefigurano un miglioramento del quadro economico, pur in un contesto di elevata incertezza. Le imprese intervistate dalla Banca d’Italia prospettano per il 2021 una ripresa del fatturato, che tuttavia rimarrebbe su livelli inferiori a quelli precedenti la pandemia.

“Le prospettive sono positive anche per quanto riguarda gli investimenti”: ha commentato Lanfranco Suardo, direttore della sede di Torino di Bankitalia. “Tra gennaio e aprile 2021 – hanno spiegato Roberto Cullino, Luciana Aimone Gigio e Cristina Fabrizi della Divisione Analisi e ricerca economica territoriale della sede torinese di Bankitalia – sono state create 4.000 nuove posizioni di lavoro (-14.000 nello stesso periodo del 2020). Per il 2021 le imprese industriali prevedono un recupero parziale del fatturato. Anche nel settore delle costruzioni, che già aveva recuperato nel secondo semestre 2020, le prospettive sono positive, mentre le famiglie restano più prudenti nei comportamenti di spesa”. Per il segretario generale della Cisl Piemonte, Alessio Ferraris: “Il Pnrr dovrà servire a rilanciare lo sviluppo, ma anche a mantenere quello che c’è, cosa che non sta accadendo perché in Piemonte ci sono tante, troppe realtà industriali in difficoltà che faticano a trovare risposta in sede ministeriale. Il nostro primo obiettivo è quindi salvaguardare l’occupazione esistente con la prospettiva di aumentarla quanto prima. La pandemia ha colpito più duramente donne e giovani, che svolgono lavori a tempo determinato e precari, facendo esplodere le disuguaglianze sociali. Occorre subito porre un argine sul ‘versante lavoro’ per non peggiorare la già difficile situazione”. (da Conquise del Lavoro del 3 luglio 2021)

Rocco Zagaria

L'articolo Piemonte: Bankitalia vede la ripresa, ma il Covid ha colpito duro sembra essere il primo su Cisl Piemonte.

]]>
Furlan al Polo del ‘900 di Torino per la presentazione del libro su Franco Marini https://www.cislpiemonte.it/furlan-a-presentazione-libro-marini/ Sat, 03 Jul 2021 10:33:56 +0000 https://www.cislpiemonte.it/?p=14557 Al Polo del 900 di Torino si sono trovati oggi l’ex segretario Uil Giorgio Benvenuto, l’ex segretaria Cisl Annamaria Furlan, e l’ex segretario del Pd piemontese Gianfranco Morgando, moderati dal vicedirettore de La Stampa Paolo Griseri, per parlare di Franco Marini con Giorgio Merlo, autore di un volume dedicato alla figura dello storico segretario Cisl:... Mostra articolo

L'articolo Furlan al Polo del ‘900 di Torino per la presentazione del libro su Franco Marini sembra essere il primo su Cisl Piemonte.

]]>
Al Polo del 900 di Torino si sono trovati oggi l’ex segretario Uil Giorgio Benvenuto, l’ex segretaria Cisl Annamaria Furlan, e l’ex segretario del Pd piemontese Gianfranco Morgando, moderati dal vicedirettore de La Stampa Paolo Griseri, per parlare di Franco Marini con Giorgio Merlo, autore di un volume dedicato alla figura dello storico segretario Cisl: ‘Franco Marini. Il popolare’, Edizioni Lavoro. Un “instant book”, così lo ha definito l’autore, scritto immediatamente dopo la morte per Covid di Marini nel febbraio scorso. “Un grande, straordinario lavoratore”: Benvenuto ha ricordato con queste parole il collega sindacalista, che tra fine Anni ’80 e inizio Anni ’90 è stato anche presidente del Senato, ministro del Lavoro e segretario del Ppi.

I due si conobbero giovanissimi in Germania, ha raccontato, in occasione di un seminario. “Una persona autentica, che ha saputo interpretare fino in fondo con ruoli molto diversi la coerenza ai propri ideali, che furono quelli  di tutelare al meglio i lavoratori”. Così lo ha dipinto Furlan, sua più recente erede. “Credeva nei partiti – ha rimarcato Merlo, che a Marini è stato molto vicino durante tutta la sua parabola politica – non nella politica fluida. Non credeva nei partiti personali ma in quelli plurali, a patto che fossero sempre ben visibili delle correnti organizzate. E’ stato un uomo sempre leale e trasparente, aspetto mutuato da Donat-Cattin, e ha pagato duramente questa lealtà nel 2013, in occasione dell’elezione del capo dello Stato, quando fu ‘cecchinato’ dai franchi tiratori del suo partito”. Morgando ha ricordato come Marini sia stato per anni “il garante della presenza cattolico-sociale nella politica italiana”. E “nel ’94, quando Rocco Buttiglione scelse di portare il Ppi nell’abbraccio di Berlusconi, ha rammentato, “Marini si oppose, facendo vincere la linea che tenne il partito nell’alveo del centrosinistra: di qui la vittoria di Prodi e l’ultimo quinquennio riformatore della politica italiana”. La storia d’Italia, ha concluso l’ex segretario del Pd piemontese, “senza Marini sarebbe stata diversa”. (ANSA).

L'articolo Furlan al Polo del ‘900 di Torino per la presentazione del libro su Franco Marini sembra essere il primo su Cisl Piemonte.

]]>
Blocco dei licenziamenti: battistrada alla Riforma degli ammortizzatori sociali. Il segretario Ferraris su “la Porta di Vetro” https://www.cislpiemonte.it/blocco-dei-licenziamenti-battistrada-alla-riforma-degli-ammortizzatori-sociali-segretario-ferraris-la-porta-vetro/ Fri, 02 Jul 2021 22:27:45 +0000 https://www.cislpiemonte.it/?p=14555 Blocco dei licenziamenti: battistrada alla Riforma degli ammortizzatori sociali  

L'articolo Blocco dei licenziamenti: battistrada alla Riforma degli ammortizzatori sociali. Il segretario Ferraris su “la Porta di Vetro” sembra essere il primo su Cisl Piemonte.

]]>

Blocco dei licenziamenti: battistrada alla Riforma degli ammortizzatori sociali

 

L'articolo Blocco dei licenziamenti: battistrada alla Riforma degli ammortizzatori sociali. Il segretario Ferraris su “la Porta di Vetro” sembra essere il primo su Cisl Piemonte.

]]>
Annamaria Furlan al Polo del ‘900 di Torino per la presentazione del libro su Franco Marini https://www.cislpiemonte.it/annamaria-furlan-al-polo-del-900-torino-la-presentazione-del-libro-franco-marini/ Fri, 02 Jul 2021 18:16:10 +0000 https://www.cislpiemonte.it/?p=14550 La ex leader della Cisl, Annamaria Furlan, interviene al Polo del ‘900 di Torino alla presentazione del libro di Giorgio Merlo “Franco Marini. Il popolare” promossa dalla Fondazione ‘Carlo Donat-Cattin”. Al dibattito, moderato dal vicedirettore de La Stampa, Paolo Griseri, hanno partecipato anche l’autore del libro Giorgio Merlo, l’ex leader Uil, Giorgio Benvenuto, e il... Mostra articolo

L'articolo Annamaria Furlan al Polo del ‘900 di Torino per la presentazione del libro su Franco Marini sembra essere il primo su Cisl Piemonte.

]]>
La ex leader della Cisl, Annamaria Furlan, interviene al Polo del ‘900 di Torino alla presentazione del libro di Giorgio Merlo “Franco Marini. Il popolare” promossa dalla Fondazione ‘Carlo Donat-Cattin”. Al dibattito, moderato dal vicedirettore de La Stampa, Paolo Griseri, hanno partecipato anche l’autore del libro Giorgio Merlo, l’ex leader Uil, Giorgio Benvenuto, e il presidente della Fondazione Donat-Cattin, Gianfranco Morgando.

L'articolo Annamaria Furlan al Polo del ‘900 di Torino per la presentazione del libro su Franco Marini sembra essere il primo su Cisl Piemonte.

]]>
L’ex leader Cisl Annamaria Furlan alla presentazione del libro di Giorgio Merlo “Franco Marini. Il popolare” promossa da Fondazione Donat-Cattin https://www.cislpiemonte.it/lex-leader-cisl-annamaria-furlan-alla-presentazione-del-libro-giorgio-merlo-franco-marini-popolare-promossa-fondazione-donat-cattin/ Thu, 01 Jul 2021 14:33:38 +0000 https://www.cislpiemonte.it/?p=14540 L’ex leader Cisl, Annamaria Furlan, interviene venerdì 2 luglio, alle ore 17.30, Polo del ‘900, Via del Carmine 14, Sala ‘900, a Torino, alla presentazione del libro di Giorgio Merlo, edito da Edizioni Lavoro,  “Franco Marini. Il popolare”, promossa dalla Fondazione Carlo Donat-Cattin. Franco Marini è stato un esponente di primo piano della sinistra sociale e del popolarismo... Mostra articolo

L'articolo L’ex leader Cisl Annamaria Furlan alla presentazione del libro di Giorgio Merlo “Franco Marini. Il popolare” promossa da Fondazione Donat-Cattin sembra essere il primo su Cisl Piemonte.

]]>

L’ex leader Cisl, Annamaria Furlan, interviene venerdì 2 luglio, alle ore 17.30Polo del ‘900, Via del Carmine 14, Sala ‘900, a Torino, alla presentazione del libro di Giorgio Merlo, edito da Edizioni Lavoro,  “Franco Marini. Il popolare”, promossa dalla Fondazione Carlo Donat-Cattin.

Locandina Marini il Popolare 2 luglio 2021Franco Marini è stato un esponente di primo piano della sinistra sociale e del popolarismo di ispirazione cristiana nella storia del nostro paese. Un sindacalista, un politico e un uomo delle istituzioni. Nel suo lungo magistero pubblico ha sempre cercato di riaffermare le sue ragioni politiche, culturali e sociali attraverso il metodo del dialogo e del confronto. E, non a caso, Marini è sempre stato apprezzato sia all’interno del suo campo politico sia dagli avversari perché ragionava e agiva da vero democratico.
Franco Marini, con la sua lunga esperienza sindacale, è diventato un leader quasi naturale nella politica, raggiungendo il più alto traguardo e lasciando un segno profondo in tutta l’organizzazione e nella storia della Cisl.
Leader indiscusso dei Popolari e della sinistra sociale di ispirazione cristiana, ha contribuito con il suo concreto magistero al consolidamento e alla qualità della nostra democrazia.
In questa pubblicazione vengono richiamati ed evidenziati i passaggi salienti che hanno caratterizzato il cammino politico di Franco Marini che trasmette una grande eredità alle giovani generazioni. Una eredità politica e culturale decisiva non solo per il futuro del cattolicesimo popolare e sociale ma per la stessa prospettiva della nostra democrazia.

Discutono
Giorgio Benvenuto, già Segretario generale della UIL
 Annamaria Furlan, già Segretario generale della CISL
 Enzo Ghigo, Presidente del Museo del Cinema, Torino
 Gianfranco Morgando, Direttore della Fondazione Donat-Cattin

Modera
Paolo Griseri, Vice direttore de “La Stampa”

Sarà presente l’autore del libro, Giorgio Merlo.

L'articolo L’ex leader Cisl Annamaria Furlan alla presentazione del libro di Giorgio Merlo “Franco Marini. Il popolare” promossa da Fondazione Donat-Cattin sembra essere il primo su Cisl Piemonte.

]]>
La protesta degli addetti elettricità, gas, rifiuti a Torino nel servizio del Tgr Piemonte https://www.cislpiemonte.it/la-protesta-degli-addetti-elettricita-gas-rifiuti-torino-nel-servizio-del-tgr-piemonte/ Wed, 30 Jun 2021 16:04:38 +0000 https://www.cislpiemonte.it/?p=14536 La manifestazione degli addetti dei settori elettricità, gas e rifiuti a Torino nel servizio del Tgr Piemonte con le dichiarazioni del segretario generale Flaei Cisl Piemonte Luca Pasquadibisceglie.

L'articolo La protesta degli addetti elettricità, gas, rifiuti a Torino nel servizio del Tgr Piemonte sembra essere il primo su Cisl Piemonte.

]]>
La manifestazione degli addetti dei settori elettricità, gas e rifiuti a Torino nel servizio del Tgr Piemonte con le dichiarazioni del segretario generale Flaei Cisl Piemonte Luca Pasquadibisceglie.

L'articolo La protesta degli addetti elettricità, gas, rifiuti a Torino nel servizio del Tgr Piemonte sembra essere il primo su Cisl Piemonte.

]]>
Enzo Pelle è il nuovo segretario generale della Filca Cisl https://www.cislpiemonte.it/pelle-nuovo-segretario-filca/ Wed, 30 Jun 2021 15:08:34 +0000 https://www.cislpiemonte.it/?p=14530 Calabrese, 58 anni, succede a Franco Turri. Eletto alla presenza di Luigi Sbarra Enzo Pelle è il nuovo segretario generale della Filca-Cisl, succede a Franco Turri. Pelle è stato eletto dal Consiglio generale della categoria, che si è riunito a Roma alla presenza del segretario generale della Cisl, Luigi Sbarra. Nel ringraziare per la fiducia,... Mostra articolo

L'articolo Enzo Pelle è il nuovo segretario generale della Filca Cisl sembra essere il primo su Cisl Piemonte.

]]>
Calabrese, 58 anni, succede a Franco Turri. Eletto alla presenza di Luigi Sbarra

Enzo Pelle è il nuovo segretario generale della Filca-Cisl, succede a Franco Turri. Pelle è stato eletto dal Consiglio generale della categoria, che si è riunito a Roma alla presenza del segretario generale della Cisl, Luigi Sbarra.
Nel ringraziare per la fiducia, Pelle ha dichiarato: “Eredito una categoria moderna e innovativa, che pone il lavoratore sempre al centro della propria azione sindacale. Continueremo a promuovere idee che nascono dai posti di lavoro per tradurle in atti concreti che migliorano il mondo del lavoro, come abbiamo già fatto con il Durc e con la Patente a punti, che sono intuizioni nate in casa Filca. Tra le prime proposte ci sono quella di rendere il Superbonus 110% permanente per le fasce più deboli; l’introduzione dei promotori della prevenzione Inail, per garantire la sicurezza nei cantieri; il cartello di cantiere digitalizzato, per assicurare la trasparenza e la possibilità di controlli da parte di tutti i soggetti”.
Per il neo segretario Filca “il mondo delle costruzioni è di fronte a cambiamenti epocali che lo vedranno centrale nella riduzione dell’impatto ambientale. È dovere anche del sindacato garantire la sostenibilità sociale rafforzando e allargando le tutele, la sicurezza e la dignità dei lavoratori dell’edilizia, che resta uno dei comparti principali dell’economia nazionale”.

Pelle, 58 anni, originario di Gerace, in provincia di Reggio Calabria, è sposato e ha due figli. Quando era ancora minorenne ha lavorato in edilizia, un’esperienza che l’ha segnato e avvicinato al mondo sindacale. Si è laureato all’Università di Bologna in Economia e Commercio. Ha iniziato il suo percorso in Cisl con la formazione e poi gestendo la contabilità di alcune strutture calabresi della Filca, e ha avuto incarichi nello Ial e nel Caf. È stato direttore della Scuola edile di Reggio Calabria. Nel 2003 è stato eletto segretario generale della Filca di Cosenza, dopo soli due anni della Filca Calabria e nel 2009 è entrato nella segreteria nazionale del sindacato, dove negli ultimi anni ha ricoperto il ruolo di segretario generale aggiunto.
La Filca è il sindacato dell’edilizia e dei materiali da costruzioni (legno, cemento, laterizi e settore lapideo). Nel 2020 ha avuto oltre 230 mila associati.

L'articolo Enzo Pelle è il nuovo segretario generale della Filca Cisl sembra essere il primo su Cisl Piemonte.

]]>
La manifestazione dei settori elettrico, gas e igiene ambientale contro l’art.177 del Codice Appalti https://www.cislpiemonte.it/la-manifestazione-dei-settori-elettrico-gas-igiene-ambientale-lart-177-del-codice-appalti/ Wed, 30 Jun 2021 14:28:49 +0000 https://www.cislpiemonte.it/?p=14528 Nel video di Rocco Zagaria la manifestazione delle lavoratrici e dei lavoratori dei settori elettrico, gas e igiene ambientale contro l’articolo 177 del Codice Appalti che si è svolta oggi, a Torino, con la partecipazione di Flaei, Femca e Fit Cisl Piemonte.

L'articolo La manifestazione dei settori elettrico, gas e igiene ambientale contro l’art.177 del Codice Appalti sembra essere il primo su Cisl Piemonte.

]]>
Nel video di Rocco Zagaria la manifestazione delle lavoratrici e dei lavoratori dei settori elettrico, gas e igiene ambientale contro l’articolo 177 del Codice Appalti che si è svolta oggi, a Torino, con la partecipazione di Flaei, Femca e Fit Cisl Piemonte.

L'articolo La manifestazione dei settori elettrico, gas e igiene ambientale contro l’art.177 del Codice Appalti sembra essere il primo su Cisl Piemonte.

]]>
Mercoledì 30 giugno sciopero nazionale dei settori elettrico, gas-acqua e igiene ambientale per cambiare l’articolo 177 del Codice Appalti https://www.cislpiemonte.it/sciopero-settori-elettrico-gas-acqua-e-igiene-ambientale/ Tue, 29 Jun 2021 07:49:51 +0000 https://www.cislpiemonte.it/?p=14517 Presidio a Torino, in Piazza Castello, sotto la sede della Prefettura, dalle 10 alle 12. In Piemonte i lavoratori coinvolti sono circa diecimila Circa diecimila lavoratrici e lavoratori piemontesi dei settori elettrico, gas-acqua e igiene ambientale incroceranno le braccia mercoledì 30 giugno, nell’ambito dello sciopero nazionale indetto da Filtcem-Cgil, Femca Cisl, Flaei Cisl, Uil Tec,... Mostra articolo

L'articolo Mercoledì 30 giugno sciopero nazionale dei settori elettrico, gas-acqua e igiene ambientale per cambiare l’articolo 177 del Codice Appalti sembra essere il primo su Cisl Piemonte.

]]>
Presidio a Torino, in Piazza Castello, sotto la sede della Prefettura, dalle 10 alle 12. In Piemonte i lavoratori coinvolti sono circa diecimila

Circa diecimila lavoratrici e lavoratori piemontesi dei settori elettrico, gas-acqua e igiene ambientale incroceranno le braccia mercoledì 30 giugno, nell’ambito dello sciopero nazionale indetto da Filtcem-Cgil, Femca Cisl, Flaei Cisl, Uil Tec, Fp Cgil, Fit Cisl, Uil Trasporti, contro  l’articolo 177 del Codice Appalti che obbligherebbe le aziende concessionarie, non andate a gara, a cedere in appalto le loro attività di distribuzione fino a raggiungere l’80% del valore della loro concessione.

“Che fine farebbero i lavoratori che svolgono queste attività?Verrebbero trasferiti nelle aziende che vincerebbero gli appalti oppure licenziati?”: si chiedono i promotori della protesta. Secondo i sindacati il processo di esternalizzazione avrà un costo economico e sociale elevato e gravi ricadute occupazionali.

Questa ‘bomba a orologeria’, votata nel 2016 dal Governo di allora e via via rimandata nella sua “esplosione” fino al 31 dicembre 2021 – sostengono le sigle sindacali – creerebbe decine di migliaia di potenziali esuberi e una crisi produttiva e finanziaria che distruggerebbe i nostri settori, vitali per l’economia, e la sopravvivenza stessa, del nostro Paese. Se il Parlamento resterà sordo ai nostri appelli e non modificherà o cancellerà l’art.177, i servizi essenziali e fondamentali che hanno garantito, anche e soprattutto durante il periodo della pandemia l’erogazione dell’elettricità, dell’acqua, del gas, la raccolta dei rifiuti sempre e comunque in ogni luogo privato o pubblico, produttivo o di assistenza e ricovero sanitario, subiranno un gravissimo danno”.

LETTERA DI CGIL CISL UIL AI MINISTRI COMPETENTI 

L'articolo Mercoledì 30 giugno sciopero nazionale dei settori elettrico, gas-acqua e igiene ambientale per cambiare l’articolo 177 del Codice Appalti sembra essere il primo su Cisl Piemonte.

]]>
Mariella Tafuri Lupinacci di Cisl Scuola Torino-Canavese alla manifestazione di Cgil Cisl Uil a Torino https://www.cislpiemonte.it/mariella-tafuri-lupinacci-cisl-scuola-torino-canavese-manifestazione-cgil-cisl-uil-torino/ Sat, 26 Jun 2021 15:41:38 +0000 https://www.cislpiemonte.it/?p=14512 L’intervento di Mariella Tafuri Lupinacci – rsu Cisl Torino-Canavese dell’Istituto Comprensivo Salgari di Torino – alla manifestazione di Cgil Cisl Uil “Ripartiamo Insieme” che si è svolta oggi in piazza Castello a Torino.

L'articolo Mariella Tafuri Lupinacci di Cisl Scuola Torino-Canavese alla manifestazione di Cgil Cisl Uil a Torino sembra essere il primo su Cisl Piemonte.

]]>
L’intervento di Mariella Tafuri Lupinacci – rsu Cisl Torino-Canavese dell’Istituto Comprensivo Salgari di Torino – alla manifestazione di Cgil Cisl Uil “Ripartiamo Insieme” che si è svolta oggi in piazza Castello a Torino.

L'articolo Mariella Tafuri Lupinacci di Cisl Scuola Torino-Canavese alla manifestazione di Cgil Cisl Uil a Torino sembra essere il primo su Cisl Piemonte.

]]>
Giancarlo Tarella di Fnp Cisl Torino-Canavese alla manifestazione di Cgil Cisl Uil a Torino https://www.cislpiemonte.it/giancarlo-tarella-rls-fnp-cisl-torino-canavese-alla-manifestazione-cgil-cisl-uil-torino/ Sat, 26 Jun 2021 15:39:27 +0000 https://www.cislpiemonte.it/?p=14510 L’intervento di Giancarlo Tarella – rls della Fnp-Cisl Torino-Canavese – alla manifestazione di Cgil Cisl UIl “Ripartiamo Insieme” che si è svolta oggi a Torino.

L'articolo Giancarlo Tarella di Fnp Cisl Torino-Canavese alla manifestazione di Cgil Cisl Uil a Torino sembra essere il primo su Cisl Piemonte.

]]>
L’intervento di Giancarlo Tarella – rls della Fnp-Cisl Torino-Canavese – alla manifestazione di Cgil Cisl UIl “Ripartiamo Insieme” che si è svolta oggi a Torino.

L'articolo Giancarlo Tarella di Fnp Cisl Torino-Canavese alla manifestazione di Cgil Cisl Uil a Torino sembra essere il primo su Cisl Piemonte.

]]>
La manifestazione di Cgil Cisl Uil “Ripartiamo Insieme” a Torino nel servizio del Tgr Piemonte https://www.cislpiemonte.it/la-manifestazione-cgil-cisl-uil-ripartiamo-insieme-torino-nel-servizio-del-tgr-piemonte/ Sat, 26 Jun 2021 14:19:59 +0000 https://www.cislpiemonte.it/?p=14506 La manifestazione di Cgil Cisl Uil “Ripartiamo Insieme” a Torino nel servizio del Tgr Piemonte, con le dichiarazioni del segretario generale Cisl Piemonte, Alessio Ferraris.

L'articolo La manifestazione di Cgil Cisl Uil “Ripartiamo Insieme” a Torino nel servizio del Tgr Piemonte sembra essere il primo su Cisl Piemonte.

]]>
La manifestazione di Cgil Cisl Uil “Ripartiamo Insieme” a Torino nel servizio del Tgr Piemonte, con le dichiarazioni del segretario generale Cisl Piemonte, Alessio Ferraris.

L'articolo La manifestazione di Cgil Cisl Uil “Ripartiamo Insieme” a Torino nel servizio del Tgr Piemonte sembra essere il primo su Cisl Piemonte.

]]>
Il segretario Cisl Piemonte Ferraris al webinar della Fondazione Giulio Pastore del 22 giugno 2021 https://www.cislpiemonte.it/segretario-cisl-piemonte-ferraris-al-webinar-della-fondazione-giulio-pastore-del-22-giugno-2021/ Wed, 23 Jun 2021 15:11:31 +0000 https://www.cislpiemonte.it/?p=14500 L’intervento del segretario generale Cisl Piemonte, Alessio Ferraris, al webinar della Fondazione Giulio Pastore del 22 giugno 2021 dal titolo “Il contributo del sindacato allo sviluppo economico sociale del capitalismo”.

L'articolo Il segretario Cisl Piemonte Ferraris al webinar della Fondazione Giulio Pastore del 22 giugno 2021 sembra essere il primo su Cisl Piemonte.

]]>
L’intervento del segretario generale Cisl Piemonte, Alessio Ferraris, al webinar della Fondazione Giulio Pastore del 22 giugno 2021 dal titolo “Il contributo del sindacato allo sviluppo economico sociale del capitalismo”.

L'articolo Il segretario Cisl Piemonte Ferraris al webinar della Fondazione Giulio Pastore del 22 giugno 2021 sembra essere il primo su Cisl Piemonte.

]]>
La protesta di Sicet e altri sindacati inquilini contro la mini-proroga sugli sfratti al Tgr Piemonte https://www.cislpiemonte.it/la-protesta-sicet-altri-sindacati-inquilini-la-mini-proroga-sugli-sfratti-al-tgr-piemonte/ Wed, 23 Jun 2021 14:49:21 +0000 https://www.cislpiemonte.it/?p=14498 La protesta del Sicet e di altri sindacati inquilini – con la dichiarazione del segretario regionale Gianni Baratta al Tgr Piemonte – contro la scelta di Parlamento e Governo di procedere a una mini-proroga delle esecuzioni degli sfratti per morosità, lasciando fuori tutti i provvedimenti (che sono la maggioranza) emessi prima del 20 febbraio 2020.

L'articolo La protesta di Sicet e altri sindacati inquilini contro la mini-proroga sugli sfratti al Tgr Piemonte sembra essere il primo su Cisl Piemonte.

]]>
La protesta del Sicet e di altri sindacati inquilini – con la dichiarazione del segretario regionale Gianni Baratta al Tgr Piemonte – contro la scelta di Parlamento e Governo di procedere a una mini-proroga delle esecuzioni degli sfratti per morosità, lasciando fuori tutti i provvedimenti (che sono la maggioranza) emessi prima del 20 febbraio 2020.

L'articolo La protesta di Sicet e altri sindacati inquilini contro la mini-proroga sugli sfratti al Tgr Piemonte sembra essere il primo su Cisl Piemonte.

]]>
Lavoro: sabato le tre manifestazioni di Cgil Cisl Uil a Torino, Firenze e Bari https://www.cislpiemonte.it/lavoro-sabato-le-tre-manifestazioni/ Wed, 23 Jun 2021 09:41:20 +0000 https://www.cislpiemonte.it/?p=14491 “Ripartiamo, insieme. Con il lavoro, la coesione e la giustizia sociale per l’Italia di domani”: è questo lo slogan delle tre manifestazioni unitarie di Cgil,Cisl, Uil che si svolgeranno in contemporanea sabato 26 giugno dalle ore 10,30 a Torino, Firenze e Bari, nel pieno rispetto delle norme di sicurezza anti Covid ancora in vigore. A... Mostra articolo

L'articolo Lavoro: sabato le tre manifestazioni di Cgil Cisl Uil a Torino, Firenze e Bari sembra essere il primo su Cisl Piemonte.

]]>
“Ripartiamo, insieme. Con il lavoro, la coesione e la giustizia sociale per l’Italia di domani”: è questo lo slogan delle tre manifestazioni unitarie di Cgil,Cisl, Uil che si svolgeranno in contemporanea sabato 26 giugno dalle ore 10,30 a Torino, Firenze e Bari, nel pieno rispetto delle norme di sicurezza anti Covid ancora in vigore. A Piazza Castello a Torino parlerà il Segretario Generale della Cgil, Maurizio Landini, a Firenze a Piazza Santa Croce il Segretario Generale della Cisl, Luigi Sbarra, a Bari a Piazza della Libertà, il Segretario Generale della Uil, Pierpaolo Bombardieri. Sono previsti anche gli interventi di sei delegati sindacali, in ciascuna delle tre piazze, in rappresentanza delle categorie dei lavoratori e dei pensionati. Le piazze dove si svolgeranno le manifestazioni saranno collegate tra loro virtualmente grazie a dei maxi schermi. I giornalisti avranno bisogno tutti di un accredito stampa per accedere all’area palco. Gli hashtag della giornata saranno #Ripartiamoinsieme, #CgilCislUil e #26giugno

La manifestazione di Torino, che si terrà in piazza Castello, vedrà la partecipazione di delegazioni provenienti dalle regioni del Nord: Piemonte, Valle d’Aosta, Liguria, Lombardia, Veneto, Friuli Venezia Giulia, Trentino Alto Adige.

 L’appuntamento in piazza è previsto per le ore 10.00.

Alle ore 10.30 inizieranno gli interventi dei delegati, 6 per piazza.

Alle ore 11.00 in collegamento su tutte le piazza parleranno i Segretari Generali delle tre confederazioni:

– ore 11.00 – 11.30 da Bari, Piazza della Libertà, Pier Paolo Bombardieri (Uil)

– ore 11.30 – 12.00 da Firenze, Piazza Santa Croce, Luigi Sbarra (Cisl)

– ore 12.00 – 12.30 da Torino, Piazza Castello, Maurizio Landini (Cgil).

Il nostro Paese sta vivendo una delicata fase di transizione. La crisi pandemica ha arrestato in parte la sua corsa, grazie anche alla campagna vaccinale in atto, ma a preoccuparci è soprattutto la ripresa economica che deve essere il faro per la massima coesione sociale, in grado di creare lavoro stabile e sicuro, a partire dai giovani, dalle donne e dal Mezzogiorno. Nel Decreto Sostegni non vi è contezza e condizione per affermare che ci siano i presupposti necessari a tutto ciò, non dimenticando che tale Decreto prevede la fine del blocco generalizzato dei licenziamenti dal 1° luglio p.v. e l’assenza di adeguate politiche industriali capaci di valorizzare a pieno gli investimenti e i contenuti del Pnrr.

Durante questi lunghi mesi di pandemia Cgil Cisl Uil hanno sempre avanzato proposte e chiesto con tenacia la tutela dei diritti delle lavoratrici e dei lavoratori, delle pensionate e dei pensionati. Tali azioni hanno trovato forte condivisione anche nella Conferenza Episcopale Italiana. La mobilitazione avviata nelle scorse settimane, sulla grave emergenza della sicurezza nei luoghi di lavoro, proseguita con il presidio del 28 maggio davanti alla sede del Parlamento, ha prodotto risultati parziali.

L’obiettivo primario è conquistare la proroga della moratoria sui licenziamenti almeno fino al 31 ottobre, una riforma degli ammortizzatori sociali e nuove politiche attive per il lavoro. È necessario ribadire con fermezza i contenuti della piattaforma unitaria su: lavoro, occupazione, coesione, sviluppo, fisco, pensioni, non autosufficienza, rinnovo dei contratti pubblici e privati, riforma pubblica amministrazione e scuola, della cultura e del turismo. È fondamentale, inoltre, che ci sia da parte delle istituzioni la volontà di attuare un piano serio ed efficace che sia in grado di utilizzare le risorse del Pnrr al fine di creare una stabile connessione tra investimenti e occupazione, coinvolgendo in maniera significativa con una governance partecipata e preventiva le Parti Sociali.

 

L'articolo Lavoro: sabato le tre manifestazioni di Cgil Cisl Uil a Torino, Firenze e Bari sembra essere il primo su Cisl Piemonte.

]]>
Ferraris domani al webinar della Fondazione Pastore “Il contributo del sindacato allo sviluppo economico sociale del capitalismo” https://www.cislpiemonte.it/ferraris-domani-al-webinar-della-fondazione-pastore-contributo-del-sindacato-allo-sviluppo-economico-sociale-del-capitalismo/ Mon, 21 Jun 2021 19:27:51 +0000 https://www.cislpiemonte.it/?p=14485 Il segretario della Cisl Piemonte, Alessio Ferraris, interviene domani – martedì 22 giugno, ore 16.00 – 17.30 – insieme ad altri relatori, al webinar della Fondazione Pastore “Il contributo del sindacato allo sviluppo economico sociale del capitalismo” che sarà trasmesso in streaming sul canale Youtube della Fondazione all’indirizzo  https://www.youtube.com/channel/UCn3rwQL-MG9QdqVMrtLiQ2g Il programma dell’evento

L'articolo Ferraris domani al webinar della Fondazione Pastore “Il contributo del sindacato allo sviluppo economico sociale del capitalismo” sembra essere il primo su Cisl Piemonte.

]]>
Il segretario della Cisl Piemonte, Alessio Ferraris, interviene domani – martedì 22 giugno, ore 16.00 – 17.30 – insieme ad altri relatori, al webinar della Fondazione Pastore “Il contributo del sindacato allo sviluppo economico sociale del capitalismo” che sarà trasmesso in streaming sul canale Youtube della Fondazione all’indirizzo  https://www.youtube.com/channel/UCn3rwQL-MG9QdqVMrtLiQ2g

Il programma dell’evento

L'articolo Ferraris domani al webinar della Fondazione Pastore “Il contributo del sindacato allo sviluppo economico sociale del capitalismo” sembra essere il primo su Cisl Piemonte.

]]>
I sindacati regionali degli inquilini in piazza il 23 giugno a Torino contro mini-proroga sugli sfratti per morosità https://www.cislpiemonte.it/sindacati-inquilini-contro-sfratti/ Mon, 21 Jun 2021 13:36:28 +0000 https://www.cislpiemonte.it/?p=14483 Presidio di Sunia, Sicet, Uniat in piazza Castello, a partire dalle ore 10.30, sotto la Prefettura, contro la mini-proroga sugli sfatti per morosità La scelta di Parlamento e Governo di procedere a una mini-proroga delle esecuzioni degli sfratti per morosità, lasciando fuori tutti i provvedimenti (che sono la maggioranza) emessi prima del 20 febbraio 2020,... Mostra articolo

L'articolo I sindacati regionali degli inquilini in piazza il 23 giugno a Torino contro mini-proroga sugli sfratti per morosità sembra essere il primo su Cisl Piemonte.

]]>
Presidio di Sunia, Sicet, Uniat in piazza Castello, a partire dalle ore 10.30, sotto la Prefettura, contro la mini-proroga sugli sfatti per morosità

La scelta di Parlamento e Governo di procedere a una mini-proroga delle esecuzioni degli sfratti per morosità, lasciando fuori tutti i provvedimenti (che sono la maggioranza) emessi prima del 20 febbraio 2020, senza una cabina di regia per governare le esecuzioni e senza strumenti finanziari e normativi adeguati a garantire forme di accompagnamento sociale per il passaggio da casa a casa, è sbagliata oltre che inefficace e pericolosa.
Sunia – Sicet – Uniat hanno da tempo avanzato alcune proposte precise per risolvere il problema che interessa oltre 80.000 famiglie e che riguardano sia lo stato centrale che regioni, comuni e prefetture:

l stanziamento di ulteriori risorse al fondo di sostegno all’affitto e al fondo per la morosità incolpevole, anche con contributi aggiuntivi delle regioni
l incentivi alla rinegoziazione dei canoni, oggi non più sostenibili per molte famiglie
l ristori ai proprietari che subiscono il ritardo dei canoni
l rilancio dell’edilizia residenziale pubblica (case popolari) attraverso un programma pluriennale di investimenti
l istituzione di una cabina di regia presso le Prefetture nella quale tutti i soggetti interessati (Prefettura, Comuni, Tribunali, Agenzie sociali per la locazione (aslo), rappresentanze sindacali degli inquilini e dei proprietari) concorrano a definire le linee guida per una gestione socialmente sostenibile attraverso una graduazione degli sfratti e promuovano politiche attive per la casa.

Per sostenere queste proposte Sunia – Sicet – Uniat hanno indetto per
mercoledì 23 giugno alle ore 10,30
un presidio in piazza Castello davanti alla Prefettura.

L'articolo I sindacati regionali degli inquilini in piazza il 23 giugno a Torino contro mini-proroga sugli sfratti per morosità sembra essere il primo su Cisl Piemonte.

]]>
I segretari Marino e Tutone di Fit Cisl Piemonte al Tgr Piemonte sui problemi del settore logistica https://www.cislpiemonte.it/segretari-marino-tutone-fit-cisl-piemonte-al-tgr-piemonte-sui-problemi-del-settore-logistica/ Sun, 20 Jun 2021 20:00:27 +0000 https://www.cislpiemonte.it/?p=14480 I segretari Raffaele Marino e Francesco Tutone della Fit Cisl Piemonte al Tgr Piemonte sui problemi del settore logistica.

L'articolo I segretari Marino e Tutone di Fit Cisl Piemonte al Tgr Piemonte sui problemi del settore logistica sembra essere il primo su Cisl Piemonte.

]]>
I segretari Raffaele Marino e Francesco Tutone della Fit Cisl Piemonte al Tgr Piemonte sui problemi del settore logistica.

L'articolo I segretari Marino e Tutone di Fit Cisl Piemonte al Tgr Piemonte sui problemi del settore logistica sembra essere il primo su Cisl Piemonte.

]]>
Morte sindacalista a Novara, Ferraris (Cisl Piemonte): “Fatto disumano e inaccettabile, non degno di un paese civile” https://www.cislpiemonte.it/morte-sindacalista-novara-ferraris-disumano-inaccetabile-non-degno-un-paese-civile/ Fri, 18 Jun 2021 11:14:52 +0000 https://www.cislpiemonte.it/?p=14465 “Quello che è accaduto questa mattina davanti ai cancelli della Lidl di Biandrate, a Novara, è disumano e inaccettabile. La morte di un giovane sindacalista e il ferimento di altri due suoi colleghi investiti durante un presidio sindacale ci riporta ad anni bui della nostra storia e ci interroga profondamente sulle condizioni di lavoro, sul... Mostra articolo

L'articolo Morte sindacalista a Novara, Ferraris (Cisl Piemonte): “Fatto disumano e inaccettabile, non degno di un paese civile” sembra essere il primo su Cisl Piemonte.

]]>
“Quello che è accaduto questa mattina davanti ai cancelli della Lidl di Biandrate, a Novara, è disumano e inaccettabile. La morte di un giovane sindacalista e il ferimento di altri due suoi colleghi investiti durante un presidio sindacale ci riporta ad anni bui della nostra storia e ci interroga profondamente sulle condizioni di lavoro, sul rispetto di diritti fondamentali e sul clima di continua tensione ed esasperazione che si è creato in certi settori lavorativi come quello della logistica. Nell’esprimere ferma condanna su quanto accaduto, tutta la Cisl piemontese si stringe intorno alla famiglia di questo giovane attivista, padre di due figli, e ai suoi compagni di lavoro. Chiediamo che si faccia giustizia e che vengano ristabilite quanto prima condizioni di lavoro accettabili e degne di un Paese civile”. Lo dichiara il segretario generale della Cisl Piemonte, Alessio Ferraris, dopo aver appreso la notizia della sconvolgente morte di Adil Belakhdim, giovane sindacalista, avvenuta a Novara.

(Foto La Stampa)

L'articolo Morte sindacalista a Novara, Ferraris (Cisl Piemonte): “Fatto disumano e inaccettabile, non degno di un paese civile” sembra essere il primo su Cisl Piemonte.

]]>