Tutte le news – Cisl Piemonte https://www.cislpiemonte.it Confederazione Italiana Sindacati Lavoratori Piemonte Wed, 03 Mar 2021 20:02:03 +0000 it-IT hourly 1 https://wordpress.org/?v=4.8.15 L’elezione di Luigi Sbarra a segretario generale della Cisl nel servizio del Tg 1 delle ore 20 https://www.cislpiemonte.it/lelezione-luigi-sbarra-segretario-generale-della-cisl-nel-servizio-del-tg-1-delle-ore-20/ Wed, 03 Mar 2021 19:55:07 +0000 https://www.cislpiemonte.it/?p=13706 L’elezione di Luigi Sbarra a segretario generale della Cisl nel servizio del Tg 1 delle ore 20. https://bit.ly/3ej3Sdt

L'articolo L’elezione di Luigi Sbarra a segretario generale della Cisl nel servizio del Tg 1 delle ore 20 sembra essere il primo su Cisl Piemonte.

]]>
L’elezione di Luigi Sbarra a segretario generale della Cisl nel servizio del Tg 1 delle ore 20.

bit.ly/3ej3Sdt

L'articolo L’elezione di Luigi Sbarra a segretario generale della Cisl nel servizio del Tg 1 delle ore 20 sembra essere il primo su Cisl Piemonte.

]]>
Luigi Sbarra è il nuovo Segretario generale della Cisl https://www.cislpiemonte.it/sbarra-nuovo-segretario-generale-cisl/ Wed, 03 Mar 2021 17:14:27 +0000 https://www.cislpiemonte.it/?p=13690 Furlan: “Passo il testimone in mani sicure; “Sbarra: “Grazie Annamaria, lasci un sindacato ‘del fare’, riformatore, rinnovato ma radicato nei valori che ne hanno ispirato la nascita e l’azione”; Ferraris: “Sbarra l’uomo giusto per guidare la nostra Confederazione” “Gigi è l’uomo giusto per guidare la nostra Confederazione in una fase di difficoltà ma anche di... Mostra articolo

L'articolo Luigi Sbarra è il nuovo Segretario generale della Cisl sembra essere il primo su Cisl Piemonte.

]]>
Furlan: “Passo il testimone in mani sicure; “Sbarra: “Grazie Annamaria, lasci un sindacato ‘del fare’, riformatore, rinnovato ma radicato nei valori che ne hanno ispirato la nascita e l’azione”; Ferraris: “Sbarra l’uomo giusto per guidare la nostra Confederazione”

“Gigi è l’uomo giusto per guidare la nostra Confederazione in una fase di difficoltà ma anche di possibile ricostruzione e rinascita.Tutta la Cisl piemontese sarà al suo fianco”: con queste parole, affidate a tweet sul profilo della Cisl Piemonte, il segretario regionale della Cisl, Alessio Ferraris, dà il benvenuto al nuovo segretario generale della Cisl Piemonte, eletto nel primo pomeriggio al Palazzo dei Congressi di Roma, con 168 voti su 173, dal Consiglio generale della Confederazione.

Giornata di grandi emozioni quella odierna per il popolo cislino. La giornata si è aperta con il saluto di Annamaria Furlan, che ha guidato la confederazione per sette anni. “Care amiche, cari amici, termina oggi questo tratto di strada lungo 7 anni vissuti insieme, Anni intensi, faticosi ma entusiasmanti, contraddistinti da un impegno continuo e su piu’ fronti. Non ci è dato di scegliere il tempo nel quale vivere, né i problemi con i quali misurarci; possiamo solo decidere quale strada percorrere. Ed io l’ho percorsa con voi con gioia”. Così la Segretaria generale della Cisl, Annamaria Furlan al Consiglio generale Cisl oggi a Roma al Palazzo dei Congressi, per la nomina del suo successore Luigi Sbarra (VIDEO) In apertura dei lavori il ricordo in un VIDEO dell’ex segretario generale Franco Marini, scomparso il 9 febbraio scorso, con immagini di una vita trascorsa nella Cisl, accanto ai lavoratori, nel segno della contrattazione, una scheda biografica curata da Aldo Carera, presidente della Fondazione Pastore.  A testimonianza del legame indissolubile tra la Cisl e Franco Marini la consegna di una targa al figlio Davide e al fratello Sandro da parte di Annamaria Furlan e Luigi Sbarra, quale ringraziamento per quanto ha dato e continua a dare al sindacato. 

“Tanti di questi sindacalisti e sindacaliste sono frutto dell’insegnamento di Franco Marini che ci ha seguito passo passo nell’organizzazione della delegazione. Il popolo della Cisl si riconosce in Franco” ha detto Furlan. “Non ci ha mai perso di vista in un grande rispetto del ruolo e dell’autonomia. Trovava il modo, nella riservatezza, di farsi sempre sentire la sua vicinanza, amicizia e affetto. Ci legava un grande affetto e una grande amicizia”. “Ho avuto anche tante soddisfazioni in questi 7 anni, condivise con tutti voi. Ho visto la Cisl crescere in consenso e rinnovi RSU, nel pubblico e nel privato, delegate e delegati consapevoli della forza della loro militanza al servizio della Cisl”. Ha proseguito Furlan ricordando le battaglie sindacali condotte durante il suo mandato alla guida della confederazione e gli eventi tragici che in questi anni hanno colpito l’Italia e il mondo, dai terremoti agli attacchi terroristici in alcune capitali europee ma anche la crisi dell’economia e ora la pandemia che ha sconvolto il mondo: ”Il 2020 ci ha cambiato, ci ha cambiato per sempre. I carri di Bergamo resteranno con noi tutta la vita” ha detto. Ha poi sollecitato una “politica europea di accoglienza” dei tanti migranti che scappano dalle guerre e dalla miseria. Mutano le condizioni e gli strumenti ma non i valori che rimangono, che sono quelli scolpiti nel nostro statuto”. Nell’indicare poi Luigi Sbarra come suo successore ha tenuto a dire: “Conosco Gigi da tanti anni e ne ho sempre ammirato il coraggio, la serietà e l’umanità. Sarà un ottimo segretario e da tempo condividiamo la guida della Cisl, il lavoro, la persona, la solidarietà e la giustizia sociale sono e restano i nostri valori. Oggi corono il sogno di ogni segretario, passare il testimone in mani sicure. La più grande soddisfazione è quella di candidare ora Luigi Sbarra segretario generale della Cisl. Grazie Gigi per quello che farai per la nostra Cisl e il popolo del lavoro” ha concluso Annamaria Furlan.

“Grazie per la vostra fiducia. Per l’amicizia e l’affetto che mi state dimostrando. Grazie per l’immenso onore che mi fate. Mai avrei creduto, e nemmeno sognato, quando da giovane mi innamorai dell’attività sindacale, di poter essere eletto, un giorno”. È con queste parole che Luigi Sbarra, al termine delle votazioni che lo hanno eletto alla guida della confederazione di Via Po’ si è rivolto alla platea dei delegati. “Questi ultimi giorni sono stati di grande emozione per me. Ma anche di tristezza. Una tristezza condivisa con tutti voi, per non avere qui, oggi un grande uomo che ha fatto tanto per la Cisl, per il sindacalismo italiano, per il Paese” ha aggiunto ricordando la figura di Franco Marini. “La sua scomparsa lascia un vuoto incolmabile. Se ne è andato un amico, un padre nobile, un grande orgoglio per la nostra Organizzazione, e una vera Riserva dello Stato. Un uomo che ha reso più forte la democrazia italiana, dedicando l’intera vita alla difesa dei lavoratori, ai più deboli, alla costruzione del bene comune. Un mediatore infaticabile, di lui mancherà tutto. L’apparente bruschezza dei modi, che nascondeva un carattere dolce, umile, umano”. Ci mancherà, Franco. Ma continueremo a farlo vivere ogni giorno, con il nostro lavoro, sperando di esserne all’altezza” ha sottolineato Sbarra confessando che mai avrebbe immaginato “di poter raccogliere il testimone di grandi “costruttori di futuro” come lui, come Giulio Pastore, Bruno Storti, Pierre Carniti, Sergio d’Antoni… come te, Annamaria. A te va il senso più profondo della mia gratitudine”.

“Grazie soprattutto per aver permesso alla Cisl, con la tua guida, di arrivare dove è oggi. Un grande sindacato associazione, con i piedi ben piantati nel terreno dell’autonomia e della contrattazione. Un sindacato “del fare”, riformatore, rinnovato, ma radicato fortemente nei valori che ne hanno ispirato la nascita e l’azione” ha proseguito rivolgendosi ancora alla segretaria uscente. “Ci hai davvero portati dentro il nuovo secolo, Annamaria. Per di più sei riuscita a farlo in tempi eccezionali e drammatici. Sulle macerie di una crisi di sistema che nel 2011 aveva fatto tremare le fondamenta del Paese, rendendo visibili i punti deboli del nostro paradigma di crescita e dell’incompleto processo di unificazione comunitaria. Da convinta europeista hai promosso le ragioni di una Unione più democratica, coesa, vicina ai cittadini. Un’Europa dei popoli e del lavoro, una federazione che parlasse con voce unica, autorevole, solidale alle esigenze reali delle persone. Sei riuscita, siamo riusciti, a raggiungere approdi sicuri muovendoci tra le insidie di modelli culturali d’assalto, sventolanti l’insegna falsamente moderna di una illusoria disintermediazione. Non era facile e non era scontato smontare la logica assurda e sbagliata dell’uomo solo al comando, con corpi intermedi isolati, messi all’angolo, marginalizzati nel ruolo e nella legittima funzione di rappresentanza degli interessi dei lavoratori e dei pensionati in questo Paese. e parlasse con voce unica, autorevole, solidale alle esigenze reali delle persone”. (…)Ecco, se noi abbiamo superato tante insidie e siamo andati così avanti, in questi anni, è perché tu sei stata, per lo straordinario equipaggio di militanti, di delegati, di quadri e dirigenti che formano la comunità della Cisl, timone e vela ineguagliabili. Perché sei stata, e sei, uno speciale insieme di ragione e di passione. Di intelligenza e di cuore. Il cuore grande di una donna coerente, coraggiosa e lungimirante. Doti che ti hanno permesso di individuare la rotta giusta e di indicarla a tutti noi. Ti abbiamo seguito, tutta la Cisl ti ha seguito” – ha concluso il neosegretario. (Ufficio Stampa Cisl nazionale)

L'articolo Luigi Sbarra è il nuovo Segretario generale della Cisl sembra essere il primo su Cisl Piemonte.

]]>
Regione, Banca Sella e Cgil Cisl Uil rinnovano l’accordo per l’anticipo della cassa integrazione ai lavoratori delle aziende piemontesi https://www.cislpiemonte.it/anticipo-cassa-integrazione-in-piemonte/ Tue, 23 Feb 2021 18:27:06 +0000 https://www.cislpiemonte.it/?p=13678 Regione Piemonte, Banca Sella e Cgil – Cisl – Uil hanno rinnovato l’accordo per l’anticipo delle indennità di cassa integrazione straordinaria ai lavoratori delle aziende piemontesi in difficoltà residenti nella regione. Il provvedimento sarà valido fino al 31 dicembre 2021 e non comporterà alcun costo per i lavoratori che ne beneficeranno. Grazie all’accordo, tutti i... Mostra articolo

L'articolo Regione, Banca Sella e Cgil Cisl Uil rinnovano l’accordo per l’anticipo della cassa integrazione ai lavoratori delle aziende piemontesi sembra essere il primo su Cisl Piemonte.

]]>
Regione Piemonte, Banca Sella e Cgil – Cisl – Uil hanno rinnovato l’accordo per l’anticipo delle indennità di cassa integrazione straordinaria ai lavoratori delle aziende piemontesi in difficoltà residenti nella regione. Il provvedimento sarà valido fino al 31 dicembre 2021 e non comporterà alcun costo per i lavoratori che ne beneficeranno. Grazie all’accordo, tutti i dipendenti di imprese per le quali è stata richiesta la concessione del trattamento per ristrutturazione, riorganizzazione, crisi aziendale, cessazione di attività produttiva, contratto di solidarietà, anche nei periodi di fruizione del Fondo di integrazione salariale, potranno richiedere l’anticipo della cassa integrazione in tutte le filiali piemontesi di Banca Sella. L’accordo garantisce ai lavoratori una copertura economica nel corso dei mesi che l’Inps potrebbe impiegare per corrispondere le indennità di cassa integrazione, nei casi in cui l’impresa non sia in grado di provvedere direttamente. Banca Sella, infatti, provvederà a un anticipo mensile del trattamento spettante, per un periodo massimo di sette mesi e con un tetto massimo complessivo di 6.500 euro, senza alcun interesse o spesa aggiuntiva.

“Un atto concreto – dichiara Elena Chiorino assessore regionale all’Istruzione, Lavoro, Formazione professionale, Diritto allo Studio universitario – che rappresenta il rinnovo di una buona notizia per tutti coloro che attendono il pagamento della cassa integrazione. Viviamo un’emergenza che continua a mettere in ginocchio non solo le nostre imprese, ma anche le famiglie. Ringrazio Banca Sella, banca del territorio, che ha dimostrato ancora una volta grande attenzione al Piemonte, ai suoi lavoratori ed alle loro famiglie in difficoltà.” “Il rinnovo di questo accordo con la Regione Piemonte e le organizzazioni sindacali – afferma Massimo Vigo, amministratore delegato di Banca Sella – è molto importante perché rappresenta un ulteriore strumento di supporto alle imprese e alle famiglie del nostro territorio. Il rinnovo, inoltre, avviene in un momento particolarmente complesso come quello che stiamo attraversando a causa della diffusione della pandemia e delle conseguenze che essa sta avendo sul tessuto economico-produttivo, e si va ad aggiungere alle altre iniziative che Banca Sella ha messo in campo in questi mesi”.

“Il rinnovo dell’accordo con Banca Sella – dichiarano Claudio Stacchini, Giovanni Baratta, Teresa Cianciotta delle Segreterie Regionali di Cgil – Cisl – Uil – deve rappresentare un esempio e uno stimolo per il settore del credito, di vicinanza ai lavoratori e alle loro famiglie per superare questa difficile fase”. La Regione Piemonte, che ha promosso e coordina l’iniziativa, si farà carico del pagamento degli interessi correlati all’apertura del conto corrente sul quale sarà versato l’anticipo della cassa integrazione. Cgil – Cisl – Uil supporteranno i richiedenti offrendo loro assistenza per la richiesta dell’anticipo.

 

 

 

Torino, 22 febbraio 2021                                                                                                  UFFICI STAMPA

L'articolo Regione, Banca Sella e Cgil Cisl Uil rinnovano l’accordo per l’anticipo della cassa integrazione ai lavoratori delle aziende piemontesi sembra essere il primo su Cisl Piemonte.

]]>
La protesta dei lavoratori dello Spettacolo e della Cultura a Torino nel servizio del Tgr Piemonte https://www.cislpiemonte.it/la-protesta-dei-lavoratori-dello-spettacolo-della-cultura-torino-nel-servizio-del-tgr-piemonte/ Tue, 23 Feb 2021 15:48:53 +0000 https://www.cislpiemonte.it/?p=13673 La protesta dei lavoratori dello Spettacolo e della Cultura a Torino nel servizio del Tgr Piemonte con la dichiarazione della segretaria regionale della Fistel Cisl, Anna De Bella. In allegato il documento nazionale della protesta.  

L'articolo La protesta dei lavoratori dello Spettacolo e della Cultura a Torino nel servizio del Tgr Piemonte sembra essere il primo su Cisl Piemonte.

]]>
La protesta dei lavoratori dello Spettacolo e della Cultura a Torino nel servizio del Tgr Piemonte con la dichiarazione della segretaria regionale della Fistel Cisl, Anna De Bella.

In allegato il documento nazionale della protesta.

 

L'articolo La protesta dei lavoratori dello Spettacolo e della Cultura a Torino nel servizio del Tgr Piemonte sembra essere il primo su Cisl Piemonte.

]]>
Scuola Piemonte: in arrivo stipendi personale Covid https://www.cislpiemonte.it/scuola-stipendi-personale-covid/ Fri, 19 Feb 2021 20:15:09 +0000 https://www.cislpiemonte.it/?p=13662 Arrivano gli arretrati, forse il 25 febbraio gli stipendi. Dopo appelli, presidi, ingiunzioni, testimonianze con l’intervento continuo e unitario in Piemonte e nel Paese, finalmente giunge notizia che il Ministero dell’Istruzione, congiuntamente al Ministero dell’Economia e delle Finanze provvede, dopo mesi di inadempienza, a saldare le mensilità arretrate alle lavoratrici e ai lavoratori precari assunti con contratti COVID. Chiediamo... Mostra articolo

L'articolo Scuola Piemonte: in arrivo stipendi personale Covid sembra essere il primo su Cisl Piemonte.

]]>
Arrivano gli arretrati, forse il 25 febbraio gli stipendi. Dopo appelli, presidi, ingiunzioni, testimonianze con l’intervento continuo e unitario in Piemonte e nel Paese, finalmente giunge notizia che il Ministero dell’Istruzione, congiuntamente al Ministero dell’Economia e delle Finanze provvede, dopo mesi di inadempienza, a saldare le mensilità arretrate alle lavoratrici e ai lavoratori precari assunti con contratti COVID. Chiediamo prima di tutto che lo stipendio venga dato, nel più breve tempo possibile, a tutti i lavoratori che ancora oggi non l’hanno ricevuto. Chiediamo che gli arretrati dovuti siano esigibili in tutta la Regione in tempi ravvicinati e certi, e soprattutto che si provveda a regolare l’emissione della retribuzione con cadenza mensile e stabile.

Chiediamo anche che si risolvano le questioni che rendono i salari emessi inferiori alle retribuzioni mensili correnti: risulterebbero infatti applicate aliquote elevate di tassazione, recuperabili solo il prossimo anno attraverso le dichiarazioni dei redditi.I Segretari Regionali di Flc Cgil, Cisl Scuola, Uil Scuola Luisa Limone, Maria Grazia Penna e Diego Meli dichiarano: “La nostra azione regionale e territoriale di pressione e controllo non si ferma. Troppe volte agli annunci non sono seguiti i fatti.”

Flc Cgil-Cisl Scuola-Uil Scuola Piemonte

L'articolo Scuola Piemonte: in arrivo stipendi personale Covid sembra essere il primo su Cisl Piemonte.

]]>
Incidente viadotto Torino-Savona, De Luca (Filca Piemonte): “La formazione centrale per la sicurezza” https://www.cislpiemonte.it/formazione-centrale-per-la-sicurezza/ Fri, 19 Feb 2021 20:02:44 +0000 https://www.cislpiemonte.it/?p=13657 “I due lavoratori precipitati per 20 metri da un ponteggio esterno sull’autostrada Torino-Savona erano in sicurezza? Hanno ricevuto la formazione adeguata, prevista dal contratto nazionale dell’edilizia? Adesso sono ricoverati in gravissime condizioni, ci siamo già attivati per ricavare ogni informazione utile a ricostruire la dinamica di questa che poteva trasformarsi in una vera tragedia”. Lo... Mostra articolo

L'articolo Incidente viadotto Torino-Savona, De Luca (Filca Piemonte): “La formazione centrale per la sicurezza” sembra essere il primo su Cisl Piemonte.

]]>
“I due lavoratori precipitati per 20 metri da un ponteggio esterno sull’autostrada Torino-Savona erano in sicurezza? Hanno ricevuto la formazione adeguata, prevista dal contratto nazionale dell’edilizia? Adesso sono ricoverati in gravissime condizioni, ci siamo già attivati per ricavare ogni informazione utile a ricostruire la dinamica di questa che poteva trasformarsi in una vera tragedia”. Lo dichiara Ottavio De Luca, responsabile della Filca-Cisl Piemonte, commentando il gravissimo incidente sul lavoro avvenuto nei pressi di Mondovì. “L’incidente di ieri – dichiara De Luca – dimostra che gli infortuni gravi nei cantieri stradali sono in aumento. I due operai stavano rifacendo i solai e il guard-rail di un viadotto a 20 metri dal suolo, un lavoro delicato che richiede adeguate qualifiche, esperienze e formazione sulla sicurezza da parte dell’impresa. La prima cosa che abbiamo fatto è dare la nostra piena disponibilità nel verificare che siano state adottate tutte le misure di sicurezza, e se l’impresa ha davvero garantito la formazione dovuta ai lavoratori e ai rappresentanti alla sicurezza. Inoltre bisogna appurare se la formazione è stata effettuata, come prevede la legge, presso una Scuola Edile, specifica per i rischi del settore e adeguata alle mansioni di lavoro delicato sui viadotti, oppure presso altre agenzie private che fanno corsi molto più generici, per formare barman e parrucchieri, ad esempio”.

“Adesso – prosegue De Luca – restiamo al fianco dei lavoratori, impegnandoci a tutelarli e a mettere in pratica tutte le azioni atte a evitare che si ripeta un episodio così grave. I lavoratori coinvolti sono due giovani immigrati africani, dei quali stiamo appurando la qualifica; rischiano gravi menomazioni permanenti, se riusciranno a  sopravvivere alla caduta. L’impresa di costruzioni, della provincia di Salerno, eseguiva lavori direttamente per l’Autostrada dei Fiori. Riponiamo massima fiducia nella magistratura e negli organi competenti per fare luce in maniera celere sulla dinamica e sulle cause di questo ennesimo, gravissimo infortunio. Vorrei ricordare che il sindacato è impegnato quotidianamente per indurre le imprese a redigere i piani di sicurezza e di coordinamento delle varie squadre impegnate nei cantieri. Inoltre le aziende che assicurano una completa formazione dei neo assunti presso le Scuole Edili ricevono incentivi pari a 600 euro dalle Casse Edili. È davvero inspiegabile – conclude il responsabile della Filca Piemonte – come molte aziende, ancora oggi, preferiscono rinunciare a questi obblighi e agli incentivi previsti, per affidarsi a generici e discutibili consulenti”.

L'articolo Incidente viadotto Torino-Savona, De Luca (Filca Piemonte): “La formazione centrale per la sicurezza” sembra essere il primo su Cisl Piemonte.

]]>
I palloni della Mondo di Alba verso la Spagna https://www.cislpiemonte.it/palloni-mondo-verso-spagna/ Fri, 19 Feb 2021 07:53:25 +0000 https://www.cislpiemonte.it/?p=13643 L’azienda di Gallo Grinzane ha deciso di trasferire la produzione nel Paese iberico lasciando a casa 45 lavoratori stagionali     Non è un buon momento per l’industria albese. Dopo le chiusure, prima della stamperia e poi della Divisione Tessuti, della Miroglio, avvenute entrambe nella seconda parte del 2020 e che hanno lasciato senza lavoro circa 230... Mostra articolo

L'articolo I palloni della Mondo di Alba verso la Spagna sembra essere il primo su Cisl Piemonte.

]]>
L’azienda di Gallo Grinzane ha deciso di trasferire la produzione nel Paese iberico lasciando a casa 45 lavoratori stagionali    

Non è un buon momento per l’industria albese. Dopo le chiusure, prima della stamperia e poi della Divisione Tessuti, della Miroglio, avvenute entrambe nella seconda parte del 2020 e che hanno lasciato senza lavoro circa 230 persone, la crisi, provocata anche dal Covid, bussa ora alla porta della Mondo di Gallo Grinzane. L’azienda, specializzata in pavimentazioni sportive e in giocattoli, fornitrice ufficiale delle Olimpiadi, ha annunciato il trasferimento dell’intera produzione dei palloni in Spagna, nell’impianto di una società controllata. “Nel 2020 – ha spiegato il vicepresidente del gruppo Mondo, Federico Stroppiana – il Coronavirus ha picchiato duro sulla divisone giocattoli, causando un calo del 50 per cento della produzione. Le previsioni per il 2021 restano negative e la restrizione di mercato ci costringe a trasferire la produzione in Spagna, dove verranno prodotti i palloni per l’Italia e la Francia. Se ci sarà una inversione di tendenza, saremo pronti a riconsiderare la scelta, riportando la produzione in Italia”.

Una possibilità che i sindacati considerano assai remota, anche perché come ha spiegato la stessa azienda: “il pallone è una categoria di prodotto in calo ormai da anni”. Quello che colpisce è che la Mondo, nata ad Alba nel 1948, subito dopo la guerra, ha iniziato la sua attività proprio producendo palloni. “Chi non si ricorda – spiega Angelo Vero, operatore Femca – il Super Santos, nato nel 1962, il Super Tele del 1972 e il Tango del 1978? Palloni che hanno caratterizzato il mondo del calcio e accompagnato la nostra infanzia e adolescenza. Purtroppo, un altro pezzo di storia se ne va insieme a quella della Miroglio, aziende che hanno segnato profondamente il nostro territorio”. A pagare il prezzo più alto di questa scelta aziendale sono i 45 lavoratori stagionali a cui non è stato rinnovato l’abituale contratto che va da gennaio a giugno di ogni anno. Molti di loro lavorano con contratti a termine da decenni come Fiorella Dirutigliano, da 32 anni stagionale alla Mondo. “Mai avrei pensato – dice sconvolta la lavoratrice – di ritrovarmi in questa situazione. Il lavoro era assicurato da gennaio a giugno ed era una certezza”. A vivere la sua stessa situazione e disagio sono in tanti. La preoccupazione è forte anche tra i 39 dipendenti del settore “giocattolo” che vedono il loro futuro sempre più a rischio. Oltre ai palloni, il settore Toys della Mondo di Grallo Grinzane produce giochi per la spiaggia, oltre a commercializzare giocattoli in generale.

La risposta dei sindacati non si è fatta attendere. Il 12 febbraio Filcams-Cgil, Femca Cisl, Uiltec Uil hanno proclamato 8 ore di sciopero in tutto il Gruppo, con presidio davanti i cancelli dello stabilimento albese. “Siamo molto preoccupati – spiegano i segretari generali di Femca Cisl e Cisl Cuneo, Aldo Pellegrino ed Enrico Solavagione – per il futuro di questi lavoratori, e in modo particolare di quelli stagionali, che al momento restano senza occupazione e senza una fonte di reddito. Per il settore e per il territorio albese è un altro brutto colpo. Confidiamo nell’intervento del Mise e del nuovo governo a tutela di queste persone, vista anche l’emergenza economica in atto”. La vertenza Mondo è approdata in questi giorni al Ministero per lo Sviluppo Economico e va ad aggiungersi ai circa 170 dossier aperti proprio sulle crisi aziendali. (Da Conquiste del Lavoro del 19 febbraio 2021) 

Rocco Zagaria  

L'articolo I palloni della Mondo di Alba verso la Spagna sembra essere il primo su Cisl Piemonte.

]]>
Cambio al vertice Cisl, Furlan: “A Marzo lascerò a Sbarra la guida della Confederazione” https://www.cislpiemonte.it/cambio-al-vertice-cisl-con-sbarra/ Wed, 17 Feb 2021 11:28:24 +0000 https://www.cislpiemonte.it/?p=13629 “Avevo già affermato nei mesi scorsi con molta chiarezza e serenità che non mi sarei candidata al congresso confederale della Cisl, il cui iter inizierà nei prossimi mesi nei luoghi di lavoro e nei territori, in modo da consentire il ricambio del gruppo dirigente della nostra organizzazione ed un nuovo percorso che deve nascere nella... Mostra articolo

L'articolo Cambio al vertice Cisl, Furlan: “A Marzo lascerò a Sbarra la guida della Confederazione” sembra essere il primo su Cisl Piemonte.

]]>
“Avevo già affermato nei mesi scorsi con molta chiarezza e serenità che non mi sarei candidata al congresso confederale della Cisl, il cui iter inizierà nei prossimi mesi nei luoghi di lavoro e nei territori, in modo da consentire il ricambio del gruppo dirigente della nostra organizzazione ed un nuovo percorso che deve nascere nella massima unità e con la conferma dei valori di riformismo, rinnovamento e trasparenza, che hanno caratterizzato questi ultimi sette anni. I tempi sono maturi”. Lo ha affermato la Segretaria Generale della Cisl, Annamaria Furlan, nel corso delle sue conclusioni al Comitato Esecutivo della Cisl che si e’ svolto oggi in teleconferenza.

“Nei prossimi giorni avvierò come previsto le consultazioni con tutti i segretari delle categorie, delle regioni e degli enti della Cisl, dove proporrò, come tutti sanno da tempo, il nome di Luigi Sbarra, attuale segretario generale aggiunto, come mio successore alla guida della Cisl. La nostra intenzione è quella di organizzare già nel mese di marzo, il prossimo Consiglio Generale della Cisl per l’elezione del nuovo Segretario Generale e della Segreteria Confederale nel pieno rispetto delle nome di sicurezza anti Covid” – ha concluso la leader della Cisl.

L'articolo Cambio al vertice Cisl, Furlan: “A Marzo lascerò a Sbarra la guida della Confederazione” sembra essere il primo su Cisl Piemonte.

]]>
La Fit Cisl apre le porte ai rider https://www.cislpiemonte.it/la-fit-cisl-apre-le-porte-ai-rider/ Fri, 12 Feb 2021 16:27:54 +0000 https://www.cislpiemonte.it/?p=13619 Martedì 16 febbraio 2021, dalle 9.30 alle 18, l’open day formativo per i rider nella sede Cisl di via Campana 20, a Torino Nell’ambito dell’iniziativa nazionale promossa dal sindacato dei Trasporti Cisl, la Fit-Cisl Piemonte apre, martedì 16 febbraio, le porte della sua sede regionale di Via Campana 20, a Torino, ai rider per informarli... Mostra articolo

L'articolo La Fit Cisl apre le porte ai rider sembra essere il primo su Cisl Piemonte.

]]>
Martedì 16 febbraio 2021, dalle 9.30 alle 18, l’open day formativo per i rider nella sede Cisl di via Campana 20, a Torino

Nell’ambito dell’iniziativa nazionale promossa dal sindacato dei Trasporti Cisl, la Fit-Cisl Piemonte apre, martedì 16 febbraio, le porte della sua sede regionale di Via Campana 20, a Torino, ai rider per informarli su diritti e compensi. Questi lavoratori potranno recarsi – previo appuntamento, nel rispetto delle norme anticovid, nella sede Cisl, dalle ore 9.30 alle ore 18.00, per conoscere i contenuti del Contratto sulla Logistica, Trasporto Merci e Spedizione che si applica nel loro caso e le norme sulla sicurezza. In questo modo, I rider potranno verificare se il trattamento economico ricevuto è adeguato al lavoro che svolgono. Con la pandemia, i rider sono diventati il simbolo del lavoro precario e pericoloso, ma indispensabile per la società di oggi. La loro attività è aumentata molto e con essa anche i rischi e gli incidenti stradali di cui sono spesso vittime.

“Da anni la nostra federazione dei Trasporti – spiega il segretario generale della Fit Cisl Piemonte, Claudio Furfaro – è impegnata in prima linea accanto a questi lavoratori, abbandonati al loro destino e legati a una piattaforma che li governa tramite un algoritmo di cui ignorano il funzionamento. Già nel rinnovo del Ccnl, 2017-2020 abbiamo previsto un capitolo apposta per loro, senza contare le trattative che abbiamo avviato con le singole aziende. Il nostro lavoro, però, da solo non basta. Vogliamo rendere i rider più consapevoli dei loro diritti, in modo da contribuire fattivamente allo sviluppo ordinato del settore. Per questa ragione, dedichiamo loro un open day, che sarà il primo di una serie di iniziative”.

In allegato locandina dell’evento

 

L'articolo La Fit Cisl apre le porte ai rider sembra essere il primo su Cisl Piemonte.

]]>
Vaccinazione nelle aziende, Cisl Torino-Piemonte:” No a facili annunci, ma rispetto regole e seri piani di fattibilità” https://www.cislpiemonte.it/vaccinazione-aziende/ Thu, 11 Feb 2021 17:21:25 +0000 https://www.cislpiemonte.it/?p=13615 La richiesta inviata dal Presidente della Regione, Alberto Cirio, al presidente incaricato Mario Draghi sulla possibilità di vaccinare direttamente i dipendenti delle aziende piemontesi, dopo averne definito le linee guida con tutti i presidenti delle Camere di Commercio, ci lascia francamente perplessi. Pur comprendendo lo spirito e la finalità dell’iniziativa del presidente della Giunta regionale... Mostra articolo

L'articolo Vaccinazione nelle aziende, Cisl Torino-Piemonte:” No a facili annunci, ma rispetto regole e seri piani di fattibilità” sembra essere il primo su Cisl Piemonte.

]]>
La richiesta inviata dal Presidente della Regione, Alberto Cirio, al presidente incaricato Mario Draghi sulla possibilità di vaccinare direttamente i dipendenti delle aziende piemontesi, dopo averne definito le linee guida con tutti i presidenti delle Camere di Commercio, ci lascia francamente perplessi. Pur comprendendo lo spirito e la finalità dell’iniziativa del presidente della Giunta regionale che vanno nella direzione di velocizzare e ad aumentare la vaccinazione sul nostro territorio, ci preme sottolineare alcuni aspetti. Intanto, occorre ricordare che l’acquisto di vaccini sul mercato internazionale e la loro distribuzione agli Stati membri è di competenza della Commissione Europea e la regia a livello nazionale, e quindi il rapporto con le regioni, spetta al governo centrale. Non è chiaro quindi con quali modalità e soprattutto in ottemperanza a quali disposizioni di legge e sicurezza si vorrebbe procedere con questa iniziativa.

Vincere la pandemia e completare al più presto la campagna vaccinale, anche all’interno dei posti di lavoro, è una priorità di tutto il Paese, come ha ricordato lo stesso Presidente della Repubblica Sergio Mattarella, conferendo a Mario Draghi l’incarico di formare al più presto un nuovo governo. Prima di facili annunci, che vanno ad aggiungersi, in queste ore, a quelli di qualche altro presidente di regione, sarebbe opportuno verificare i piani di fattibilità e il rispetto della normativa vigente, coinvolgendo nel confronto tutte le forze sociali che hanno il compito e il dovere di rappresentare il mondo del lavoro.

 

 

L'articolo Vaccinazione nelle aziende, Cisl Torino-Piemonte:” No a facili annunci, ma rispetto regole e seri piani di fattibilità” sembra essere il primo su Cisl Piemonte.

]]>
Scuola, lettera aperta dei sindacati a Regione e Usr sulla sicurezza nelle scuole piemontesi https://www.cislpiemonte.it/scuola-lettera-sindacati/ Thu, 11 Feb 2021 12:42:04 +0000 https://www.cislpiemonte.it/?p=13606 Sindacati: Servono misure urgenti per la tutela della salute delle persone nelle scuole Al Presidente della Regione Piemonte Dottor Cirio All’Assessore all’Istruzione della Regione Piemonte Dottoressa Chiorino Al Direttore Regionale USR Piemonte Dottor Manca   Le organizzazioni sindacali FLC CGIL, CISL SCUOLA, UIL SCUOLA, SNALS-CONFSAL, FGU GILDA UNAMS, ANIEF, ANP, DIRIGENTISCUOLA Di. S. Conf. REGIONALI... Mostra articolo

L'articolo Scuola, lettera aperta dei sindacati a Regione e Usr sulla sicurezza nelle scuole piemontesi sembra essere il primo su Cisl Piemonte.

]]>
Sindacati: Servono misure urgenti per la tutela della salute delle persone nelle scuole

Al Presidente della Regione Piemonte
Dottor Cirio
All’Assessore all’Istruzione della Regione Piemonte
Dottoressa Chiorino Al Direttore Regionale USR Piemonte
Dottor Manca

 

Le organizzazioni sindacali FLC CGIL, CISL SCUOLA, UIL SCUOLA, SNALS-CONFSAL, FGU GILDA UNAMS, ANIEF, ANP, DIRIGENTISCUOLA Di. S. Conf. REGIONALI del Piemonte, riunite per valutare un’azione congiunta per la tutela della salute e della sicurezza nelle scuole e per la riuscita del progetto “Scuola sicura”, ritengono necessario:
1) Che si provveda ad una migliore, puntuale e capillare comunicazione riguardo al progetto a cura della Regione e dell’Ufficio Scolastico Regionale, anche tramite conferenze di servizio, con invito ai Dirigenti Scolastici a mettere in campo opportune iniziative di sensibilizzazione.
2) Che vengano rafforzati tutti i provvedimenti e i passaggi organizzativi che rendano il progetto accessibile (mappa e implementazione degli hot spot, anche presso le scuole, ampliamento delle fasce orarie, prenotazione diretta da parte degli interessati, facilitazioni al personale della scuola attraverso permessi dedicati).
3) L’ampliamento del contact tracing con l’attuazione dello screening a cura dei SISP non solo nelle classi seconde e terze della scuola secondaria di primo grado, ma in tutte le classi in cui si rilevano casi di positività, per evitare che gli studenti restino a casa più del necessario. Questo con particolare riferimento alle scuole secondarie di secondo grado, vista la maggiore incidenza dei contagi in quella fascia d’età degli studenti.
4) La comunicazione e la diffusione tempestive, ad intervalli regolari e pianificati, (ogni 15 giorni) dei dati raccolti nei diversi monitoraggi (contagi tra il personale, tra gli allievi, quantità e tipologia dei tamponi rilevati) al fine di valutare eventuali proposte ed azioni.

5) Il rafforzamento delle dotazioni per le protezioni individuali e collettive (mascherine FFP2), a partire dai docenti della scuola dell’infanzia e dai docenti di sostegno delle scuole di ogni ordine e grado, con spesa a carico della regione.
6) L’attenzione e la considerazione delle singole specificità evidenziate dalle Autonomie Scolastiche.
7) L’attenzione al trasporto scolastico e al suo ulteriore potenziamento nonché l’istituzione di steward sui mezzi di trasporto, il controllo alle fermate per evitare assembramenti, l’istituzione di presidi sanitari presso le scuole e la valorizzazione delle iniziative del mondo del volontariato.
Sulla campagna vaccinale del personale della scuola, di cui ci è stato annunciato l’avvio delle preadesioni al 15 febbraio, chiedono la massima trasparenza e chiarezza sul tipo di vaccini, sugli studi di efficacia, sulle fasce d’età e sui modi e tempi di attuazione e di ricevere un’informativa preventiva.
Riconoscendo il valore di ogni azione a tutela della salute e sicurezza, i responsabili regionali delle OO.SS. esprimono il sostegno al progetto “Scuola sicura” aderendo anche in prima persona alla campagna di screening.
Torino, 11/2/21

 

FLC CGIL PIEMONTE: Luisa Limone Segretaria Generale – Antonio Balestra Coordinatore Area V CISL SCUOLA PIEMONTE: M. Grazia Penna Segretaria Generale – Enzo Salcone Coordinatore Area V UIL SCUOLA PIEMONTE: Diego Meli Segretario Generale – Paola De Faveri Coordinatrice Area V SNALS PIEMONTE: Giovanni Pace Segretario Generale – Roberta Martino Coordinatrice Area V FGU GILDA UNAMS PIEMONTE: Piero Capello Coordinatore Regionale
ANIEF PIEMONTE: Marco Giordano – Presidente Regionale
ANP PIEMONTE: Mario Perrini – Presidente Regionale
DIRIGENTISCUOLA Di. S. Conf. PIEMONTE: Rita Guadagni – Presidente Regionale

L'articolo Scuola, lettera aperta dei sindacati a Regione e Usr sulla sicurezza nelle scuole piemontesi sembra essere il primo su Cisl Piemonte.

]]>
Ciao Franco https://www.cislpiemonte.it/ciao-franco/ Thu, 11 Feb 2021 09:38:39 +0000 https://www.cislpiemonte.it/?p=13604 Il video della Fnp Cisl in ricordo di Franco Marini, ex segretario generale Cisl, ex presidente del Senato, uomo delle istituzioni ed esponente di spicco prima del Partito popolare e poi del Pd, scomparso il 9 febbraio scorso a Roma, all’età di 87 anni, per complicanze dovute al Covid.

L'articolo Ciao Franco sembra essere il primo su Cisl Piemonte.

]]>
Il video della Fnp Cisl in ricordo di Franco Marini, ex segretario generale Cisl, ex presidente del Senato, uomo delle istituzioni ed esponente di spicco prima del Partito popolare e poi del Pd, scomparso il 9 febbraio scorso a Roma, all’età di 87 anni, per complicanze dovute al Covid.

L'articolo Ciao Franco sembra essere il primo su Cisl Piemonte.

]]>
Il presidio dei navigator a Torino nel servizio del Tgr Piemonte https://www.cislpiemonte.it/presidio-dei-navigator-torino-nel-servizio-del-tgr-piemonte/ Tue, 09 Feb 2021 19:38:09 +0000 https://www.cislpiemonte.it/?p=13601 Nel servizio del Tgr Piemonte (edizione delle 14) il presidio dei navigator piemontesi, promosso da Nidil Cgil, Felsa Cisl, Uiltemp Uil, che si è svolto oggi a Torino.

L'articolo Il presidio dei navigator a Torino nel servizio del Tgr Piemonte sembra essere il primo su Cisl Piemonte.

]]>
Nel servizio del Tgr Piemonte (edizione delle 14) il presidio dei navigator piemontesi, promosso da Nidil Cgil, Felsa Cisl, Uiltemp Uil, che si è svolto oggi a Torino.

L'articolo Il presidio dei navigator a Torino nel servizio del Tgr Piemonte sembra essere il primo su Cisl Piemonte.

]]>
Navigator in piazza a Torino per chiedere garanzie sul futuro https://www.cislpiemonte.it/navigator-in-piazza-a-torino/ Tue, 09 Feb 2021 13:27:18 +0000 https://www.cislpiemonte.it/?p=13596 La protesta dei 176 navigator piemontesi in piazza Castello a Torino: “Troviamo lavoro ma siamo abbandonati” Presidio questa mattina a Torino, organizzato dalle sigle sindacali Nidil-Cgil, Felsa-Cisl e Uiltemp-Uil Piemonte nell’ambito della mobilitazione nazionale dei tutor selezionati due anni fa dall’Agenzia Nazionale politiche attive del lavoro, l’Anpal. Davanti alla Prefettura in piazza Castello si sono... Mostra articolo

L'articolo Navigator in piazza a Torino per chiedere garanzie sul futuro sembra essere il primo su Cisl Piemonte.

]]>
La protesta dei 176 navigator piemontesi in piazza Castello a Torino: “Troviamo lavoro ma siamo abbandonati”

Presidio questa mattina a Torino, organizzato dalle sigle sindacali Nidil-Cgil, Felsa-Cisl e Uiltemp-Uil Piemonte nell’ambito della mobilitazione nazionale dei tutor selezionati due anni fa dall’Agenzia Nazionale politiche attive del lavoro, l’Anpal. Davanti alla Prefettura in piazza Castello si sono ritrovati i tutor che chiedono di “non essere abbandonati”, vista la forte incertezza sul loro ruolo. In Piemonte sono 176 i navigator in servizio di cui 90 in provincia di Torino e 50 nel capoluogo. “Noi non solo lavoriamo, ma troviamo lavoro agli altri”, dicono. “Siamo qui per sostenere una figura importante soprattutto in questo periodo storico – spiega Cristina Picchioldi, segretaria regionale di Felsa-Cisl – Serve la professionalità dei navigator per allinearci a livello europeo per quanto riguarda il mondo del lavoro”. “Nonostante l’emergenza sanitaria il 23-30% delle persone seguite hanno firmato un patto di lavoro – aggiunge Annamaria D’Angelo segretaria regionale di Uiltemp-Uil – segno che la figura funziona e sostiene le persone in difficoltà”. I navigator non si dichiarano preoccupati del nuovo governo: “Bisogna staccare la figura dal reddito di cittadinanza – evidenzia Lucia Santangelo segretaria regionale di Nidil-Cgil – e potenziare i centri di impiego, rafforzare i servizi pubblici al lavoro. Anpal non deve solo prorogare i contratti fino ad aprile 2022, ma questi lavoratori devono diventare un importante risorsa in un’ottica complessiva di riforma del lavoro”. Una delegazione è stata ricevuta dal prefetto Claudio Palomba. (ANSA).

L'articolo Navigator in piazza a Torino per chiedere garanzie sul futuro sembra essere il primo su Cisl Piemonte.

]]>
Addio a Franco Marini, uno di noi https://www.cislpiemonte.it/addio-franco-marini-uno/ Tue, 09 Feb 2021 08:32:07 +0000 https://www.cislpiemonte.it/?p=13589 Marini: Furlan (Cisl) – La sua scomparsa addolora profondamente la Cisl e tutti gli italiani  “La scomparsa di Franco Marini è una notizia che ci addolora profondamente. Marini è stato uno dei padri fondatori della Cisl, per tanti anni segretario generale della nostra organizzazione in tempi difficili per il nostro paese, caratterizzati dall’attacco del terrorismo... Mostra articolo

L'articolo Addio a Franco Marini, uno di noi sembra essere il primo su Cisl Piemonte.

]]>
Marini: Furlan (Cisl) – La sua scomparsa addolora profondamente la Cisl e tutti gli italiani

 “La scomparsa di Franco Marini è una notizia che ci addolora profondamente. Marini è stato uno dei padri fondatori della Cisl, per tanti anni segretario generale della nostra organizzazione in tempi difficili per il nostro paese, caratterizzati dall’attacco del terrorismo alle istituzioni. Franco Marini con il suo pragmatismo, la sua storia e cultura di cattolico popolare è stato un baluardo di democrazia, un riformista convinto, un sindacalista autorevole e saggio, sempre vicino ai lavoratori ed ai più deboli. E successivamente ha trasferito queste sue grandi doti umane e la sua sensibilità sociale alla politica e nei ruoli istituzionali come Presidente del Senato. È stato sempre per la Cisl un punto di riferimento  costante, oltre che un amico sincero ed affettuoso che ci è sempre stato vicino con la sua grande umanità e la sua grande personalità. Per questo non lo dimenticheremo mai. La sua scomparsa siamo convinti addolori non solo tutti gli iscritti della Cisl ma tutti gli italiani. Lascia una grande eredità morale, sociale e culturale. In questo momento di profondo dolore, siamo vicini al figlio, alla sua famiglia ed a quanti lo hanno amato ed accompagnato nel corso della sua lunga prestigiosa carriera sindacale e politica”. Lo dichiara in una nota la Segretaria generale della Cisl, Annamaria Furlan.

L'articolo Addio a Franco Marini, uno di noi sembra essere il primo su Cisl Piemonte.

]]>
Contratto metalmeccanici, c’è la firma! Camerano, Fim Piemonte: “112 euro di aumento e nuovo inquadramento professionale” https://www.cislpiemonte.it/contratto-metalmeccanici-ce-la-firma/ Mon, 08 Feb 2021 11:41:22 +0000 https://www.cislpiemonte.it/?p=13571 “Abbiamo operato al cuore del contratto nazionale”: questo il commento del segretario regionale della Fim Cisl, Tino Camerano che ha partecipato nei giorni scorsi, a Roma, al rush finale sul contratto dei metalmeccanici, firmato nella giornata di venerdì 5 febbraio. “La revisione completa del sistema di valutazione del lavoro degli addetti della categoria – spiega... Mostra articolo

L'articolo Contratto metalmeccanici, c’è la firma! Camerano, Fim Piemonte: “112 euro di aumento e nuovo inquadramento professionale” sembra essere il primo su Cisl Piemonte.

]]>
“Abbiamo operato al cuore del contratto nazionale”: questo il commento del segretario regionale della Fim Cisl, Tino Camerano che ha partecipato nei giorni scorsi, a Roma, al rush finale sul contratto dei metalmeccanici, firmato nella giornata di venerdì 5 febbraio. “La revisione completa del sistema di valutazione del lavoro degli addetti della categoria – spiega Camerano –  permette di vedere una gestione innovativa e partecipativa dei lavoratori metalmeccanici: un ‘cuore nuovo’ che rimette ordine e attualizza il sistema di classificazione, modernizzando e aggiornando i sistemi di valutazione della professionalità Tino Camerano su contratto metalmeccanicidei lavoratori. Il nuovo inquadramento professionale, fermo dal 1973, torna a occuparsi del valore del lavoro e della professionalità, guardando ai cambiamenti che stanno interessando il lavoro e la transizione tecnologica e la competenza dei lavoratori metalmeccanici in un difficilissimo contesto tra pandemia, crisi economica e sociale a cui si aggiunge oggi anche quella politica. Dopo 13 mesi di trattative ritengo il risultato ottenuto, importante e coraggioso, che permette di guardare con maggiore fiducia le sfide che ci troviamo ad affrontare nell’immediato futuro”.

Per il segretario generale della Cisl Piemonte Alessio Ferraris si tratta di “Una ottima notizia che arriva in un momento molto complicato per il Paese e che lascia ben sperare per il rinnovo di tutti gli altri contratti sia del settore privato sia di quello pubblico scaduti e che riguardano milioni di lavoratori. Alle federazioni dei metalmeccanici, che hanno saputo condurre con responsabilità e tenacia una trattativa difficile, va riconosciuto il merito di avere introdotto elementi innovativi e moderni che tutelano le retribuzioni e rafforzano le relazioni industriali, favorendo la partecipazione e la formazione dei lavoratori”.

Il rinnovo del contratto coinvolge 1.632.000 lavoratori, di cui 228.000 in Piemonte (150.000 solo a Torino). 

L’aumento salariale è di 112 euro medio in busta paga per un quinto livello, 100 euro per il terzo. Il contratto avrà vigenza a partire da gennaio 2021, fino al giugno 2024, con trance erogate nella seguente modalità: 2021, 25 euro, giugno 2022, 25 euro, giugno 2023 ,27 euro e giugno 2024, 35 euro. Ai 112 euro di aumento si sommano i 12 euro di IPCA sui minimi da giugno 2020 per effetto dell’ultrattività dovuta alla struttura del CCNL precedente. Non meno importanti i miglioramenti sugli aspetti normativi quali:

  • Attenzione ai giovani under 35, con una quota maggiore di contribuzione da parte aziendale sul Fondo COMETA;
  • Apprendistato: l’aggiornamento della progressione retributiva e professionale correlata alla riforma dell’inquadramento portandola all’85%, 90%, 95% della retribuzione del livello di inquadramento dei tre periodi di eguale durata già previsti.
  • Diritto alla formazione individuale:                                                                                                                                                                                ➡ si confermano le 24 ore triennali di diritto soggettivo della formazione, che ora saranno totalmente a carico delle aziende (si supera il precedente sistema che ne prevedeva 1/3 a carico del lavoratore), utilizzabili mediante l’elaborazione di progetti aziendali con il coinvolgimento della RSU ovvero aderendo a progetti territoriali o settoriali;

➡ dopo i primi 24 mesi il diritto sarà esigibile mediante iniziative formative concordate con la RSU;

➡ sarà possibile utilizzare le 24 ore oltre il limite temporale del triennio ma entro i 6 mesi successivi alla scadenza di questo;

➡ le ore non effettuate nel periodo 2016-2019 potranno essere utilizzate entro il 31 dicembre 2021;

➡ sarà garantito l’utilizzo delle ore di diritti soggettivo alla formazione per lavoratori al rientro da assenze dal lavoro di durata superiore 6 mesi o dalla maternità di almeno 5 mesi;

➡ viene esteso il diritto soggettivo alla formazione anche ai lavoratori a tempo determinato con un contratto di durata superiore ai 9 mesi;

➡ saranno individuate le aree tematiche interessate alla formazione considerate prioritarie e si produrranno esemplificazioni di percorsi formativi.

  • Viene rafforzata la tutela e l’azione nei luoghi di lavoro per le donne vittime di molestie e violenza

✔ congedo retribuito per le donne vittime di violenza passa da 3 a 6 mesi;

✔ rafforzamento dei diritti contrattuali per agevolare flessibilità dell’orario di lavoro, lavoro agile, part-time, trasferimento volontario di sede di lavoro, ferie solidali, formazione e diritto soggettivo;

  • Lavoro agile: nei prossimi mesi entro la data di stesura del CCNL, viene avviata una commissione a livello nazionale per la definizione di quadro normativo a partire dall’esercizio del “diritto alla disconnessione”, dei “diritti sindacali”, la tutela della privacy, degli strumenti di lavoro informatici, e del diritto alla formazione. Viene ribadito e confermato il principio della parità di trattamento dei lavoratori in modalità agile rispetto a quelli che svolgono la prestazione in “presenza”.

IN ALLEGATO SCHEMA CONTRATTO METALMECCANICI

L'articolo Contratto metalmeccanici, c’è la firma! Camerano, Fim Piemonte: “112 euro di aumento e nuovo inquadramento professionale” sembra essere il primo su Cisl Piemonte.

]]>
Navigator, presidio regionale di Nidil-Cgil, Felsa-Cisl, Uiltemp-Uil a Torino il 9 febbraio https://www.cislpiemonte.it/navigator-presidio-a-torino/ Fri, 05 Feb 2021 11:15:21 +0000 https://www.cislpiemonte.it/?p=13560 Nidil-Cgil, Felsa-Cisl, Uiltemp-Uil hanno indetto una manifestazione a Roma per il 9 febbraio e presìdi nelle principali città italiane per chiedere continuità occupazionale e valorizzazione della professionalità dei 2.700 navigator italiani, di cui 176 in servizio Piemonte (90 a Torino), e il rafforzamento delle Politiche attive del lavoro. I navigator sono lavoratrici e lavoratori, laureati,... Mostra articolo

L'articolo Navigator, presidio regionale di Nidil-Cgil, Felsa-Cisl, Uiltemp-Uil a Torino il 9 febbraio sembra essere il primo su Cisl Piemonte.

]]>
Nidil-Cgil, Felsa-Cisl, Uiltemp-Uil hanno indetto una manifestazione a Roma per il 9 febbraio e presìdi nelle principali città italiane per chiedere continuità occupazionale e valorizzazione della professionalità dei 2.700 navigator italiani, di cui 176 in servizio Piemonte (90 a Torino), e il rafforzamento delle Politiche attive del lavoro.
I navigator sono lavoratrici e lavoratori, laureati, selezionati quasi due anni fa dall’Anpal (Agenzia nazionale politiche attive del lavoro), con l’obiettivo di aiutare i beneficiari del reddito di cittadinanza a rafforzare le proprie competenze per essere più spendibili e ricollocabili nel mercato del lavoro. Dal mese di settembre 2020 questi lavoratori sono coinvolti, a supporto degli operatori dei Centri per l’Impiego, nell’elaborazione del Patto per il Lavoro, un percorso personalizzato di accompagnamento all’inserimento lavorativo, ideato per i beneficiari del RdC e sono altresì impegnati nella “mappatura delle opportunità occupazionali”, cioè nella ricerca, attraverso contatti con le aziende, dei possibili sbocchi lavorativi.
I sindacati chiedono con gran forza che i navigator non siano abbandonati al loro destino, fatto di precarietà e incertezza, come troppo spesso è avvenuto nel nostro Paese in questi anni, perché c’è bisogno del loro lavoro e della loro professionalità, soprattutto in un momento così difficile per l’emergenza epidemiologica in corso che sta provocando nuovi disoccupati e una crescente povertà.
“Servono risposte urgenti e concrete – dicono i segretari regionali di Nidil-Cgil, Felsa-Cisl, Uiltemp-Uil, Lucia Santangelo, Cristina Picchioldi, Annamaria D’Angelo – per i navigator e per tutte le lavoratrici e lavoratori, disoccupate e disoccupati in difficoltà nella nostra regione e, contestualmente, di rafforzare i servizi pubblici al lavoro e il sistema delle politiche attive del lavoro. Crediamo che non solo Anpal Servizi S.p.a. debba prorogare i contratti alla data del 30 aprile 2022, ma che questi lavoratori e queste lavoratrici possano essere un’importante risorsa in un’ottica complessiva di riforma del sistema delle Politiche Attive del Lavoro, anche in considerazione della drammatica crisi occupazionale aggravata dall’emergenza sanitaria”.
A Torino, il presidio regionale indetto da Nidil Cgil – Felsa Cisl – Uiltemp Uil Piemonte si svolgerà martedì 9 febbraio, dalle ore 10 alle ore 12, in Piazza Castello, sotto la Prefettura. I sindacati hanno richiesto un incontro al Prefetto Palomba e all’Assessore regionale al Lavoro Chiorino per spiegare le ragioni della mobilitazione.

L'articolo Navigator, presidio regionale di Nidil-Cgil, Felsa-Cisl, Uiltemp-Uil a Torino il 9 febbraio sembra essere il primo su Cisl Piemonte.

]]>
Completata la squadra della Fistel Cisl Piemonte. Pappaletto e Trulli affiancheranno De Bella in segreteria regionale https://www.cislpiemonte.it/completata-la-squadra-della-fistel-cisl-piemonte-pappaletto-trulli-affiancheranno-de-bella-segreteria-regionale/ Thu, 04 Feb 2021 16:29:28 +0000 https://www.cislpiemonte.it/?p=13547 Si è riunito oggi, in videoconferenza, il Consiglio generale della Fistel Cisl Piemonte. Alla riunione hanno partecipato i segretari generali nazionale e regionale della federazione, Vito Vitale e Anna De Bella, il segretario regionale Cisl, Gianni Baratta e il segretario generale Cisl Torino-Canavese, Domenico Lo Bianco. All’ordine del giorno l’integrazione di due componenti la segreteria... Mostra articolo

L'articolo Completata la squadra della Fistel Cisl Piemonte. Pappaletto e Trulli affiancheranno De Bella in segreteria regionale sembra essere il primo su Cisl Piemonte.

]]>
Si è riunito oggi, in videoconferenza, il Consiglio generale della Fistel Cisl Piemonte. Alla riunione hanno partecipato i segretari generali nazionale e regionale della federazione, Vito Vitale e Anna De Bella, il segretario regionale Cisl, Gianni Baratta e il segretario generale Cisl Torino-Canavese, Domenico Lo Bianco. All’ordine del giorno l’integrazione di due componenti la segreteria regionale dopo l’elezione della segretaria generale Anna De Bella avvenuta il 20 novembre 2020. Il Consiglio generale ha eletto Stefano Pappaletto del Centro di Produzione Rai di Torino e Gianluca Trulli, operatore del settore cartaio, nuovi componenti della segreteria regionale che affiancheranno Anna De Bella nella nuova squadra Fistel regionale.

Pappaletto è un ingegnere che lavora in Rai dal 1999 e dal 2016 è rsu del Centro di Produzione di Torino. Trulli invece lavora alla Sonoco Alcore con mansione di addetto laboratorio analisi qualità. Dal 1988 è nel mondo sindacale Cisl.

“Siamo emozionati per questa dimostrazione di fiducia e di stima della segretario generale Anna De Bella e del Consiglio Regionale Fistel, che ricambieremo con impegno, passione e lealtà. Attraversiamo un periodo complesso per ognuno di noi e per la Federazione. La nuova segreteria affronterà questo momento unita, con entusiasmo e professionalità, potendo contare su forze nuove che guardano al futuro”: questo il commento a caldo dei due nuovi segretari della Fistel Cisl Piemonte.

L'articolo Completata la squadra della Fistel Cisl Piemonte. Pappaletto e Trulli affiancheranno De Bella in segreteria regionale sembra essere il primo su Cisl Piemonte.

]]>
Michelin, accordo sul premio di risultato https://www.cislpiemonte.it/michelin-accordo-sul-premio-di-risultato/ Tue, 02 Feb 2021 10:55:56 +0000 https://www.cislpiemonte.it/?p=13530 Oltre 2mila euro, (per la precisione 2.322), di premio di risultato, ma anche Premio Gruppo Mondo e al Premio Covid; rafforzamento dei livelli occupazionali; passi in avanti significativi su salute, sicurezza e ambiente, formazione, appalti e smart working. Sono i punti di forza che caratterizzano l’ipotesi di accordo per il rinnovo del premio di risultato... Mostra articolo

L'articolo Michelin, accordo sul premio di risultato sembra essere il primo su Cisl Piemonte.

]]>
Oltre 2mila euro, (per la precisione 2.322), di premio di risultato, ma anche Premio Gruppo Mondo e al Premio Covid; rafforzamento dei livelli occupazionali; passi in avanti significativi su salute, sicurezza e ambiente, formazione, appalti e smart working. Sono i punti di forza che caratterizzano l’ipotesi di accordo per il rinnovo del premio di risultato 2021/2023 della Michelin, sottoscritto in videoconferenza dai rappresentanti della multinazionale e dai sindacati di categoria Filctem Cgil, Femca Cisl, Uiltec Uil, e che adesso passa al vaglio dei lavoratori. “L’intesa – scrivono i sindacati in una nota unitaria – prevede un premio di risultato di 2.322 euro al raggiungimento dei risultati prestabiliti. I lavoratori possono chiedere un acconto sul premio di 1.000 euro l’anno nella mensilità di luglio, e nel caso di destinazione volontaria di parte del premio in welfare contrattuale, fino a 1.400 euro, l’azienda aggiungerà il 30% dell’importo. Per il 2020 si è concordato che tutte le assenze per malattia avvenute nei mesi di marzo, aprile, maggio e ottobre, novembre e dicembre non saranno considerate ai fini della conservazione del posto”. L’accordo introduce altri due riconoscimenti economici: il premio Gruppo Mondo Michelin, utilizzando il premio unilaterale presenza di 2,58 euro giorno, che resterà in vigore per il solo personale somministrato, pari a 575 euro per dipendente di produzione e 2% della Ral per gli impiegati. E il Premio Covid, con l’elargizione di 300 euro una tantum a tutti i lavoratori, a cui si aggiungono 10 euro al giorno per ogni giorno di lavoro prestato fisicamente nei mesi di marzo, aprile e maggio. “L’accordo – spiegano ancora i sindacati – introduce un’assicurazione premorienza che riconosce 50.000 euro nel caso si verifichi l’evento per cause non dolose. Per quanto riguarda il Premio Fabbrica (anzianità), si è convenuto di congelarlo con importo fisso in busta paga”. Ottime notizie anche sul fronte occupazionale: l’intesa prevede l’ingresso di 90 somministrati (50 a Cuneo e 40 ad Alessandria), conferma almeno 162 stabilizzazioni/assunzioni, da somministrati a personale Michelin (100 a Cuneo, 50 ad Alessandria e 12 a Milano) e assicura 95 trasformazioni da part-time a full-time (70 a Cuneo e 25 ad Alessandria). Per il sito di Torino “è stato definito un accordo finalizzato all’investimento occupazionale entro aprile. Sul fronte salute, sicurezza e ambiente sono confermate le commissioni Covid di gestione congiunta della pandemia, con il rafforzamento del ruolo dell’Rls di gruppo. A livello di sito, inoltre, verranno concordati tra direzione e Rsu tutti i piani formativi, inclusi quelli rispondenti ai fabbisogni formativi emersi dai lavoratori della Michelin Italia. Infine sono stati annunciati incontri specifici con la finalità di definizione di un accordo quadro su appalti e su smart working valevoli per tutta la Michelin Italia”. L’accordo soddisfa in pieno i sindacati: “È la conferma che le buone relazioni industriali sono vincenti per affrontare congiuntamente il rilancio della Michelin Italia in una visione più ampia e strategica all’interno del Gruppo Michelin, passando da una occupazione buona e qualificata e riconoscendo il lavoro svolto da tutti i lavoratori per fare dell’azienda il punto di riferimento per l’Europa dell’ovest di questa importante multinazionale”.

Vanni Petrelli (Da Conquiste del Lavoro del 26 gennaio 2021)

L'articolo Michelin, accordo sul premio di risultato sembra essere il primo su Cisl Piemonte.

]]>
Dopo le nozze con Bombardier, Alstom punta sull’idrogeno https://www.cislpiemonte.it/alstom-punta-sullidrogeno/ Tue, 02 Feb 2021 08:58:43 +0000 https://www.cislpiemonte.it/?p=13533 Ottanta nuove assunzioni nello stabilimento Alstom di Savigliano che guarda con ottimismo al futuro.     Mentre viene formalizzata l’acquisizione della canadese Bombardier da parte di Alstom ferroviaria, dopo un iter durato quasi un anno, è tempo di bilanci negli stabilimenti italiani del gruppo francese che ha la sua punta di diamante a Savigliano, in provincia... Mostra articolo

L'articolo Dopo le nozze con Bombardier, Alstom punta sull’idrogeno sembra essere il primo su Cisl Piemonte.

]]>
Ottanta nuove assunzioni nello stabilimento Alstom di Savigliano che guarda con ottimismo al futuro.    

Mentre viene formalizzata l’acquisizione della canadese Bombardier da parte di Alstom ferroviaria, dopo un iter durato quasi un anno, è tempo di bilanci negli stabilimenti italiani del gruppo francese che ha la sua punta di diamante a Savigliano, in provincia di Cuneo. Nella fabbrica cuneese lavorano 900 dei circa 3000 dipendenti della multinazionale che in Italia ha siti produttivi a Sesto San Giovanni (Mi), Bari, Lecco, Bologna, Nola(Na) e Firenze.

A Savigliano – dove si producono treni ad alta velocità e convogli regionali e interregionali – il 2020 è stato un anno da incorniciare, nonostante la chiusura di cinque settimane, avvenuta in primavera, nel pieno dell’emergenza covid. Grazie a una exploit delle attività produttive, soprattutto nel periodo maggio-novembre 2020, Alstom ha deciso di stabilizzare 80 lavoratori, trasformando a tempo indeterminato rapporti di lavoro in somministrazione e in staff leasing. Sono stati assunti 41 operai, che passano così da 310 a 351, e 39 impiegati (di cui 26 ingegneri e 14 operatori della logistica). Nel frattempo, però, si è aperta la possibilità per molti dipendenti dello stabilimento cuneese di lasciare il lavoro in anticipo, sfruttando i benefici pensionistici previsti dalle norme sull’esposizione all’amianto per i lavori di bonifica eseguiti in fabbrica a partire dal 1999. Si saprà di più nei prossimi giorni, quando l’Inps offrirà la sua interpretazione. “Il 2021 – spiegano Renato Perri e Stefano Cassine, rsu Fim Cisl della fabbrica cuneese – si apre con importanti sfide da affrontare, a cominciare dall’acquisizione del gruppo canadese Bombardier. Presto si avranno anche i risultati sulle gare di commesse nazionali e internazionali in cui Alstom ha presentato i propri treni. La Fim Cisl guarda con ottimismo al futuro, sapendo che non bisogna abbassare la guardia”.

Nell’incontro fra i vertici di Alstom Italia e sindacati nazionali di Fim Fiom Uilm, si è fatto il punto sugli scenari futuri della multinazionale francese diventata da qualche giorno il secondo colosso mondiale del settore, dopo la cinese Crrc. Il nuovo gruppo, nato il 29 gennaio, ha un portafoglio ordini di circa 75 miliardi di euro, un fatturato di 15,5 miliardi di euro e 75mila dipendenti presenti in 70 paesi del mondo. Sarà quindi interessante capire quali scenari si apriranno per il sito di Savigliano, vista anche la vicinanza con il sito Bombardier di Vado Ligure, nel savonese, dove attualmente lavorano circa 500 addetti e viene prodotto lo Zefiro 1.000, treno ad alta velocità destinato al mercato spagnolo.

Oltre alla fusione, per Alstom Savigliano si aprono prospettive interessanti per quanto riguarda il futuro “green” della mobilità su rotaia: il treno a idrogeno. Nel sito cuneese si lavora da fine novembre per realizzare la maggior parte della produzione e la certificazione del “Coradia iStream”. Su questo tipo di treno, destinato al mercato lombardo locale e commissionato dalla Trenord verrà “installata” la tecnologia ad idrogeno che sta alla base dell’iLint, mezzo che si sta realizzando in Germania per la Bassa Sassonia. L’Italia (con la produzione saviglianese) sarà il secondo paese al mondo a produrre un treno ad idrogeno. I convogli (dai 6 ai 14) saranno realizzati entro 36 mesi dalla data di partenza della commessa.

“Il percorso intrapreso – osserva il coordinatore nazionale Alstom e attuale segretario piemontese dei metalmeccanici Cisl, Tino Camerano – ci vedrà protagonisti per il futuro di migliaia di dipendenti e per rendere sempre di più indispensabile la realtà di Savigliano, con progetti di sviluppo sulla movimentazione green con veicoli ad idrogeno”. Per il segretario della Cisl di Cuneo Enrico Solavagione: “L’alstom è uno dei fiori all’occhiello dell’industria cuneese. Seguiamo con la giusta attenzione i nuovi assetti societari del Gruppo e soprattutto la grande scommessa su i treni a idrogeno che saranno prodotti nella fabbrica di Savigliano nel prossimo futuro e che segneranno una svolta nella mobilità sostenibile”.

Rocco Zagaria (Da Conquiste del Lavoro del 2 febbraio 2021)

L'articolo Dopo le nozze con Bombardier, Alstom punta sull’idrogeno sembra essere il primo su Cisl Piemonte.

]]>
Scuola, la Cisl si muove su più fronti. Il Consiglio generale della federazione regionale https://www.cislpiemonte.it/lazione-cisl-scuola-in-piemonte/ Sat, 30 Jan 2021 15:10:19 +0000 https://www.cislpiemonte.it/?p=13511 Si è riunito in videoconferenza, venerdì 29 gennaio, il Consiglio generale della Cisl Scuola Piemonte. Nell’incontro, a cui hanno partecipato le segretarie regionale e nazionale della Cisl Scuola, Maria Grazia Penna e Ivana Barbacci, e il segretario generale Cisl Piemonte, Alessio Ferraris, è stato annunciato il congresso regionale della federazione che si svolgerà a Torino... Mostra articolo

L'articolo Scuola, la Cisl si muove su più fronti. Il Consiglio generale della federazione regionale sembra essere il primo su Cisl Piemonte.

]]>
Si è riunito in videoconferenza, venerdì 29 gennaio, il Consiglio generale della Cisl Scuola Piemonte. Nell’incontro, a cui hanno partecipato le segretarie regionale e nazionale della Cisl Scuola, Maria Grazia Penna e Ivana Barbacci, e il segretario generale Cisl Piemonte, Alessio Ferraris, è stato annunciato il congresso regionale della federazione che si svolgerà a Torino nei giorni 1 e 2 luglio 2021 e si è discusso dei tanti problemi che investono la Scuola in questa fase di emergenza.

L’azione della Cisl Scuola si sta sviluppando su due binari: da un lato, la risposta alle emergenze e alle tante problematiche irrisolte, dall’altro, la proposta per una scuola più inclusiva e attenta ai bisogni educativi nel rispetto dei diritti contrattuali del personale. Il Recovery Plan è certamente una scommessa da non perdere per gli investimenti su edilizia scolastica e infrastrutture e per il sostegno alla professionalità dei docenti e del personale si attua con politiche attente alla formazione e con investimenti per il contratto.

‘L’Impegno della Cisl Scuola – ha dichiarato la segretaria nazionale della federazione nazionale Cisl, Ivana Barbacci – in tempi di incertezza politica, prosegue e si rafforza per promuovere le necessarie azioni di contenimento dei disagi del mondo della scuola durante l’emergenza sanitaria, poggiando la sua azione nel medio e lungo termine verso azioni strutturali volte a restituire valore e centralità alla scuola e a tutto il suo personale”.

“In questi giorni, la Cisl Scuola Piemonte  –  dichiara la segretaria regionale Maria Grazia Penna –  sta seguendo con attenzione le procedure di pagamento dei precari assunti con contratti COVID, senza stipendio da mesi, e le azioni messe in campo da Regione e Ufficio Scolastico Regionale per consentire che le attività didattiche si svolgano in presenza ma in sicurezza in tutte le scuole e in tutti gli enti di formazione professionale della regione”.

Per il segretario generale Cisl Piemonte, Alessio Ferraris: “La situazione così delicata, e per certi versi drammatica, del nostro paese richiede un’assunzione di responsabilità collettiva e condivisa, soprattutto da parte della politica che deve trovare rapidamente uno sbocco credibile e duraturo alla crisi di governo. Come Cisl continuiamo ad affermare la necessità di costruire un fronte comune del Sistema Piemonte per affrontare uniti la sfida del Recovery Plan. Il mese di marzo è sempre più vicino e, per evitare il peggio sul piano economico e sociale, occorre intervenire subito con ulteriori proroghe al blocco dei licenziamenti e alla cassa Covid”. R.Z.

 

L'articolo Scuola, la Cisl si muove su più fronti. Il Consiglio generale della federazione regionale sembra essere il primo su Cisl Piemonte.

]]>
Vaccino anti Covid: informarsi per conoscere https://www.cislpiemonte.it/vaccino-anti-covid-informarsi-conoscere/ Fri, 29 Jan 2021 16:23:57 +0000 https://www.cislpiemonte.it/?p=13498 Si è tenuto nella mattinata del 29 gennaio il webinar “Vaccino anti-covid, informarsi per conoscere”, promosso dal Coordinamento Politiche Sociali della Cisl Piemonte. Nella sua introduzione il Segretario regionale Luca Caretti ha ricordato l’importanza delle vaccinazioni, unica strada a nostra disposizione per superare l’emergenza pandemica portata dal coronavirus. Ai numerosi partecipanti è stato offerto un... Mostra articolo

L'articolo Vaccino anti Covid: informarsi per conoscere sembra essere il primo su Cisl Piemonte.

]]>
Si è tenuto nella mattinata del 29 gennaio il webinar “Vaccino anti-covid, informarsi per conoscere”, promosso dal Coordinamento Politiche Sociali della Cisl Piemonte.
Nella sua introduzione il Segretario regionale Luca Caretti ha ricordato l’importanza delle vaccinazioni, unica strada a nostra disposizione per superare l’emergenza pandemica portata dal coronavirus.

Ai numerosi partecipanti è stato offerto un dettagliato quadro sulla situazione epidemica attuale e sulla campagna vaccinale. L’approfondimento, dal titolo “Covid-19, pandemia e vaccino: quali priorità e quali target?” è stato realizzato dal dottor Giuseppe Costa. Una voce decisamente autorevole: medico, epidemiologo, professore ordinario di Igiene alla Scuola di Medicina (Polo San Luigi di Orbassano) dell’Università di Torino e attuale direttore del Servizio regionale di Epidemiologia (Asl To3).

Il suo intervento ha preso le mosse dalla situazione della sanità piemontese prima della pandemia. La salute dei piemontesi era mediamente buona ma i mancati incrementi dei fondi riservati alla sanità avevano reso il sistema fragile. Adatto, forse, a reggere i bisogni ordinari della popolazione, ma insufficiente per una situazione straordinaria come la pandemia. Pandemia che ha colpito duramente il Piemonte, sia nella prima ondata (diffusa a partire dalla Lombardia) sia nella seconda (diffusa ovunque, a causa della maggiore mobilità nel periodo delle vacanze estive).

Si è poi passati ad analizzare i dati dei ricoveri ospedalieri e della mortalità. Numeri drammatici che impongono di elaborare delle buone strategie di vaccinazione per ridurre al più presto la diffusione del virus.
“Vogliamo ridurre la mortalità e il numero di ricoveri? Allora si deve vaccinare per primo chi ha un’età elevata, chi ha altre malattie, chi è in uno stato di deprivazione”. Ma non è l’unica variabile da considerare: “Ci sono molte strade possibili. Definire le giuste priorità può aiutare la ripresa del lavoro, limitando le assenze dovute all’isolamento; può migliorare l’erogazione delle cure per patologie non legate al coronavirus; può permettere la ripresa delle attività sociali e culturali”.

La disponibilità del dottor Costa è stata molto apprezzata dai partecipanti, che ha colto l’opportunità di rivolgergli molte domande. Per alcuni dei quesiti non c’è ancora una risposta precisa: a chi ha chiesto quanto potrebbe durare l’immunizzazione, il dottore ha risposto che si dovrà attendere per saperne di più (ma potrebbe durare fino a due anni). Molti altri dubbi hanno trovato una replica decisamente confortante. Ad esempio, se è teoricamente possibile che le varianti del virus possano causare qualche problema in futuro, è anche vero che i vaccini messi a punto possono essere modificati abbastanza facilmente per ovviare al problema.

Il funzionamento dei vaccini non è un argomento semplice da affrontare per chi non ha conoscenze mediche. Un incontro come quello promosso dalla Cisl Piemonte ha permesso di avvicinarsi a questo mondo in punta di piedi, guidati da un esperto capace di sciogliere le possibili perplessità. Una corretta informazione è indispensabile perchè la campagna vaccinale, che tra non molto entrerà nel vivo, sia davvero efficace.

A margine dell’incontro, i Pensionati della FNP Cisl hanno presentato un progetto di monitoraggio dei dati regionali sulle vaccinazioni: è possibile saperne di più leggendo il relativo articolo (disponibile cliccando qui: https://www.cislpiemonte.it/pensionati-fnp/osservatorio-vaccinazioni-covid-piemonte/)

Paolo Arnolfo

 

L'articolo Vaccino anti Covid: informarsi per conoscere sembra essere il primo su Cisl Piemonte.

]]>
Scuola, screening e contratti covid nell’incontro tra sindacati e Ufficio scolastico regionale https://www.cislpiemonte.it/incontro-su-screening-scuola/ Thu, 28 Jan 2021 15:41:28 +0000 https://www.cislpiemonte.it/?p=13494 Si è svolto oggi 28 gennaio 2021 con l’Ufficio Scolastico Regionale del Piemonte un incontro in modalità telematica per discutere dello stato dell’arte del Progetto Scuola Sicura, dello screening nelle scuole e della situazione delle insolvenze dei contratti COVID. SCREENING E PROGETTO SCUOLA SICURA Stante la situazione di emergenza pandemica FLC CGIL – CISL SCUOLA... Mostra articolo

L'articolo Scuola, screening e contratti covid nell’incontro tra sindacati e Ufficio scolastico regionale sembra essere il primo su Cisl Piemonte.

]]>
Si è svolto oggi 28 gennaio 2021 con l’Ufficio Scolastico Regionale del Piemonte un incontro in modalità telematica per discutere dello stato dell’arte del Progetto Scuola Sicura, dello screening nelle scuole e della situazione delle insolvenze dei contratti COVID.

SCREENING E PROGETTO SCUOLA SICURA

Stante la situazione di emergenza pandemica FLC CGIL – CISL SCUOLA – UIL SCUOLA sottolineano il sostegno ad ogni iniziativa volta alla tutela della salute e della sicurezza dei lavoratori e dell’intera comunità scolastica e respingono ogni tentativo di attribuire alle organizzazioni sindacali la causa di disfunzioni di carattere organizzativo.

Nel corso dell’incontro hanno appreso che dai monitoraggi nella scuola statale e paritaria di secondo grado condotti dell’USR Piemonte i contagi degli studenti sono in lieve aumento nell’ultima settimana mentre non si rileva alcun aumento significativo di casi tra il personale.

L’USR Piemonte procederà all’ulteriore elaborazione dei dati qualitativi riguardo a situazioni di assembramento e di criticità nei trasporti e dei dati che riguardano il monitoraggio delle scuole del primo ciclo e fornirà informazione alle OOSS.

Sul Progetto scuola sicura FLC CGIL – CISL Scuola e UIL Scuola RUA del Piemonte ritengono che i dati da cui risulterebbe una bassa adesione allo screening da parte del personale e delle famiglie allo screening sono da considerarsi alla luce di difficoltà organizzative, più volte denunciate dalle Organizzazioni Sindacali e della Dirigenza Scolastica. A questo proposito si converge sulla proposta di mettere a disposizione hot spot mobili e di consentire la prenotazione diretta dei tamponi rapidi per superare le complicazioni dell’attuale modello organizzativo.

Si ritiene necessario inoltre porre in evidenza anche il funzionamento del Progetto scuola sicura e dello screening nei centri di Formazione Professionale regionali.

Su queste proposte e riguardo allo stato dell’arte e alle ricadute dell’emergenza pandemica sul sistema dell’istruzione e della formazione del Piemonte chiedono che sia aperta la discussione, a partire dall’incontro (in data da fissare) per il quale hanno ricevuto un invito da parte della Regione e al quale suggeriscono la contestuale partecipazione dell’Ufficio Scolastico Regionale.

CONTRATTI COVID

FLC CGIL – CISL Scuola – UIL Scuola del Piemonte denunciano ancora una volta che centinaia di lavoratori e lavoratrici con contratti COVID continuano a non ricevere lo stipendio. Durante l’incontro che si è appena concluso:

Hanno rilevato una pluralità  di criticità che sono all’origine  di questa assurda e ingiustificata situazione e chiedono alla Direzione Regionale che sia definito un percorso riguardo alle possibili azioni risolutive, attivando le interlocuzioni necessarie con il Ministero dell’Istruzione e con il MEF territoriale

• Hanno rimarcato la notevole gravità di una situazione in cui lo Stato, come datore di lavoro, si mostra a questo modo inadempiente verso categorie fragili

• Si sono espresse a favore di un monitoraggio effettuato dall’Amministrazione riguardo alle insolvenze

e alle situazioni ancora sospese per sollecitare interventi puntuali da parte del Ministero

• Hanno chiesto all’Amministrazione di fare chiarezza sul fatto che risulterebbe che al momento l’emissione prevista per il 25 gennaio non sia andata a buon fine

 

Ribadiscono con fermezza che attueranno a livello territoriale, al permanere di questa situazione, tutte le azioni sindacali, dalla mobilitazione alla tutela giudiziaria di ciascuna lavoratrice e di ciascun lavoratore.

 

FLC CGIL Luisa Limone

CISL SCUOLA Maria Grazia Penna

UIL SCUOLA RUA Diego Meli

L'articolo Scuola, screening e contratti covid nell’incontro tra sindacati e Ufficio scolastico regionale sembra essere il primo su Cisl Piemonte.

]]>
Vaccinazione anti-covid, informarsi per conoscere: l’iniziativa del Coordinamento Politiche Sociali Cisl Piemonte https://www.cislpiemonte.it/vaccinazione-anti-covid-informarsi-conoscere-liniziativa-del-coordinamento-politiche-sociali-cisl-piemonte/ Thu, 28 Jan 2021 09:51:10 +0000 https://www.cislpiemonte.it/?p=13483 Il Coordinamento Politiche Sociali della Cisl Piemonte promuove domani, venerdì 29 gennaio, a partire dalle ore 10,  sulla piattaforma GoTo Meeting, un incontro con Giuseppe Costa, medico, epidemiologo e professore ordinario di igiene alla Scuola di Medicina (Polo San Luigi di Orbassano) dell’Università di Torino e attuale direttore del Servizio regionale di Epidemiologia (Asl To3... Mostra articolo

L'articolo Vaccinazione anti-covid, informarsi per conoscere: l’iniziativa del Coordinamento Politiche Sociali Cisl Piemonte sembra essere il primo su Cisl Piemonte.

]]>
Il Coordinamento Politiche Sociali della Cisl Piemonte promuove domani, venerdì 29 gennaio, a partire dalle ore 10,  sulla piattaforma GoTo Meeting, un incontro con Giuseppe Costa, medico, epidemiologo e professore ordinario di igiene alla Scuola di Medicina (Polo San Luigi di Orbassano) dell’Università di Torino e attuale direttore del Servizio regionale di Epidemiologia (Asl To3 Piemonte), sul tema della vaccinazione anti-covid. Il webinar è riservato ai componenti dei coordinamenti territoriali delle Politiche sociali della Cisl piemontese.

In allegato la locandina dell’evento

locandina 29 gennaio 2021

L'articolo Vaccinazione anti-covid, informarsi per conoscere: l’iniziativa del Coordinamento Politiche Sociali Cisl Piemonte sembra essere il primo su Cisl Piemonte.

]]>
27 Gennaio, Giorno della memoria. Il ricordo della senatrice Liliana Segre. Per non dimenticare… https://www.cislpiemonte.it/27-gennaio-giorno-della-memoria-ricordo-della-senatrice-liliana-segre-non-dimenticare/ Mon, 25 Jan 2021 16:42:59 +0000 https://www.cislpiemonte.it/?p=13479 Nel messaggio della senatrice Liliana Segre – del 30 gennaio 2020 al Parlamento Europeo – c’è anche il ricordo di ” una bambina che ha disegnato una farfalla gialla che vola sopra ai fili spinati. Che la farfalla voli sempre sui fili spinati…”. Per il segretario generale Cisl Piemonte, Alessio Ferraris: “In occasione del giorno... Mostra articolo

L'articolo 27 Gennaio, Giorno della memoria. Il ricordo della senatrice Liliana Segre. Per non dimenticare… sembra essere il primo su Cisl Piemonte.

]]>
Nel messaggio della senatrice Liliana Segre – del 30 gennaio 2020 al Parlamento Europeo – c’è anche il ricordo di ” una bambina che ha disegnato una farfalla gialla che vola sopra ai fili spinati. Che la farfalla voli sempre sui fili spinati…”. Per il segretario generale Cisl Piemonte, Alessio Ferraris: “In occasione del giorno della memoria, che si celebra il 27 gennaio, facciamo nostra questa commovente testimonianza di Liliana Segre. Per non dimenticare…”.

L'articolo 27 Gennaio, Giorno della memoria. Il ricordo della senatrice Liliana Segre. Per non dimenticare… sembra essere il primo su Cisl Piemonte.

]]>
Recovery Plan. Cgil Cisl Uil incontrano il Premier Conte. Furlan: “Tavolo di confronto permanente e parti sociali nella governance dei progetti” https://www.cislpiemonte.it/recovery-plan-incontro-con-conte/ Mon, 25 Jan 2021 10:31:27 +0000 https://www.cislpiemonte.it/?p=13473 “Condividiamo gli obiettivi e le scelte di sistema contenuti nel piano predisposto dal Governo sul Recovery Plan, coerenti con le indicazioni macro definite dall’Europa. Chiediamo la disponibilità del Governo ad approfondimenti sulle singole questioni anche per valutare i dettagli ed i risultati economici ed occupazionali attesi. Ma deve essere chiaro chi gestisce i progetti e... Mostra articolo

L'articolo Recovery Plan. Cgil Cisl Uil incontrano il Premier Conte. Furlan: “Tavolo di confronto permanente e parti sociali nella governance dei progetti” sembra essere il primo su Cisl Piemonte.

]]>

“Condividiamo gli obiettivi e le scelte di sistema contenuti nel piano predisposto dal Governo sul Recovery Plan, coerenti con le indicazioni macro definite dall’Europa. Chiediamo la disponibilità del Governo ad approfondimenti sulle singole questioni anche per valutare i dettagli ed i risultati economici ed occupazionali attesi. Ma deve essere chiaro chi gestisce i progetti e come avviene concretamente l’attuazione degli investimenti”. Lo ha detto la Segretaria Generale della Cisl, Annamaria Furlan, nel corso del confronto con il Premier Conte.

“Bisogna avere un preciso cronoprogramma per monitorare l’attuazione di questi progetti, in modo da poter valutare e correggere passo passo eventualmente le cose che non funzionano” ha detto la leder della Cisl. “Per questo noi proponiamo che ci sia un tavolo di confronto permanente per il monitoraggio, la verifica, le accelerazioni degli interventi. Tutto ciò è anche necessario per valutare eventuali problematiche e le ripercussioni sulle questioni del lavoro, sulle opportunità della crescita, come migliorare la qualità complessiva della vita. Bisogna rendere stabile e sicuro il lavoro, nel rispetto delle procedure di legalità. Per questo noi riteniamo che nella governance del piano debbano essere presenti le parti sociali per valutare l’attuazione dei progetti e garantire il rispetto dei tempi. Siamo chiamati a fare ciascuno la propria parte con senso di responsabilità. È importante stabilire un calendario di incontri per poter esaminare insieme i vari punti del piano per entrare nel merito dei progetti”.

“Il Recovery Plan – ha ribadito Furlan –  è una occasione di sviluppo straordinaria ma anche una responsabilità straordinaria per tutti. Sulla capacità di rendere esecutivi questi progetti ci giochiamo tutti il futuro dei nostri figli e dei nostri nipoti. L’attenzione e la vigilanza devono essere massimi. Abbiamo il tema del lavoro ma c’è anche il tema delle scelte industriali. La transizione ecologica non deve mettere in crisi il sistema produttivo ma anzi lo deve rilanciare e qualificare. Bisogna accompagnare questa fase con un lavoro comune perché questa trasformazione migliori la qualità della vita e del lavoro, non lasciando indietro nessuno. C’è tanto da fare insieme con senso di responsabilità, sapendo che la pandemia non è finita. Per questo bisogna recuperare lo spirito positivo ed il senso di responsabilità comune dei primi mesi della pandemia che ci ha consentito di varare i protocolli di sicurezza nei luoghi di lavoro. È importante creare le condizioni migliori per il futuro ma bisogna gestire anche il presente. Per questo è fondamentale l’incontro annunciato dal Governo per la prossima settimana sul decreto ristori. Non possiamo immaginare che alla paura dei contagi si sommi anche la paura di non avere i necessari sussidi economici e peggio ancora i licenziamenti. Nessuno deve essere lasciato da solo a fronteggiare la pandemia che sappiamo non è affatto finita” ha concluso la segretaria generale della Cisl.

Sito Cisl nazionale

 

L'articolo Recovery Plan. Cgil Cisl Uil incontrano il Premier Conte. Furlan: “Tavolo di confronto permanente e parti sociali nella governance dei progetti” sembra essere il primo su Cisl Piemonte.

]]>
Stellantis, il giorno di Tavares https://www.cislpiemonte.it/stellantis-il-giorno-di-tavares/ Thu, 21 Jan 2021 09:07:46 +0000 https://www.cislpiemonte.it/?p=13452 Nel primo incontro con i sindacati il ceo di Stellantis si è impegnato a coinvolgere i rappresentanti dei lavoratori nella stesura del nuovo piano industriale. Fim Cisl: “L’ad ci ha assicurato che l’Italia resta centrale per gruppo”       La nuova bandiera con il logo di Stellantis sventola a Torino da qualche giorno nei... Mostra articolo

L'articolo Stellantis, il giorno di Tavares sembra essere il primo su Cisl Piemonte.

]]>
Nel primo incontro con i sindacati il ceo di Stellantis si è impegnato a coinvolgere i rappresentanti dei lavoratori nella stesura del nuovo piano industriale. Fim Cisl: “L’ad ci ha assicurato che l’Italia resta centrale per gruppo”      

La nuova bandiera con il logo di Stellantis sventola a Torino da qualche giorno nei luoghi simbolo dell’auto: Mirafiori e Grugliasco. Sono gli stessi che nel 2014 hanno visto cambiare lo storico marchio Fiat con quello di Fca, la creatura di Marchionne. Sembra una eternità, un’altra era. E, nonostante siano trascorsi 6 anni da quella prima metamorfosi, il viaggio sembra continuare ad alta velocità.    

Ieri, e forse non a caso, proprio a Torino – che a torto o ragione viene ancora considerata la capitale dell’auto italiana – c’è stata la prima uscita di Carlos Tavares con i sindacati, da ceo del nuovo gruppo automobilistico nato dalla fusione tra Fca e Peugeot. L’amministratore delegato di Stellantis, ha tenuto in videoconferenza dal Lingotto il suo primo incontro ufficiale con i metalmeccanici italiani.    

“Tavares – hanno spiegato subito dopo l’incontro con l’ad del nuovo gruppo automobilistico, il segretario generale della Fim Cisl Roberto Benaglia e il segretario nazionale Ferdinando Uliano – ci ha assicurato che l’Italia è centrale per Stellantis. E si è impegnato a coinvolgerci nella stesura del piano industriale che sarà predisposto nei prossimi mesi. Ha detto di essere soddisfatto dello spirito costruttivo riscontrato e ha sottolineato il valore delle professionalità dei lavoratori. Importante l’impegno a rilanciare i brand italiani, a partire da Alfa e Maserati”.

L’apertura di Tavares nei confronti dei sindacati era arrivata già alla vigilia della riunione ufficiale. Durante il suo primo incontro con la stampa internazionale, il manager portoghese ha voluto lanciare messaggi distensivi e soprattutto rassicuranti sul futuro degli stabilimenti italiani.

“Stellantis – ha detto Tavares in quella occasione e nella lettera inviata ai dipendenti italiani del gruppo – porterà efficienza grazie alle sinergie che renderanno più sostenibili i business plan per alcuni modelli su cui c’erano incertezze. I modelli che non erano redditizi, ora lo saranno. Il nostro impegno, al momento della fusione è stato quello di non chiudere nessuno stabilimento produttivo. E voglio ribadirlo”.  E sui timori legati a Maserati (le cui produzioni sono scese, nel corso del 2020), ha risposto: “Vogliamo sostenere il rilancio del marchio, così come per Alfa Romeo”. Le reazioni dei sindacati torinesi non si sono fatte attendere.   

“Prima di esprimere valutazioni più complete – ha osservato il segretario generale della Fim Cisl Torino-Canavese, Davide Provenzano –  attendiamo di conoscere i dettagli del nuovo piano industriale. Il rilancio di Maserati per Torino significa una possibile svolta, è un marchio prestigioso che necessita di nuovi modelli e di una strategia commerciale globale ed efficace. Sulla conferma della salvaguardia degli stabilimenti saremo vigili e chiederemo ancora maggiori garanzie”.

Oltre al futuro dei due impianti di Mirafiori e Grugliasco, Provenzano guarda a quello della componentistica. “I fornitori dell’indotto – ha aggiunto il segretario dei metalmeccanici Cisl di Torino – vivono con preoccupazione questo passaggio e dovranno essere aiutati per vincere la sfida globale che pone Stellantis. Spesso le dimensioni sono penalizzanti, ma con la giusta regia si possono creare distretti più grandi e capaci di competere con i fornitori francesi”.    

Nell’incontro con i sindacati metalmeccanici italiani, Tavares ha sottolineato l’importanza di iniziare il dialogo e il confronto con uno spirito costruttivo e collaborativo con il sindacato, funzionale a costruire un futuro di speranza, grazie all’intelligenza e la creatività dei lavoratori nel Gruppo. Segnali importanti che fanno ben sperare.

“Come Fim Cisl – hanno detto i segretari nazionali Benaglia e Uliano al termine del confronto – abbiamo sicuramente apprezzato la velocità e l’attenzione con la quale il nuovo ceo ha accolto la nostra richiesta, un segnale di attenzione importante verso il sindacato e i lavoratori. La Fim come ha sempre fatto è pronta a rappresentare i lavoratori dentro questo nuovo grande progetto industriale che dà prospettive nuove e inedite per comparto dell’automotive nel nostro Paese”. (Da Conquiste del Lavoro del 21 gennaio 2021)

Rocco Zagaria

L'articolo Stellantis, il giorno di Tavares sembra essere il primo su Cisl Piemonte.

]]>
Ferraris interviene al XIV congresso regionale Acli https://www.cislpiemonte.it/ferraris-interviene-al-xiv-congresso-regionale-acli/ Mon, 18 Jan 2021 13:29:35 +0000 https://www.cislpiemonte.it/?p=13427 Il segretario regionale della Cisl, Alessio Ferraris, è intervenuto sabato 16 gennaio 2021 al XIV congresso regionale delle Acli che si è svolto in videoconferenza e che ha visto il passaggio di testimone tra il presidente uscente Massimo Tarasco e il presidente entrante, Mario Tretola, attuale vicepresidente regionale, la cui candidatura è sostenuta e condivisa... Mostra articolo

L'articolo Ferraris interviene al XIV congresso regionale Acli sembra essere il primo su Cisl Piemonte.

]]>
Il segretario regionale della Cisl, Alessio Ferraris, è intervenuto sabato 16 gennaio 2021 al XIV congresso regionale delle Acli che si è svolto in videoconferenza e che ha visto il passaggio di testimone tra il presidente uscente Massimo Tarasco e il presidente entrante, Mario Tretola, attuale vicepresidente regionale, la cui candidatura è sostenuta e condivisa da tutte le province piemontesi. Tarasco ha ringraziato tutti per l’amicizia, l’impegno e la collaborazione ricevuta nei suoi anni di mandato. “A livello personale – ha detto Tarasco, congedandosi – mi è stato concesso di poter vivere nelle Acli una bella e significativa esperienza educativa e formativa”.

Parlando a nome di Cgil Cisl Uil Piemonte, Ferraris ha ricordato il difficile momento che il Paese sta attraversando. “La pandemia e le conseguenti emergenze sanitarie ed economiche – ha detto Ferraris – hanno accentuato la disuguaglianza e la fragilità della nostra società. C’è quindi la necessità, ormai non più rinviabile,  di una assunzione di responsabilità della politica, parte della quale continua invece a vivere di autoreferenzialità, mettendo in atto comportamenti inqualificabili e strumentalizzazioni che fanno leva e amplificano il divario e le paure”.

Parlando del Piemonte, Ferraris ha ricordato l’impegno comune, frutto di una trentennale collaborazione con le Acli, sul versante dell’emergenza sanitaria, economica e sociale delle regione. “Unitariamente – ha aggiunto il segretario generale della Cisl piemontese – abbiamo affrontato l’emergenza, e continuiamo ad affermare convintamente l’urgenza di rimuovere tutti quegli ostacoli che hanno impedito la nostra crescita economica. Dobbiamo, cioè, affrontare la prospettiva, a partire dalle ingenti risorse messe in campo  dalle Ue anche nella nostra regione. Siamo assolutamente d’accordo con voi, amici delle Acli, sulla necessità di costruire un fronte comune del Sistema Piemonte, quindi una alleanza non contro, ma per un Piemonte migliore. Marzo è alle porte e sappiamo tutti che cosa significhi se non ci saranno ulteriori proroghe al blocco dei licenziamenti e alla cassa Covid. Infine, siamo assolutamente d’accordo con voi sulla questione giovani. Loro sono la nostra speranza, da coltivare con perseveranza e umiltà. Abbiamo sicuramente molto da insegnare, ma anche molto da imparare”.

 

 

 

 

L'articolo Ferraris interviene al XIV congresso regionale Acli sembra essere il primo su Cisl Piemonte.

]]>
Stellantis, il ceo Carlos Tavares incontra i sindacati italiani il 20 gennaio https://www.cislpiemonte.it/stellantis-tavares-incontra-i-sindacati/ Mon, 18 Jan 2021 10:30:25 +0000 https://www.cislpiemonte.it/?p=13417 Benaglia e Uliano, Fim Cisl: “Positiva la disponibilità di Tavares, ceo di Stellantis, a un primo rapido incontro con i sindacati italiani. Al centro ci sia sviluppo e occupazione per gli stabilimenti italiani”. “Valutiamo positivamente la pronta risposta del CEO di Stellantis Carlos Tavares d’incontrare in videoconferenza mercoledì 20 gennaio alle 12.45 le organizzazioni sindacali... Mostra articolo

L'articolo Stellantis, il ceo Carlos Tavares incontra i sindacati italiani il 20 gennaio sembra essere il primo su Cisl Piemonte.

]]>
Benaglia e Uliano, Fim Cisl: “Positiva la disponibilità di Tavares, ceo di Stellantis, a un primo rapido incontro con i sindacati italiani. Al centro ci sia sviluppo e occupazione per gli stabilimenti italiani”.

“Valutiamo positivamente la pronta risposta del CEO di Stellantis Carlos Tavares d’incontrare in videoconferenza mercoledì 20 gennaio alle 12.45 le organizzazioni sindacali italiane, a pochi giorni dalla nascita del nuovo gruppo. E’ un primo importante segnale di attenzione verso i lavoratori italiani e i loro rappresentanti sindacali, confidiamo che questo possa essere il preludio di future buone relazioni sindacali necessarie per affrontare i profondi cambiamenti del settore automotive e per creare le migliori prospettivi industriali agli stabilimenti italiani a garanzia e sviluppo dell’occupazione”. Lo affermano i segretari nazionali della Fim Cisl, Roberto Benaglia e Ferdinando Uliano.
La Fim-Cisl pensa che il Gruppo si debba caratterizzare con un’attenzione verso le lavoratrici e i lavoratori del Gruppo e alle loro rappresentanze sindacali, e la prima base di partenza è conoscersi con il Ceo Tavares ed iniziare a confrontarsi in maniera costruttiva. Come Fim-Cisl presidieremo con determinazione le scelte e i piani industriali futuri di Stellantis per evitare contraccolpi su stabilimenti e occupazione. Completati gli investimenti previsti dal piano FCA 2019-2021. Il confronto con il nuovo gruppo Stellantis partirà poi dai nuovi piani industriali. Per noi sarà importante il ruolo che verrà assegnato all’Italia nei vari ambiti a partire dalla ricerca, al rilancio e al lancio di nuovi prodotti con i marchi italiani come Alfa-Romeo, Maserati, Fiat e 500, sviluppare ulteriormente le produzioni Jeep, rafforzare il processo di elettrificazione iniziato con il lancio della 500 Bev e le versioni ibride di Renegade e Compass, rafforzare la presenza nei veicoli commerciali
di Sevel.
La Fim-Cisl è pronta ad affrontare con buone e positive relazioni sindacali anche sfide impegnative con il nuovo gruppo Stellantis, quando queste hanno come obiettivo investimenti, prospettive positive per stabilimenti e occupazione. Siamo invece indisponibili e contrari quando questi obiettivi non vengono garantiti e vengono messi in discussione gli interessi delle lavoratrici e lavoratori. Per questo Stellantis dovrà investire molto sulla partecipazione dei lavoratori, intensificare in chiave partecipativa le relazioni sindacali. E’ questo che abbiamo fatto come Fim-Cisl con gli accordi sindacali sottoscritti in FCA, che hanno consentito il salvataggio e il rilancio di due importanti realtà come FIAT e Chrysler.

L'articolo Stellantis, il ceo Carlos Tavares incontra i sindacati italiani il 20 gennaio sembra essere il primo su Cisl Piemonte.

]]>
L’istituto della malattia nel rapporto di lavoro (Parte Prima) https://www.cislpiemonte.it/listituto-della-malattia-nel-rapporto-lavoro-parte/ Wed, 13 Jan 2021 21:05:09 +0000 https://www.cislpiemonte.it/?p=13407 A cura dell’avvocato Adriana Maja.

L'articolo L’istituto della malattia nel rapporto di lavoro (Parte Prima) sembra essere il primo su Cisl Piemonte.

]]>
A cura dell’avvocato Adriana Maja.

L'articolo L’istituto della malattia nel rapporto di lavoro (Parte Prima) sembra essere il primo su Cisl Piemonte.

]]>