Tutte le news – Cisl Piemonte https://www.cislpiemonte.it Confederazione Italiana Sindacati Lavoratori Piemonte Tue, 22 Sep 2020 07:51:26 +0000 it-IT hourly 1 https://wordpress.org/?v=4.8.14 Fondo di Solidarietà Bilaterale dell’Artigianato, Cgil Cisl Uil: “33mila lavoratori piemontesi ancora in attesa della cassa integrazione” https://www.cislpiemonte.it/fondo-di-solidarieta-artigianato/ Tue, 22 Sep 2020 07:47:59 +0000 https://www.cislpiemonte.it/?p=12598 CGIL CISL UIL Artigianato del Piemonte esprimono forte preoccupazione per i ritardi nell’invio delle risorse finanziarie destinate al Fondo di Solidarietà Bilaterale dell’Artigianato – FSBA, da parte del Ministero del Lavoro, per il pagamento della Cassa Integrazione alle lavoratrici ed ai lavoratori dell’artigianato piemontese sospesi a causa del Covid. Dopo aver pagato, con grave ritardo,... Mostra articolo

L'articolo Fondo di Solidarietà Bilaterale dell’Artigianato, Cgil Cisl Uil: “33mila lavoratori piemontesi ancora in attesa della cassa integrazione” sembra essere il primo su Cisl Piemonte.

]]>
CGIL CISL UIL Artigianato del Piemonte esprimono forte preoccupazione per i ritardi nell’invio delle risorse finanziarie destinate al Fondo di Solidarietà Bilaterale dell’Artigianato – FSBA, da parte del Ministero del Lavoro, per il pagamento della Cassa Integrazione alle lavoratrici ed ai lavoratori dell’artigianato piemontese sospesi a causa del Covid. Dopo aver pagato, con grave ritardo, i mesi di febbraio, marzo ed aprile, 32.840 lavoratori dell’artigianato piemontese sono ancora in attesa di ricevere le mensilità relative a maggio, giugno e luglio.

I soldi stanziati nel decreto Covid di agosto, quantificati sulla base della rendicontazione che FSBA aveva sollecitamente inviato ai ministeri, non sono ancora arrivati. Mancano all’appello 500 milioni di euro mentre i lavoratori manifestano legittimamente la propria rabbia attraverso i social, rivolgendosi ai nostri uffici e ai delegati sindacali, chiedendo ragione di questo inaccettabile ritardo.

CGIL CISL UIL denunciano la mancanza di sensibilità e di attenzione da parte del Governo e dei Ministeri competenti verso i bisogni primari delle persone. È intollerabile che lavoratrici e lavoratori, sospesi dal lavoro a maggio, non abbiano ancora oggi ricevuto il sostegno economico che tramite FSBA era stato richiesto, utilizzando le risorse che i vari decreti Covid hanno formalmente stanziato per questa necessità.

Sembra quasi che esista un interesse a screditare il lavoro che la bilateralità artigiana ha svolto in tutti questi anni e durante il drammatico periodo Covid, occupandosi concretamente del sostegno al reddito dei lavoratori, al punto di avere già anticipato 260 milioni di proprie risorse per consentire il pagamento della Cassa integrazione.

CGIL CISL UIL non ci stanno e sollecitano le Istituzioni locali e il Governo nazionale ad intervenire per placare il disagio e la rabbia crescente dei lavoratori e delle imprese.

L'articolo Fondo di Solidarietà Bilaterale dell’Artigianato, Cgil Cisl Uil: “33mila lavoratori piemontesi ancora in attesa della cassa integrazione” sembra essere il primo su Cisl Piemonte.

]]>
#Ripartiredallavoro: la manifestazione di Cgil, Cisl, Uil a Novara https://www.cislpiemonte.it/la-manifestazione-cgil-cisl-uil-novara/ Fri, 18 Sep 2020 17:20:41 +0000 https://www.cislpiemonte.it/?p=12595 #Ripartiredallavoro: la manifestazione di Cgil, Cisl, Uil a #Novara con le dichiarazioni dei segretari Cisl Andrea Cuccello, Alessio Ferraris ed Elena Ugazio.

L'articolo #Ripartiredallavoro: la manifestazione di Cgil, Cisl, Uil a Novara sembra essere il primo su Cisl Piemonte.

]]>
#Ripartiredallavoro: la manifestazione di Cgil, Cisl, Uil a #Novara con le dichiarazioni dei segretari Cisl Andrea Cuccello, Alessio Ferraris ed Elena Ugazio.

L'articolo #Ripartiredallavoro: la manifestazione di Cgil, Cisl, Uil a Novara sembra essere il primo su Cisl Piemonte.

]]>
Novara, Alessandria, Cuneo: le piazze piemontesi della mobilitazione #Ripartiredallavoro di Cgil Cisl Uil https://www.cislpiemonte.it/novara-alessandria-cuneo-le-piazze-piemontesi-della-mobilitazione-cgil-cisl-uil/ Fri, 18 Sep 2020 15:48:40 +0000 https://www.cislpiemonte.it/?p=12587 n Piemonte sono a rischio 60.000 posti di lavoro. Lo hanno ricordato Cgil, Cisl e Uil Piemonte nelle manifestazioni organizzate a Novara, Cuneo e Alessandria nell’ambito della giornata di mobilitazione nazionale per il lavoro. “A Novara come a Milano, a Roma, a Napoli, e in tutte le regioni italiane – ha detto il segretario confederale... Mostra articolo

L'articolo Novara, Alessandria, Cuneo: le piazze piemontesi della mobilitazione #Ripartiredallavoro di Cgil Cisl Uil sembra essere il primo su Cisl Piemonte.

]]>
n Piemonte sono a rischio 60.000 posti di lavoro. Lo hanno ricordato Cgil, Cisl e Uil Piemonte nelle manifestazioni organizzate a Novara, Cuneo e Alessandria nell’ambito della giornata di mobilitazione nazionale per il lavoro. “A Novara come a Milano, a Roma, a Napoli, e in tutte le regioni italiane – ha detto il segretario confederale Cisl Andrea Cuccello concludendo la manifestazione – le donne e gli uomini del lavoro chiedono con forza di essere ascoltati. Lo diciamo chiaro: il tempo dei tentennamenti, degli alibi, delle scaramucce politiche, dei protagonismi fine se stessi è finito. La chiamata c’è stata. L’Europa ha finalmente dimostrato la sua importanza e cambiato registro, anche grazie all’impegno del nostro Governo. Oggi ci sono le condizioni e le risorse necessarie per voltare pagina dopo anni di stagnazione, di mancati investimenti, di lacerazioni sociali e generazionali. Se non rifondiamo il nostro modello economico, se non creiamo lavoro, se non rilanciamo i consumi, se non costruiamo un nuovo patto sociale condiviso non resisteremo a lungo. Non vogliamo diventare un paese in svendita. Non serve abbaiare alla luna. Occorrono idee, progetti, visione d’insieme, capacità di coinvolgere, competenza, coerenza e concretezza. Noi oggi, qui, in questa straordinaria piazza e in tutte le altre gremite dal popolo del lavoro lungo tutta l’Italia, lanciamo il nostro appello e chiediamo una svolta per la crescita”. (Ansa).

L'articolo Novara, Alessandria, Cuneo: le piazze piemontesi della mobilitazione #Ripartiredallavoro di Cgil Cisl Uil sembra essere il primo su Cisl Piemonte.

]]>
La manifestazione di Cgil Cisl Uil a Novara nel servizio del Tg3 Piemonte https://www.cislpiemonte.it/la-manifestazione-cgil-cisl-uil-novara-nel-servizio-del-tg3-piemonte/ Fri, 18 Sep 2020 15:14:33 +0000 https://www.cislpiemonte.it/?p=12585 La manifestazione di Cgil Cisl Uil “Ripartire dal Lavoro” a Novara nel servizio del Tg3 Piemonte con le dichiarazioni del Segretario Confederale Cisl, Andrea Cuccello.

L'articolo La manifestazione di Cgil Cisl Uil a Novara nel servizio del Tg3 Piemonte sembra essere il primo su Cisl Piemonte.

]]>
La manifestazione di Cgil Cisl Uil “Ripartire dal Lavoro” a Novara nel servizio del Tg3 Piemonte con le dichiarazioni del Segretario Confederale Cisl, Andrea Cuccello.

L'articolo La manifestazione di Cgil Cisl Uil a Novara nel servizio del Tg3 Piemonte sembra essere il primo su Cisl Piemonte.

]]>
Al Tg3 Piemonte la manifestazione della Sanità privata a Torino per il rinnovo del contratto https://www.cislpiemonte.it/al-tg3-piemonte-la-manifestazione-della-sanita-privata-torino-rinnovo-del-contratto/ Wed, 16 Sep 2020 18:49:18 +0000 https://www.cislpiemonte.it/?p=12582 Nel servizio del Tg3 Piemonte la manifestazione regionale della Sanità privata che si è svolta oggi a Torino nell’ambito dello sciopero nazionale indetto da Fp Cgil, Cisl Fp, Uil Fpl.

L'articolo Al Tg3 Piemonte la manifestazione della Sanità privata a Torino per il rinnovo del contratto sembra essere il primo su Cisl Piemonte.

]]>
Nel servizio del Tg3 Piemonte la manifestazione regionale della Sanità privata che si è svolta oggi a Torino nell’ambito dello sciopero nazionale indetto da Fp Cgil, Cisl Fp, Uil Fpl.

L'articolo Al Tg3 Piemonte la manifestazione della Sanità privata a Torino per il rinnovo del contratto sembra essere il primo su Cisl Piemonte.

]]>
Sciopero Sanità privata: manifestazione regionale a Torino https://www.cislpiemonte.it/sciopero-sanita-privata-manifestazione-regionale-torino/ Wed, 16 Sep 2020 13:58:10 +0000 https://www.cislpiemonte.it/?p=12572 Nel giorno dello sciopero nazionale della Sanità privata, le lavoratrici e i lavoratori piemontesi del settore sono scesi in piazza a Torino per chiedere il rinnovo del contratto scaduto da 14 anni.

L'articolo Sciopero Sanità privata: manifestazione regionale a Torino sembra essere il primo su Cisl Piemonte.

]]>
Nel giorno dello sciopero nazionale della Sanità privata, le lavoratrici e i lavoratori piemontesi del settore sono scesi in piazza a Torino per chiedere il rinnovo del contratto scaduto da 14 anni.

L'articolo Sciopero Sanità privata: manifestazione regionale a Torino sembra essere il primo su Cisl Piemonte.

]]>
“Ripartire dal lavoro”: Cgil Cisl Uil in piazza il 18 settembre a Novara, Alessandria e Cuneo per la mobilitazione nazionale https://www.cislpiemonte.it/cgil-cisl-uil-in-piazza-il-18-settembre/ Tue, 15 Sep 2020 08:18:36 +0000 https://www.cislpiemonte.it/?p=12561 I Segretari Generali piemontesi di Cgil Cisl Uil Pozzi, Ferraris, Cortese: “Se non si interviene con progetti credibili, a rischio in regione circa 60mila posti di lavoro nei prossimi mesi”.  CGIL CISL UIL Piemonte, nell’ambito della mobilitazione nazionale delle tre confederazioni per il prossimo 18 settembre, dal titolo “Ripartire dal lavoro”, promuovono tre manifestazioni territoriali a... Mostra articolo

L'articolo “Ripartire dal lavoro”: Cgil Cisl Uil in piazza il 18 settembre a Novara, Alessandria e Cuneo per la mobilitazione nazionale sembra essere il primo su Cisl Piemonte.

]]>
I Segretari Generali piemontesi di Cgil Cisl Uil Pozzi, Ferraris, Cortese: “Se non si interviene con progetti credibili, a rischio in regione circa 60mila posti di lavoro nei prossimi mesi”.

 CGIL CISL UIL Piemonte, nell’ambito della mobilitazione nazionale delle tre confederazioni per il prossimo 18 settembre, dal titolo Ripartire dal lavoro, promuovono tre manifestazioni territoriali a Novara, Alessandria e Cuneo. Dopo l’iniziativa nazionale di Roma La notte del lavorodel 29 luglio e di Torino del 12 settembre, i sindacati confederali scendono di nuovo in piazza per rilanciare le loro proposte e sollecitare il confronto con il Governo. Mentre il Paese e il Piemonte fanno i conti con le conseguenze sociali e occupazionali della pandemia, con migliaia di posti di lavoro già persi e molti altri che potrebbero saltare con la fine del blocco ai licenziamenti e la scadenza degli ammortizzatori sociali, CGIL CISL UIL ribadiscono le loro priorità: riforma fiscale e lotta all’evasione, riforma degli ammortizzatori sociali, infrastrutture materiali e immateriali, innovazione, sanità, ricerca, scuola e rinnovi dei contratti nazionali di lavoro privati e pubblici, che riguardano più di dieci milioni di lavoratori. Le Manifestazioni si svolgeranno nelle città di Alessandria, Cuneo e Novara, dove confluiranno le province limitrofe.

A Novara, la manifestazione di CGIL CISL UIL si svolgerà dalle ore 10 alle ore 12, in Piazza della Repubblica, moderata dal Segretario Territoriale della UIL, Roberto Vittorio. La giornata di mobilitazione sarà aperta dall’intervento del Segretario Territoriale della CGIL Attilio Fasulo e conclusa dal Segretario Confederale CISL, Andrea Cuccello. Sono previsti interventi dei delegati delle varie realtà produttive e dei servizi.

Ad Alessandria, l’iniziativa sindacale, che si terrà alle ore 9.30 in Piazza Santa Maria di Castello, sarà aperta dalla relazione del Segretario Territoriale della CGIL, Franco Armosino, seguiranno, moderati dal Segretario Territoriale CISL, Marco Ciani, gli interventi dei delegati delle varie federazioni. Concluderà la manifestazione il Segretario Generale Nazionale della UIL FPL Michelangelo Librandi.

A Cuneo, la giornata di mobilitazione nazionale si svolgerà in Piazza Foro Boario, con inizio alle ore 9.30. L’intervento di apertura sarà svolto dal Segretario Generale della CISL di Cuneo, Enrico Solavagione. Prima delle conclusioni del Segretario Nazionale FILLEA CGIL, Alessandro Genovesi, parlerà il Segretario della UIL Piemonte Francesco Lo Grasso e prenderanno la parola i delegati di diverse categorie.

“Dopo Torino, che ha manifestato nei giorni scorsi, scendiamo in piazza nel resto della regione, nell’ambito della mobilitazione nazionale – spiegano i Segretari Generali di CGIL CISL UIL Piemonte, Pier Massimo Pozzi, Alessio Ferraris, Gianni Cortese – per rimettere il lavoro al centro della strategia di rilancio del Paese e per chiedere un confronto con il Governo sui progetti finanziati dall’Europa (Recovery Fund, Sure e, speriamo, MES) relativi alle priorità del Sistema Italia. Le manifestazioni sono anche l’occasione per richiamare l’attenzione sui problemi che investono la nostra Regione, a partire dall’emergenza lavoro. Nei prossimi mesi, se non si interverrà con progetti industriali credibili, saranno a rischio circa 60mila posti di lavoro”.

In allegato le locandine delle tre manifestazioni

 

L'articolo “Ripartire dal lavoro”: Cgil Cisl Uil in piazza il 18 settembre a Novara, Alessandria e Cuneo per la mobilitazione nazionale sembra essere il primo su Cisl Piemonte.

]]>
Sciopero Sanità privata il 16 settembre: manifestazione regionale a Torino dalle ore 10 alle ore 12.30 https://www.cislpiemonte.it/sciopero-sanita-privata/ Mon, 14 Sep 2020 15:28:05 +0000 https://www.cislpiemonte.it/?p=12557 Lavoratori del settore di nuovo in piazza per il contratto scaduto da 14 anni Continua la mobilitazione dei lavoratori della Sanità privata. A seguito della scelta di AIOP e ARIS di non ratificare la preintesa sottoscritta il 10 giugno scorso, i sindacati Cgil Cisl Uil di settore hanno proclamato per mercoledì 16 settembre, una giornata... Mostra articolo

L'articolo Sciopero Sanità privata il 16 settembre: manifestazione regionale a Torino dalle ore 10 alle ore 12.30 sembra essere il primo su Cisl Piemonte.

]]>
Lavoratori del settore di nuovo in piazza per il contratto scaduto da 14 anni

Continua la mobilitazione dei lavoratori della Sanità privata.
A seguito della scelta di AIOP e ARIS di non ratificare la preintesa sottoscritta il 10 giugno scorso, i sindacati Cgil Cisl Uil di settore hanno proclamato per mercoledì 16 settembre, una giornata di sciopero che si svolgerà su tutto il territorio nazionale.
In Piemonte, dove si contano circa 7mila addetti, ci sarà un’unica manifestazione regionale in piazza Castello (Lato Prefettura), a Torino, dalle ore 10 alle ore 12.30.
“Le dichiarazioni di volontà espresse in questi ultimi giorni dalle controparti – spiegano i responsabili regionali della Sanità privata di Fp Cgil, Cisl Fp e Uil Fpl, Massimo Esposto, Massimiliano Mendolia e Antonio Pilla – non rappresentano la risposta adeguata alla conclusione della nostra mobilitazione, che potrà avvenire solo con la sottoscrizione della preintesa da parte di AIOP e ARIS nazionali dopo 14 lunghi anni di attesa”.

IN ALLEGATO LOCANDINA DELL’INIZIATIVA

L'articolo Sciopero Sanità privata il 16 settembre: manifestazione regionale a Torino dalle ore 10 alle ore 12.30 sembra essere il primo su Cisl Piemonte.

]]>
Scuola al via, sindacati regionali: “Mancano 7mila docenti di ruolo e più di un migliaio tra amministrativi, tecnici e ausiliari” https://www.cislpiemonte.it/scuola-al-via-in-piemonte/ Sun, 13 Sep 2020 17:39:27 +0000 https://www.cislpiemonte.it/?p=12545 Lettera di Flc-Cgil, Cisl Scuola, Uil Scuola, Snals e Gilda per l’inizio dell’anno scolastico in Piemonte. n Piemonte la scuola parte domani con un vuoto di 7000 docenti di ruolo e una carenza di organico del personale Ata di oltre mille lavoratori. Sono i dati diffusi dalle segreterie regionali dei sindacati Flc-Cgil, Cisl Scuola, Uil... Mostra articolo

L'articolo Scuola al via, sindacati regionali: “Mancano 7mila docenti di ruolo e più di un migliaio tra amministrativi, tecnici e ausiliari” sembra essere il primo su Cisl Piemonte.

]]>
Lettera di Flc-Cgil, Cisl Scuola, Uil Scuola, Snals e Gilda per l’inizio dell’anno scolastico in Piemonte.

n Piemonte la scuola parte domani con un vuoto di 7000 docenti di ruolo e una carenza di organico del personale Ata di oltre mille lavoratori. Sono i dati diffusi dalle segreterie regionali dei sindacati Flc-Cgil, Cisl Scuola, Uil Scuola, Snals e Gilda. “Ancora una volta – è l’accusa dei sindacati siamo alla ripartenza a cattedre vuote, con il personale precario chiamato a supplire e dare provvisorio rimedio a guasti e malfunzionamenti di anni, problemi ripetuti e irrisolti a ogni passaggio di ministri e governi. Ma quest’anno c’è lo spettro del contagio, di quarantene, del ritorno al lockdown”. Secondo i sindacati della scuola “arriveremo a 15 mila supplenti docenti e a più di 3000 supplenze Ata, senza contare i cosiddetti ‘posti Covid’. Si è pensato più ai banchi che al personale docente ed Ata. Per i docenti di ruolo era possibile attivare 8908 contratti, ne sono stati assunti tra i 1500 e i 1600 per l’esaurimento delle graduatorie concorsuali e per il personale ATA su 2172 posti liberi sono state autorizzate meno della metà, 1041, delle assunzioni in ruolo”. “Si riparte dunque – proseguono Cgil, Cisl, Uil, Snals e Gilda – con un aumento di instabilità e di incertezze, in un momento in cui avremmo bisogno di stabilità e certezze”. I sindacati criticano, inoltre, l’ordinanza della Regione Piemonte. “Non avevamo bisogno della scenografica rappresentazione da parte del presidente Cirio della questione della misurazione della temperatura degli allievi, Abbiamo chiesto alla Regione personale in più e ci hanno restituito un ordine alle scuole sul controllo del diario e dell’autocertificazione da fare ogni giorno da parte delle famiglie”. (ANSA).

In allegato la lettera integrale dei sindacati regionali della Scuola

L'articolo Scuola al via, sindacati regionali: “Mancano 7mila docenti di ruolo e più di un migliaio tra amministrativi, tecnici e ausiliari” sembra essere il primo su Cisl Piemonte.

]]>
Cgil Cisl Uil Piemonte chiedono a Cirio di sospendere l’ordinanza regionale sulla misurazione della febbre nelle scuole https://www.cislpiemonte.it/scuola-cgil-cisl-uil-contro-cirio/ Fri, 11 Sep 2020 16:16:44 +0000 https://www.cislpiemonte.it/?p=12536 In questi giorni la Regione Piemonte ha deciso di stanziare 500.000 euro per l’acquisto di termoscanner da distribuire direttamente a tutte le autonomie scolastiche presenti nel nostro territorio. L’opposizione dei sindacati CGIL CISL UIL di categoria e la posizione dell’Ufficio scolastico Regionale hanno determinato la sospensione della decisione del Presidente Alberto Cirio immediatamente sostituita da... Mostra articolo

L'articolo Cgil Cisl Uil Piemonte chiedono a Cirio di sospendere l’ordinanza regionale sulla misurazione della febbre nelle scuole sembra essere il primo su Cisl Piemonte.

]]>
In questi giorni la Regione Piemonte ha deciso di stanziare 500.000 euro per l’acquisto di termoscanner da distribuire direttamente a tutte le autonomie scolastiche presenti nel nostro territorio. L’opposizione dei sindacati CGIL CISL UIL di categoria e la posizione dell’Ufficio scolastico Regionale hanno determinato la sospensione della decisione del Presidente Alberto Cirio immediatamente sostituita da una ordinanza specifica nella quale si introducono meccanismi di controllo per “verificare” l’avvenuta misurazione della temperatura da parte delle famiglie.A quattro giorni dall’apertura della scuola l’ordinanza del Presidente Cirio, senza valutare gli impatti e le modalità con cui le scuole si sono organizzate, in base alle disposizioni Statali, non fa altro che aggiungere indicazioni tardive che determinano ulteriore confusione nella gestione delle attività di prevenzione alla diffusione del Covid 19; in particolare per ciò che attiene la destinazione di personale specifico, la sua adeguata formazione e le garanzie di tutela degli stessi studenti.

Inoltre la decisione di attivare un sistema di controllo nei confronti dei genitori, di fatto, vanifica lo strumento base dell’interazione scuola famiglia che è oggetto del “Patto di corresponsabilità educativa” che le scuole piemontesi hanno condiviso con le famiglie. Interazione e responsabilità genitoriale riconosciuta e sostenuta dallo Stato anche nelle linee guida nazionali che impegnano le famiglie nella misurazione della temperatura. Un lavoro iniziato da tempo grazie al serio lavoro dei dirigenti, dei docenti e dei collaboratori scolastici perché la scuola il 14 settembre possa aprire le porte e ridare alle migliaia di studentesse/i una sana normalità, a loro privata nel periodo del lockdown, in piena sicurezza.CGIL CISL UIL Piemonte sono convinti che il 14 settembre la scuola debba aprire garantendo la sicurezza per gli studenti e per il personale senza ulteriori complicazioni. CGIL CISL UIL Piemonte chiede al Presidente della Giunta di sospendere tale provvedimento che introduce ulteriori difficoltà ad una situazione già complicata. La scuola è presidio di comunità che tanto può fare, sia all’interno sia all’esterno dei propri edifici, proprio per questo va protetta.

CGIL Piemonte     CISL Piemonte   UIL Piemonte

 

 

L'articolo Cgil Cisl Uil Piemonte chiedono a Cirio di sospendere l’ordinanza regionale sulla misurazione della febbre nelle scuole sembra essere il primo su Cisl Piemonte.

]]>
Termoscanner e autocertificazione, lettera aperta dei sindacati della scuola al presidente della regione Cirio https://www.cislpiemonte.it/lettera-sindacati-scuola-a-presidente-cirio/ Thu, 10 Sep 2020 14:37:12 +0000 https://www.cislpiemonte.it/?p=12515 Ieri 9 settembre, a cinque giorni dalla riapertura delle scuole, è stata emanata l’Ordinanza Regionale riguardo alla questione di un ulteriore accertamento in Piemonte sullo stato febbrile o meno degli allievi. Dopo la vicenda dei termoscanner, il Presidente Cirio per cercare convintamente di vincere la sua personale battaglia contro la febbre… “dribbla l’ostacolo” senza ancora... Mostra articolo

L'articolo Termoscanner e autocertificazione, lettera aperta dei sindacati della scuola al presidente della regione Cirio sembra essere il primo su Cisl Piemonte.

]]>
Ieri 9 settembre, a cinque giorni dalla riapertura delle scuole, è stata emanata l’Ordinanza Regionale riguardo alla questione di un ulteriore accertamento in Piemonte sullo stato febbrile o meno degli allievi. Dopo la vicenda dei termoscanner, il Presidente Cirio per cercare convintamente di vincere la sua personale battaglia contro la febbre… “dribbla l’ostacolo” senza ancora una volta prefigurare soluzioni operative praticabili. Ma, anziché andare in rete, butta la palla in tribuna.
Solo con una metafora calcistica riusciamo a definire la decisione del Presidente Cirio che ORDINA alle scuole di controllare l’autocertificazione OBBLIGATORIA per le famiglie in mancanza della quale l’allievo, prima di essere ammesso in classe deve essere sottoposto a controllo. Questo mentre già c’è, per il Piemonte come per tutta l’Italia, una regolamentazione già stabilita con indicazioni nazionali.

Pensavamo di avere chiarito le nostre argomentazioni sul tema del termoscanner, riproviamo a sintetizzare con uno slogan: “bella idea ma non ci sono le condizioni”, non c’è abbastanza personale, si rallentano gli ingressi, si creano ulteriori condizioni di contagio. Abbiamo anche affermato che se il Presidente ci avesse dato personale specificamente formato e risorse di supporto, le scuole ne avrebbero avuto un giovamento.
In Piemonte accade invece che, anziché comprendere (eppure è stato illustrato all’Assessore all’Istruzione) che i Dirigenti e il personale del sistema di Istruzione e Formazione della nostra regione stanno lavorando da mesi ai protocolli e alla formazione, stilando registri, predisponendo incarichi, misurando spazi, valutando rischi, studiando opzioni; che invece di percepire che il primo giorno di scuola dovrà essere una festa, un ritorno alla normalità, una ripartenza; che invece di ragionare sugli aspetti educativi e formativi e sulle strategie che gli insegnanti e in generale il personale del settore dovranno mettere in campo per recuperare la dimensione educativa, affettiva e relazionale, il Presidente mette un carico pesante sulle scuole ma anche sulle famiglie, dimenticando che al centro ci sono le bambine e i bambini, le ragazze e i ragazzi che non possono vivere la scuola con le regole di un ospedale da campo.

Ogni mattina dopo la rilevazione della temperatura le famiglie dovranno scrivere un’autocertificazione su modulo o su diario. Ogni mattina in classe l’allievo che ne è privo lo risulta di fronte a tutti i compagni e …bella dimenticanza quella fatta da mamma e papà! Ogni mattina in ogni classe il tempo scuola, tanto prezioso e tanto perduto durante il lockdown, sarà dedicato a quest’appello?
Oppure un “superbidello” ogni mattina raccoglie le autocertificazioni e in alternativa misura la temperatura: 1200 alunni per 7 secondi ciascuno…. tempo stimato 2 ore e 55 minuti per ogni mattina. Un eccellente inizio delle lezioni!

Auspichiamo allora che la frase del preambolo “PRESO ATTO che gli sforzi che vengono messi in campo dalle istituzioni scolastiche e dal sistema sanitario regionale rischiano di non sortire i risultati attesi in assenza di un nuovo patto di corresponsabilità educativa che preveda la collaborazione attiva fra scuola e famiglie “ sia considerata con attenzione affinché non sfugga il fatto che le scuole hanno adottato e stanno condividendo con le famiglie i nuovi patti di corresponsabilità.
In presenza del patto le misure diventano un ulteriore atto di forza e un ostacolo per tutti.

Caricare le famiglie e la scuola di oneri non necessari e che minano il buon funzionamento della macchina organizzativa e la serenità della comunità scolastica, non superando il rischio di contagio è una strada da non percorrere e che non aiuta la scuola del Piemonte.
Presidente è il caso che ci ripensi, le imposizioni non hanno mai portato a nulla di buono, provi a guardare al futuro e magari a traguardarlo.

FLC CGIL – Piemonte /CISL SCUOLA – Piemonte /UIL SCUOLA – Piemonte
Luisa Limone /Maria Grazia Penna /Diego Meli

 

 

L'articolo Termoscanner e autocertificazione, lettera aperta dei sindacati della scuola al presidente della regione Cirio sembra essere il primo su Cisl Piemonte.

]]>
Assegnato a Venezia il premio Fai Cisl “Persona Lavoro Ambiente” https://www.cislpiemonte.it/assegnato-a-venezia-il-premio-fai-cisl/ Thu, 10 Sep 2020 14:19:01 +0000 https://www.cislpiemonte.it/?p=12508 Assegnato oggi in occasione della 77ma Mostra Internazionale d’Arte Cinematografica de La Biennale di Venezia il premio collaterale “Persona Lavoro Ambiente”, ideato dalla federazione agroalimentare e ambientale della Cisl. Al film iraniano “Dashte Khamoush” (Terra desolata) di Ahmad Bahrami il primo riconoscimento; menzioni speciali a “Śniegu już nigdy nie będzie” (Non cadrà più la neve),... Mostra articolo

L'articolo Assegnato a Venezia il premio Fai Cisl “Persona Lavoro Ambiente” sembra essere il primo su Cisl Piemonte.

]]>
Assegnato oggi in occasione della 77ma Mostra Internazionale d’Arte Cinematografica de La Biennale di Venezia il premio collaterale “Persona Lavoro Ambiente”, ideato dalla federazione agroalimentare e ambientale della Cisl. Al film iraniano “Dashte Khamoush” (Terra desolata) di Ahmad Bahrami il primo riconoscimento; menzioni speciali a “Śniegu już nigdy nie będzie” (Non cadrà più la neve), “Kitoboy” (Il ragazzo delle balene) e “Dorogie Tovarischi!” (Cari compagni). Proiezione in sala per il docufilm “Siamo qui da vent’anni” (Italia, 2020, 48’). Realizzato dall’Anolf Cuneo. Presente all’evento anche una delegazione piemontese guidata dal segretario generale Ferraris

Premio Fai Cisl VeneziaSi è svolta oggi presso lo Spazio Incontri Venice Production Bridge, nell’Hotel Excelsior del Lido di Venezia, la consegna del Premio Collaterale “Persona Lavoro Ambiente”, ideato dalla Fai Cisl e dalla sua Fondazione Studi e Ricerche in occasione della 77ma Mostra Internazionale d’Arte Cinematografica de La Biennale di Venezia.
Il riconoscimento è andato al film “Dashte Khamoush” (Terra desolata) di Ahmad Bahrami (Iran, 2020, 103’). A motivare la scelta è stata la stessa giuria del premio, composta dal sociologo Ludovico Ferro, il regista internazionale teatrale e cinematografico Alessio Nardin, la giornalista di Forbes Susanna Tanzi, il Capo Ufficio Stampa della Fai Cisl Rossano Colagrossi e l’esperto di cinema Luca Zamparini, della City University of New York: “Il film narra la quotidianità di un mattonificio in un luogo remoto, ma partendo da uno spaccato di vita molto specifico riesce a descrivere criticamente gli elementi essenziali e archetipici delle relazioni che si instaurano in tutte le relazioni lavorative, toccando corde universali e temi di grande attualità, come il rapporto tra imprenditore e lavoratore o tra intermediari e subordinati, la rappresentanza, lo sfruttamento, il legame tra il lavoro e la dignità della persona”. L’opera ha convinto la giuria non solo sul piano tematico, ma anche grazie a una “precisa costruzione narrativa che si abbina ad un uso magistrale dell’inquadratura e dei movimenti di camera, della fotografia, del suono”.
Per la menzione speciale sul tema dell’ambiente sono stati scelti due film ex aequo: “Śniegu już nigdy nie będzie” (Non cadrà più la neve) di Małgorzata Szumowska e Michał Englert (Polonia, Germania, 2020, 115’) e “Kitoboy” (The Whaler Boy) di Philipp Yuryev (Russia, Polonia, Belgio, 2020, 94′). Il primo ha colpito per aver affrontato il discorso ambientale in modo originale e poco scontato: “A partire dal disastro di Chernobyl, il tema ecologico si lega a una tematizzazione indirizzata su diversi piani della condizione umana e sociale per poi emergere con forza nel finale, a completamento di una pregevole costruzione comunicativa in grado di elevare il racconto per immagini a pura forma artistica”, hanno affermato i componenti della giuria.
Mentre il secondo, “Kitoboy”, si è distinto “per aver narrato in maniera compenetrata le dimensioni dell’ambiente naturale e dell’ambiente sociale”, affrontando i temi della sostenibilità ambientale di alcune attività umane, della globalizzazione della comunicazione, della disparità nella distribuzione delle risorse economiche e sociali.
La menzione speciale sul lavoro è andata invece a “Dorogie Tovarischi!” (Cari compagni), di Andrei Konchalovsky (Russia, 2020, 120’). Il film ha conquistato la giuria per aver affrontato un evento storico legato al mondo del lavoro, cioè l’organizzazione e la repressione di uno sciopero nella Russia dopo l’era Stalin, “per affrontare i temi della libertà, della democrazia, dell’autorità, attraverso i filtri delle relazioni familiari ed affettive”.
Premio Fai CislA consegnare i premi alle delegazioni presenti sono stati il Segretario Generale della Fai Cisl Onofrio Rota, il Presidente della Fondazione Fai Cisl Studi e Ricerche Vincenzo Conso e il Presidente della giuria Ludovico Ferro.
L’evento di premiazione è stato anche l’occasione per proiettare al pubblico della Mostra il docufilm “Siamo qui da vent’anni” (Italia, 2020, 48’). Realizzato dall’Anolf Cuneo, con il contributo del Consorzio delle ONG Piemontesi, della Fondazione Cassa di Risparmio di Cuneo, della Fai Cisl e della Fondazione Fai Cisl Studi e Ricerche, nell’ambito del progetto europeo “Frame, Voice, Report”, il documentario racconta la vita di alcune comunità di immigrati divenute da tempo fondamentali nella produzione di tante eccellenze agroalimentari piemontesi, in particolare nella provincia di Cuneo. Hanno partecipato all’evento anche il regista del docufilm, Sandro Bozzolo, i Presidenti di Anolf Cuneo, Piemonte e Venezia, Roger Davico, Paolo Pozzo e Massaer Diane, rappresentanti della Fai Cuneo e della Fai Veneto, il segretario generale della Cisl Piemonte, Alessio Ferraris, il Console della Macedonia del Nord Vitanov Stojan, e i segretari nazionali della Fai Cisl: Mohamed Saady, Raffaella Buonaguro e Patrizio Giorni.

Uffico Stampa Fai Cisl nazionale

L'articolo Assegnato a Venezia il premio Fai Cisl “Persona Lavoro Ambiente” sembra essere il primo su Cisl Piemonte.

]]>
Prima riunione del Comitato Esecutivo Cisl Piemonte dopo la pausa estiva https://www.cislpiemonte.it/riunione-del-comitato-esecutivo-cisl-piemonte-la-pausa-estiva/ Tue, 08 Sep 2020 09:55:17 +0000 https://www.cislpiemonte.it/?p=12496 Con la relazione introduttiva del segretario generale, Alessio Ferraris, si è svolta nella mattina odierna la riunione in videoconferenza del Comitato Esecutivo della Cisl Piemonte, la prima dopo la pausa estiva. Al centro dell’incontro la ripresa autunnale, con tutte le iniziative in programma a cominciare dalla manifestazione nazionale di Cgil Cisl Uil del prossimo 18... Mostra articolo

L'articolo Prima riunione del Comitato Esecutivo Cisl Piemonte dopo la pausa estiva sembra essere il primo su Cisl Piemonte.

]]>
Con la relazione introduttiva del segretario generale, Alessio Ferraris, si è svolta nella mattina odierna la riunione in videoconferenza del Comitato Esecutivo della Cisl Piemonte, la prima dopo la pausa estiva. Al centro dell’incontro la ripresa autunnale, con tutte le iniziative in programma a cominciare dalla manifestazione nazionale di Cgil Cisl Uil del prossimo 18 settembre. Nell’illustrare le tante iniziative che la Cisl metterà in campo nelle prossime settimane, Ferraris ha parlato dell’importante incontro del giorno prima tra i vertici di Cgil Cisl UIl e quelli di Confindustria, che ha portato una schiarita nel rinnovo del contratto della sanità privata, scaduto da 16 anni, e all’avvio di un dialogo costruttivo finalizzato alla ripartenza del Paese. Dopo la manifestazione di sabato 12 settembre di Cgil Cisl Uil Torino “Insieme progettiamo il futuro”, si svolgeranno nell’ambito della mobilitazione nazionale del 18 settembre, tre manifestazioni territoriali a Novara, Alessandria e Cuneo. Nei prossimi giorni saranno forniti maggiori dettagli.

 

L'articolo Prima riunione del Comitato Esecutivo Cisl Piemonte dopo la pausa estiva sembra essere il primo su Cisl Piemonte.

]]>
La proiezione del docufilm “Siamo Qui da Vent’anni” a Venezia il 10/9 durante il Premio collaterale “Fondazione Fai – Persona, Lavoro, Ambiente” https://www.cislpiemonte.it/siamo-qui-da-ventanni-a-venezia-con-fai-cisl/ Mon, 07 Sep 2020 16:34:58 +0000 https://www.cislpiemonte.it/?p=12478 Nell’anno in cui tutto si è fermato per alcuni mesi e in cui anche il più antico festival cinematografico del mondo rischiava di saltare, la Biennale Cinema si rafforza con il nuovo progetto della Fai Cisl e della sua Fondazione Studi e Ricerche: un premio collaterale che riguarderà le opere cinematografiche ritenute più interessanti e... Mostra articolo

L'articolo La proiezione del docufilm “Siamo Qui da Vent’anni” a Venezia il 10/9 durante il Premio collaterale “Fondazione Fai – Persona, Lavoro, Ambiente” sembra essere il primo su Cisl Piemonte.

]]>
Nell’anno in cui tutto si è fermato per alcuni mesi e in cui anche il più antico festival cinematografico del mondo rischiava di saltare, la Biennale Cinema si rafforza con il nuovo progetto della Fai Cisl e della sua Fondazione Studi e Ricerche: un premio collaterale che riguarderà le opere cinematografiche ritenute più interessanti e significative nell’affrontare i temi del lavoro e della relazione tra persona e ambiente.

“L’obiettivo – afferma il Presidente della Fondazione, Vincenzo Conso – è quello di valorizzare le opere che affrontano i temi del lavoro nelle diverse dimensioni sociali e antropologiche e della relazione tra l’uomo, inteso come persona, le sue attività e l’ambiente, sia naturale che sociale: ipotizziamo che queste direttrici tematiche, già presenti e consolidate nel panorama delle pellicole presentate a Venezia, saranno nei prossimi anni, anche in seguito all’evento epocale del Covid-19, sempre più frequenti e sviluppate dalle tematizzazioni cinematografiche”.

La Fondazione Fai Cisl Studi e Ricerche promuove, in Italia e all’estero, iniziative di studio, di ricerca e culturali sul lavoro agroalimentare e ambientale, sulle problematiche dell’agricoltura, dell’ecologia e della salute. È attiva nella promozione e produzione di documentari e recentemente ha ampliato la sua azione nell’ambito artistico con la produzione di docufilm e spettacoli teatrali, come “Il delegato”, opera che ha debuttato lo scorso ottobre a Matera, Capitale Europea della Cultura.

L’ideatore del premio, il sociologo Ludovico Ferro, insegna Processi Culturali e Comunicativi all’Università di Padova e studia da decenni i festival cinematografici come luoghi di sfera pubblica. Presiederà la giuria composta dal regista di teatro e cinema Alessio Nardin, che lavora, tra gli altri, presso Stanislavsky Electrotheatre di Mosca, Teatro Nazionale di Strasburgo, Théâtre National de Bretagne, Teatro Stabile del Veneto, dalla giornalista Susanna Tanzi, Style editor di Forbes, dal Capo Ufficio Stampa della Fai Cisl Rossano Colagrossi e dall’esperto di cinema Luca Zamparini, del Brooklyn College.

Assieme, lavoreranno per assegnare il premio “Fondazione Fai – Persona, Lavoro, Ambiente” e due menzioni speciali, una sul lavoro e una sull’ambiente.

“Per il sindacato agroalimentare e ambientale – commenta il segretario generale della Fai Cisl Onofrio Rota – è una grande soddisfazione essere alla Mostra: si tratta di una bella opportunità per valorizzare le espressioni di una rinnovata sensibilità sui temi del lavoro e dell’ecologia, sui quali siamo da sempre impegnati con obiettivi di maggiore e migliore occupazione, di tutela dei diritti, di sostenibilità ambientale, sociale ed economica”.

Giovedì 10 settembre, dalle 11.30 alle 13.30, presso lo Spazio Incontri Venice Production Bridge, al terzo piano dell’Hotel Excelsior, saranno consegnati i premi e interverranno, tra gli altri, Onofrio Rota e Vincenzo Conso.

L’evento di premiazione ospiterà anche la proiezione speciale del docufilm “Siamo qui da vent’anni” (2020, Italia, 48’). Realizzato dall’Anolf Cuneo, con il contributo del Consorzio delle ONG Piemontesi, della Fondazione Cassa di Risparmio di Cuneo, della Fai Cisl e della Fondazione Fai Cisl Studi e Ricerche, nell’ambito del progetto europeo “Frame, Voice, Report”, il documentario racconta, tramite testimonianze della vita dei migranti in Piemonte e in particolare nella provincia di Cuneo, come la vocazione agricola si sia rinnovata nel segno di una globalizzazione del mercato del lavoro che sopperisce alla mancanza di manodopera locale e contribuisce alla crescita di tante eccellenze del Made in Italy. Saranno presenti all’evento anche il regista Sandro Bozzolo, i Presidenti di Anolf Cuneo e Anolf Piemonte, Roger Davico e Paolo Pozzo, rappresentanti della Fai Cuneo e della Fai Veneto, il segretario generale della Cisl Piemonte, Alessio Ferraris, e la segreteria nazionale della Fai al completo.

Ufficio Stampa Fai Cisl nazionale

In allegato il programma dell’evento

L'articolo La proiezione del docufilm “Siamo Qui da Vent’anni” a Venezia il 10/9 durante il Premio collaterale “Fondazione Fai – Persona, Lavoro, Ambiente” sembra essere il primo su Cisl Piemonte.

]]>
Termoscanner a scuola, i dubbi dei sindacati regionali di categoria https://www.cislpiemonte.it/termoscanner-scuola-dubbi-dei-sindacati/ Fri, 04 Sep 2020 14:17:17 +0000 https://www.cislpiemonte.it/?p=12468 A conclusione dell’incontro organizzato dalla Direzione Regionale Ministero Istruzione del Piemonte per comunicazioni urgenti da parte dell’Assessore Regionale all’Istruzione e Formazione Elena Chiorino, dedicato ai temi di avvio dell’anno scolastico e in particolare alla proposta relativa al finanziamento dell’acquisto di termoscanner per il rilevamento della temperatura corporea agli alunni ed alle alunne di tutte le... Mostra articolo

L'articolo Termoscanner a scuola, i dubbi dei sindacati regionali di categoria sembra essere il primo su Cisl Piemonte.

]]>
A conclusione dell’incontro organizzato dalla Direzione Regionale Ministero Istruzione del Piemonte per comunicazioni urgenti da parte dell’Assessore Regionale all’Istruzione e Formazione Elena Chiorino, dedicato ai temi di avvio dell’anno scolastico e in particolare alla proposta relativa al finanziamento dell’acquisto di termoscanner per il rilevamento della temperatura corporea agli alunni ed alle alunne di tutte le scuole della Regione, FLC CGIL – CISL Scuola – UIL Scuola Piemonte dichiarano:
– La tutela della salute e della sicurezza delle alunne e degli alunni, del personale della scuola e dell’intera collettività rappresentano la priorità assoluta per ogni intervento
– La scuola in Piemonte il 14 settembre deve riaprire e ripartire in sicurezza
– Ogni investimento ed ogni attenzione rivolta al sistema dell’Istruzione e Formazione è ben accolto e valutato positivamente
Nello specifico, le Organizzazioni sindacali, per l’attuazione della proposta della Regione, hanno rilevato difficoltà oggettive nell’applicazione del provvedimento, sottolineando le seguenti criticità:
1) Numero insufficiente dei collaboratori scolastici presenti in ogni plesso
2) Tutela e sicurezza dei lavoratori
3) Tempistica della rilevazione della temperatura e rallentamento degli ingressi scaglionati
4) Responsabilità legate alle competenze dei lavoratori e rispetto della privacy degli studenti
Hanno ribadito l’osservanza del protocollo nazionale sulla sicurezza e riapertura della scuola del 6 agosto scorso, richiamando il ruolo fondamentale delle famiglie nel patto di corresponsabilità con la scuola.
Hanno proposto:
1) Personale aggiuntivo esterno finanziato con fondi regionali
2) Istituzione di figure sanitarie di sistema all’interno delle scuole finanziate dalla Regione
3) Coinvolgimento tramite accordi della Protezione Civile, della Croce Rossa e di altre associazioni presenti sul territorio per l’attuazione dell’intervento.
Hanno inoltre chiesto all’Assessore Regionale Elena Chiorino e al Direttore Regionale Fabrizio Manca di favorire ai tavoli nazionali ogni intervento volto a prevedere la sostituzione del personale assente fin dal primo giorno.
L’Assessore Regionale si è impegnata a sostenere e verificare la sostenibilità delle proposte nelle sedi competenti e a convocare a breve le Organizzazioni sindacali.
FLC CGIL – CISL Scuola – UIL Scuola Piemonte prendono atto della disponibilità al confronto e auspicano in futuro un’interlocuzione preventiva rispetto ad interventi normativi relativi al Sistema Istruzione e Formazione del Piemonte.

Luisa Limone  FLC CGIL – PIemonte
Maria Grazia Penna CISL SCUOLA – Piemonte
Diego Meli UIL SCUOLA – Piemonte

L'articolo Termoscanner a scuola, i dubbi dei sindacati regionali di categoria sembra essere il primo su Cisl Piemonte.

]]>
Sanità Privata, Cgil Cisl Uil Fp: sciopero nazionale il 16 settembre. Ancora presidi in Piemonte il 31 agosto https://www.cislpiemonte.it/sanita-privata-sciopero-il-16-settembre/ Wed, 02 Sep 2020 08:50:24 +0000 https://www.cislpiemonte.it/?p=12455 Continua mobilitazione dei lavoratori della Sanità privata contro Aris e Aiop, il 31 agosto 2020 mobilitazione in tutti i territori della regione Continua e si intensifica la mobilitazione delle lavoratrici e dei lavoratori della Sanità privata per il rinnovo del contratto promossa da Fp Cgil, Cisl Fp e Uil Fpl. Lunedì 31 agosto si sono... Mostra articolo

L'articolo Sanità Privata, Cgil Cisl Uil Fp: sciopero nazionale il 16 settembre. Ancora presidi in Piemonte il 31 agosto sembra essere il primo su Cisl Piemonte.

]]>
Continua mobilitazione dei lavoratori della Sanità privata contro Aris e Aiop, il 31 agosto 2020 mobilitazione in tutti i territori della regione

Continua e si intensifica la mobilitazione delle lavoratrici e dei lavoratori della Sanità privata per il rinnovo del contratto promossa da Fp Cgil, Cisl Fp e Uil Fpl. Lunedì 31 agosto si sono svolti anche in  Piemonte presidi presso le sedi Aris e Aiop in tutti i territori. Le federazioni nazionali del Pubblico Impiego di Cgil Cisl Uil  hanno proclamato per mercoledì 16 settembre lo sciopero del personale per l’intera giornata o turno di lavoro.

Al centro della mobilitazione, e in particolare dello sciopero del 16 settembre, fanno sapere Fp Cgil, Cisl Fp e Uil Fpl, “la mancata sottoscrizione definitiva, da parte delle controparti, ovvero Aiop (Associazione Italiana Ospedalità Privata) e Aris (Associazione Religiosa Istituti Socio-Sanitari), della preintesa raggiunta il 10 giugno scorso sul rinnovo del contratto. Dopo 3 anni di trattative e 14 anni di assenza di rinnovo contrattuale, si era giunti alla sottoscrizione di un testo di contratto collettivo nazionale condiviso dalle delegazioni trattanti, datoriali e sindacali. Smentendo loro stesse, Aris e Aiop hanno successivamente sostenuto non esserci le condizioni sufficienti per sottoscrivere in via definitiva il contratto, venendo meno agli impegni sottoscritti e ponendo i lavoratori in una condizione di incertezza e privazione di riconoscimenti economici”.

Per i sindacati si tratta di “un passo indietro, vile e vergognoso, nonostante ci fossero alla base del rinnovo garanzie istituzionale, confermate sia dal livello nazionale, il Ministero della Salute, che dai livelli regionali, dalla Conferenza delle Regioni alle singole Regioni stesse. Non essendoci, quindi, fattori ostativi alla sottoscrizione e alla sostenibilità del rinnovo contrattuale, la sola ragione della mancata sottoscrizione definitiva del contratto è riconducibile alla non volontà da parte di Aris e Aiop di mantenere gli impegni sottoscritti con la preintesa”.

Un comportamento delle controparti, proseguono, “che appare ancora più vergognoso se si pensa che, ancora una volta, le professioniste e i professionisti della sanità privata hanno operato, unitamente ai colleghi della sanità pubblica, per far fronte alla grave emergenza sanitaria dovuta al Covid-19 con la stessa professionalità e impegno ma senza gli stessi diritti ad un riconoscimento economico uguale.

L'articolo Sanità Privata, Cgil Cisl Uil Fp: sciopero nazionale il 16 settembre. Ancora presidi in Piemonte il 31 agosto sembra essere il primo su Cisl Piemonte.

]]>
“Un sistema per rialzare la testa”: intervista del segretario Cisl Ferraris a ‘Lo Spiffero’ https://www.cislpiemonte.it/intervista-del-segretario-ferraris-lo-spiffero-un-sistema-rialzare-la-testa/ Mon, 10 Aug 2020 10:52:29 +0000 https://www.cislpiemonte.it/?p=12429 La politica non può pensare di agire da sola, è ora di fare squadra per rilanciare il Piemonte. La ricetta del segretario generale Cisl Piemonte Alessio Ferraris che manda un messaggio chiaro alla giunta Cirio: “Basta contributi a pioggia, servono investimenti strutturali”.

L'articolo “Un sistema per rialzare la testa”: intervista del segretario Cisl Ferraris a ‘Lo Spiffero’ sembra essere il primo su Cisl Piemonte.

]]>
La politica non può pensare di agire da sola, è ora di fare squadra per rilanciare il Piemonte. La ricetta del segretario generale Cisl Piemonte Alessio Ferraris che manda un messaggio chiaro alla giunta Cirio: “Basta contributi a pioggia, servono investimenti strutturali”.

L'articolo “Un sistema per rialzare la testa”: intervista del segretario Cisl Ferraris a ‘Lo Spiffero’ sembra essere il primo su Cisl Piemonte.

]]>
Socio-Assistenziale: al via il tavolo permanente Regione-Sindacati https://www.cislpiemonte.it/socio-assistenziale-al-via-il-tavolo/ Fri, 31 Jul 2020 12:55:14 +0000 https://www.cislpiemonte.it/?p=12414 “Si tratta di un accordo importante perché sancisce, nel rispetto dei reciproci ruoli, l’inizio di un percorso condiviso con la Regione sulla futura riorganizzazione del sistema socio-sanitario in Piemonte. L’intesa, come richiesto dalle organizzazioni sindacali, pone al centro i temi dell’occupazione, degli investimenti, degli anziani e della medicina territoriale”. Questo il commento del segretario regionale... Mostra articolo

L'articolo Socio-Assistenziale: al via il tavolo permanente Regione-Sindacati sembra essere il primo su Cisl Piemonte.

]]>
“Si tratta di un accordo importante perché sancisce, nel rispetto dei reciproci ruoli, l’inizio di un percorso condiviso con la Regione sulla futura riorganizzazione del sistema socio-sanitario in Piemonte. L’intesa, come richiesto dalle organizzazioni sindacali, pone al centro i temi dell’occupazione, degli investimenti, degli anziani e della medicina territoriale”. Questo il commento del segretario regionale Cisl, Luca Caretti, dopo la sigla del protocollo sulla riorganizzazione del sistema socio-sanitario, insieme ai segretari regionali di Fnp, Fp e Fisascat Cisl, Guidotti, Blandino e Montagnini, avvenuta questa mattina nella sede della Regione in piazza Castello.

“Adesso in sanità è arrivato il momento di programmare, uscire dall’urgenza quotidiana e costruire la medicina territoriale”: ha detto il governatore del Piemonte, Alberto Cirio, in occasione del via ufficiale al Tavolo permanente con i sindacati. “Il 7 luglio – ha ricordato Cirio – c’è stato un incontro ufficiale con Cgil, Cisl e Uil nel quale abbiamo condiviso un protocollo, arrivato dopo un ampio confronto, nel segneo del reciproco riconoscimento dei ruoli. Nel protocollo condividiamo la necessità di superare le carenze strutturali emerse durante pandemia. Lavoreremo dunque insieme nel definire la nuova rete ospedaliera regionale, l’efficientamento dei servizi, il ruolo della domiciliarità, la revisione delle residenze per i non autosufficienti e la psichiatria”.

L'articolo Socio-Assistenziale: al via il tavolo permanente Regione-Sindacati sembra essere il primo su Cisl Piemonte.

]]>
Lo sciopero dei lavoratori somministrati della sanità nel servizio del Corriere-TV https://www.cislpiemonte.it/lo-sciopero-dei-lavoratori-somministrati-della-sanita-nel-servizio-del-corriere-tv/ Fri, 24 Jul 2020 16:09:57 +0000 https://www.cislpiemonte.it/?p=12400 Nel servizio del Corriere-TV le testimonianze di alcune lavoratrici e le dichiarazioni di Alessandro Lotti, FeLSA Cisl Piemonte.

L'articolo Lo sciopero dei lavoratori somministrati della sanità nel servizio del Corriere-TV sembra essere il primo su Cisl Piemonte.

]]>
Nel servizio del Corriere-TV le testimonianze di alcune lavoratrici e le dichiarazioni di Alessandro Lotti, FeLSA Cisl Piemonte.

L'articolo Lo sciopero dei lavoratori somministrati della sanità nel servizio del Corriere-TV sembra essere il primo su Cisl Piemonte.

]]>
A parità di lavoro, parità di salario #somministratimobilitati https://www.cislpiemonte.it/parita-lavoro-parita-salario-somministratimobilitati/ Fri, 24 Jul 2020 11:44:02 +0000 https://www.cislpiemonte.it/?p=12390 Non hanno diritto alle “quote di riserva” nei concorsi pubblici, né ai premi di risultato distribuiti periodicamente nella sanità pubblica e privata, e sono stati persino esclusi dalle indennità Covid erogate agli operatori sanitari dal Decreto Rilancio. E’ per questo che oggi i 12 mila lavoratori sanitari in somministrazione sono scesi in piazza: a Roma,... Mostra articolo

L'articolo A parità di lavoro, parità di salario #somministratimobilitati sembra essere il primo su Cisl Piemonte.

]]>
Non hanno diritto alle “quote di riserva” nei concorsi pubblici, né ai premi di risultato distribuiti periodicamente nella sanità pubblica e privata, e sono stati persino esclusi dalle indennità Covid erogate agli operatori sanitari dal Decreto Rilancio. E’ per questo che oggi i 12 mila lavoratori sanitari in somministrazione sono scesi in piazza: a Roma, davanti al ministero della Salute, ma anche a Milano, Torino, Bologna e Pordenone, davanti alle sedi delle Regioni nelle quali opera la maggior parte di questi operatori, figli di un dio minore. E’ lo sciopero generale organizzato da FeLSA Cisl, con NidiL Cigl e UilTemp, a cui però il 50% non ha potuto partecipare per la chiamata in servizio. Si tratta di lavoratori essenziali quindi, ma non riconosciuti come tali.

A Torino la mobilitazione si è svolta davanti a Palazzo Lascaris, sede del Consiglio Regionale del Piemonte. Alessandro Lotti (FeLSA Cisl Piemonte) spiega le motivazioni: “Stiamo parlando di infermieri, assistenti sanitari, autisti di ambulanze, impiegati amministrativi, assunti con il contratto di somministrazione per aggirare i vincoli di bilancio previsti dal patto per la sanità che però non annulla le esigenze di integrare gli organici spesso ridottti all’osso delle strutture sanitarie pubbliche. Una situazione che è da sempre connotata da una aperta discriminazione, la soluzione ci sarebbe e consiste nel rispetto del principio della parità di trattamento fra lavoratori che svolgono le stesse attività presso le aziende ospedaliere o le aziende sanitarie locali. Proprio per non dar luogo a irragionevoli discriminazioni, oramai superate dai tempi e dalla legge stessa, chiediamo che la Regione ascolti la voce di questi lavoratori somministrati.”

Nel video la dichiarazione di Giacomo Manni (FeLSA Cisl Piemonte).

 

L'articolo A parità di lavoro, parità di salario #somministratimobilitati sembra essere il primo su Cisl Piemonte.

]]>
Il Progetto Cisl sulla comunicazione digitale. Sesto e ultimo seminario on line del percorso formativo per l’Esecutivo https://www.cislpiemonte.it/progetto-cisl-sulla-comunicazione-digitale-sesto-ultimo-seminario-line-del-percorso-formativo-lesecutivo/ Fri, 24 Jul 2020 10:30:58 +0000 https://www.cislpiemonte.it/?p=12387 Si è concluso stamattina con il sesto e ultimo seminario on line il percorso formativo per l’esecutivo Cisl Piemonte sui temi della comunicazione. L’appuntamento dal titolo “Il progetto Cisl sulla comunicazione digitale” ha visto la partecipazione di Rocco Zagaria (Responsabile Informazione e Comunicazione Cisl Piemonte), Monica Cat Genova (Responsabile Formazione Cisl Piemonte) Salvo Guglielmino (Portavoce... Mostra articolo

L'articolo Il Progetto Cisl sulla comunicazione digitale. Sesto e ultimo seminario on line del percorso formativo per l’Esecutivo sembra essere il primo su Cisl Piemonte.

]]>
Si è concluso stamattina con il sesto e ultimo seminario on line il percorso formativo per l’esecutivo Cisl Piemonte sui temi della comunicazione. L’appuntamento dal titolo “Il progetto Cisl sulla comunicazione digitale” ha visto la partecipazione di Rocco Zagaria (Responsabile Informazione e Comunicazione Cisl Piemonte), Monica Cat Genova (Responsabile Formazione Cisl Piemonte) Salvo Guglielmino (Portavoce e Responsabile Ufficio Stampa Cisl nazionale), Luca Alagna, Coordinatore del Progetto Cisl Nazionale sulla Comunicazione, Alessio Ferraris, segretario generale Cisl Piemonte e Giorgio Graziani, segretario organizzativo Cisl, che hanno trattato due temi principali:
il Progetto Cisl Piemonte sulla comunicazione (un unico sito regionale, diverse piattaforme social, multimedialità, sperimentazione sui format e contenuti, nuove competenze digitali e investimenti sulla formazione per comunicare meglio all’interno e all’esterno dell’Organizzazione) e la Rete Cisl e la Comunicazione Digitale Integrata per il Progetto nazionale Cisl sulla comunicazione.

L'articolo Il Progetto Cisl sulla comunicazione digitale. Sesto e ultimo seminario on line del percorso formativo per l’Esecutivo sembra essere il primo su Cisl Piemonte.

]]>
Il segretario regionale Cisl Luca Caretti sullo sciopero dei lavoratori somministrati della sanità https://www.cislpiemonte.it/segretario-regionale-cisl-luca-caretti-sullo-sciopero-dei-lavoratori-somministrati-della-sanita/ Thu, 23 Jul 2020 21:44:58 +0000 https://www.cislpiemonte.it/?p=12380 Il segretario regionale Cisl Luca Caretti parla ad Azzurra Tv dello sciopero nazionale dei lavoratori somministrati della sanità che si svolge venerdì 24 luglio con manifestazione anche a Torino, a partire dalle ore 9.30, in piazza Castello. SCIOPERO SANITA', DOMANI MANIFESTAZIONE REGIONALE A TORINO SCIOPERO SANITA', DOMANI MANIFESTAZIONE REGIONALE A TORINO PER DIFENDERE I DIRITTI... Mostra articolo

L'articolo Il segretario regionale Cisl Luca Caretti sullo sciopero dei lavoratori somministrati della sanità sembra essere il primo su Cisl Piemonte.

]]>
Il segretario regionale Cisl Luca Caretti parla ad Azzurra Tv dello sciopero nazionale dei lavoratori somministrati della sanità che si svolge venerdì 24 luglio con manifestazione anche a Torino, a partire dalle ore 9.30, in piazza Castello.

SCIOPERO SANITA', DOMANI MANIFESTAZIONE REGIONALE A TORINO

SCIOPERO SANITA', DOMANI MANIFESTAZIONE REGIONALE A TORINO PER DIFENDERE I DIRITTI DEI PRECARI#vcoazzurratv

Pubblicato da VCO Azzurra TV su Giovedì 23 luglio 2020

L'articolo Il segretario regionale Cisl Luca Caretti sullo sciopero dei lavoratori somministrati della sanità sembra essere il primo su Cisl Piemonte.

]]>
A parità di lavoro, parità di salario: il 24 luglio scioperano i lavoratori somministrati della Sanità https://www.cislpiemonte.it/24-luglio-scioperano-i-somministrati/ Tue, 21 Jul 2020 16:16:04 +0000 https://www.cislpiemonte.it/?p=12365 Quanto abbiano sofferto le lavoratrici ed i lavoratori della sanità durante l’emergenza Covid 19 lo sappiamo bene e, a parziale riconoscimento del loro impegno, sono giustamente state previste risorse salariali aggiuntive che, seppur esigue, riconoscono almeno concettualmente lo sforzo straordinario da essi compiuto. Accanto a questi lavoratori, in questi mesi difficili, hanno lavorato molte altre... Mostra articolo

L'articolo A parità di lavoro, parità di salario: il 24 luglio scioperano i lavoratori somministrati della Sanità sembra essere il primo su Cisl Piemonte.

]]>
Quanto abbiano sofferto le lavoratrici ed i lavoratori della sanità durante l’emergenza Covid 19 lo sappiamo bene e, a parziale riconoscimento del loro impegno, sono giustamente state previste risorse salariali aggiuntive che, seppur esigue, riconoscono almeno concettualmente lo sforzo straordinario da essi compiuto.
Accanto a questi lavoratori, in questi mesi difficili, hanno lavorato molte altre persone per le quali purtroppo nulla è stato previsto: parliamo dei lavoratori somministrati impiegati nelle Aziende Sanitarie, delle operatrìci socio-sanitarie delle Rsa, dei dipendenti delle aziende di pulizia e delle mense che hanno prestato la loro opera negli ospedali e nelle case di riposo, personale indispensabile nella fase emergenziale ma “dimenticato” subito dopo.
Nidil, FeLSA, Ultemp, le categorie di Cgil, Cisl, Uil, che rappresentano i lavoratori precari della sanità, hanno indetto uno sciopero generale per il 24 Luglio prossimo a sostegno della parità di trattamento economico.
Cgil, Cisl, Uil Piemonte, nel sostenere le ragioni della mobilitazione, chiedono al Governo e alla Regione Piemonte di garantire che a tutte le lavoratrici e a tutti i lavoratori che in questi mesi hanno operato a vario titolo nei presidi sanitari e socio sanitari venga erogato un riconoscimento salariale aggiuntivo, così come avvenuto per i dipendenti della sanità pubblica. A pari condizioni di lavoro, pari condizioni di salario.

LA LOCANDINA DELLO SCIOPERO

L'articolo A parità di lavoro, parità di salario: il 24 luglio scioperano i lavoratori somministrati della Sanità sembra essere il primo su Cisl Piemonte.

]]>
FSBA (Fondo di Sostegno Bilaterale Artigianato), le parti sociali scrivono al Prefetto per sollecitare il finanziamento da Roma https://www.cislpiemonte.it/fsba-fondo-sostegno-bilaterale-artigianato-le-parti-sociali-scrivono-al-prefetto-sollecitare-finanziamenti-roma/ Fri, 17 Jul 2020 15:00:53 +0000 https://www.cislpiemonte.it/?p=12356 In allegato la lettera di Confartigianato, Cna, Casartigiani, Cgil, Cisl, Uil Piemonte indirizzata al Prefetto di Torino, Claudio Palomba, per sollecitare la quota di finanziamento del FSBA (Fondo Sostegno Bilaterale Artigianato) spettante al Piemonte, pari a circa 50 milioni di euro, destinata alle imprese e ai lavoratori del settore artigiano della regione per fronteggiare l’emergenza... Mostra articolo

L'articolo FSBA (Fondo di Sostegno Bilaterale Artigianato), le parti sociali scrivono al Prefetto per sollecitare il finanziamento da Roma sembra essere il primo su Cisl Piemonte.

]]>
In allegato la lettera di Confartigianato, Cna, Casartigiani, Cgil, Cisl, Uil Piemonte indirizzata al Prefetto di Torino, Claudio Palomba, per sollecitare la quota di finanziamento del FSBA (Fondo Sostegno Bilaterale Artigianato) spettante al Piemonte, pari a circa 50 milioni di euro, destinata alle imprese e ai lavoratori del settore artigiano della regione per fronteggiare l’emergenza Covid-19.

L'articolo FSBA (Fondo di Sostegno Bilaterale Artigianato), le parti sociali scrivono al Prefetto per sollecitare il finanziamento da Roma sembra essere il primo su Cisl Piemonte.

]]>
Uno spiraglio per la Mahle di La Loggia e Saluzzo https://www.cislpiemonte.it/uno-spiraglio-per-la-mahle/ Fri, 17 Jul 2020 08:55:00 +0000 https://www.cislpiemonte.it/?p=12348 Il 22 luglio incontro decisivo al Mise, la lombarda “Imr Industries” interessata a rilanciare i due stabilimenti piemontesi Per la Mahle, multinazionale tedesca che produce pistoni per motori diesel negli stabilimenti di La Loggia, alle porte di Torino e a Saluzzo, nel cuneese, c’è l’ipotesi di una reindustrializzazione. Anche se sulla vicenda regna il massimo... Mostra articolo

L'articolo Uno spiraglio per la Mahle di La Loggia e Saluzzo sembra essere il primo su Cisl Piemonte.

]]>
Il 22 luglio incontro decisivo al Mise, la lombarda “Imr Industries” interessata a rilanciare i due stabilimenti piemontesi

Per la Mahle, multinazionale tedesca che produce pistoni per motori diesel negli stabilimenti di La Loggia, alle porte di Torino e a Saluzzo, nel cuneese, c’è l’ipotesi di una reindustrializzazione. Anche se sulla vicenda regna il massimo riserbo, i sindacati confermano di essere stati convocati il 22 luglio al Mise per un approfondimento del caso. Bocche cucite e tanta prudenza anche perché, come si affrettano a spiegare Fim Fiom Fismic di Torino e Cuneo in una nota “non esistono certezze assolute né sono state espletate formalità vincolanti”. Anzi, i sindacati ritengono “fuori luogo le dichiarazioni intempestive di alcuni esponenti politici su questa vicenda. Dare per certe soluzioni non ancora ben definite e in un quadro così delicato può essere controproducente per gli interessi dei lavoratori e di tutti i soggetti coinvolti”. Il riferimento è ad alcuni parlamentari locali, esponenti di Pd e del Movimento Cinque Stelle, che nei giorni scorsi hanno reso pubbliche le novità sulla Mahle. Per i sindacati “è fondamentale il buon esito della trattativa in corso e il conseguente avvio della fase di confronto finalizzato alla salvaguardia della occupazione”.
Secondo indiscrezioni, potrebbe essere il gruppo lombardo “Imr Industries”, guidato dalla famiglia Galmarini, a rilevare i due impianti italiani che occupano attualmente, tra a La Loggia (Torino) e Saluzzo, circa 300 persone. Nello scorso autunno, quando sono arrivate le lettere di licenziamento e l’annuncio della chiusura entro il 2019, erano più di 450 i lavoratori nei due stabilimenti piemontesi. Molti se ne sono andati spontaneamente in questi mesi, accettando l’incentivo dell’azienda.
Tra gennaio e febbraio sono arrivati i primi importanti risultati: il ritiro dei licenziamenti e la cassa integrazione di un anno per cessazione di attività e reindustrializzazione. Nel frattempo la regione Piemonte si è messa alla ricerca di imprenditori disposti a rilevare e rilanciare i due siti produttivi.
Se le voci dell’acquisizione di Mahle da parte di “Imr Industries” dovessero essere confermate sarebbe una buona notizia per il comparto dell’automotive torinese, alla ricerca di un rilancio e di nuove prospettive di sviluppo. Da quanto si apprende la “Imr Industries” di Carate Brianza opera nello stampaggio di componenti in plastica, di scocche e processi di verniciatura nel settore delle auto di lusso. Due dei quattro siti italiani del Gruppo, che in totale ammontano a sette con gli stabilimenti di Germania e Spagna, sono già operativi a Torino e Mondovì.
Intanto i sindacati dei metalmeccanici hanno incontrato in assemblea i lavoratori dei due stabilimenti per fare il punto sulla situazione. “Mancano ancora le firme – spiega Davide Provenzano, segretario generale Fim Torino-Canavese che invita alla cautela – ma se l’opportunità si dovesse concretizzare sarebbe una soluzione per oltre il 90% degli addetti. Il sindacato, insieme ai lavoratori, dopo un lungo impegno, attendono la conclusione positiva. Abbiamo sempre lavorato con tutti gli attori in campo affinché si trovasse una soluzione senza lasciare indietro nessuno”.
Rocco Zagaria

L'articolo Uno spiraglio per la Mahle di La Loggia e Saluzzo sembra essere il primo su Cisl Piemonte.

]]>
Dalla carta al digitale: come cambia l’informazione. Quinto seminario online sulla comunicazione della Cisl Piemonte https://www.cislpiemonte.it/come-cambia-linformazione/ Tue, 14 Jul 2020 10:33:31 +0000 https://www.cislpiemonte.it/?p=12332 Si è svolto oggi il quinto seminario online della Cisl Piemonte dal titolo: “Strumenti e competenze nella comunicazione digitale e uso efficace dei social network”. Con il caporedattore dell’Economia del quotidiano “La Stampa”, Giuseppe Bottero, abbiamo parlato del passaggio dalla Carta al digitale, con particolare riferimento al progetto “Digital First de La Stampa”, del rapporto... Mostra articolo

L'articolo Dalla carta al digitale: come cambia l’informazione. Quinto seminario online sulla comunicazione della Cisl Piemonte sembra essere il primo su Cisl Piemonte.

]]>
Si è svolto oggi il quinto seminario online della Cisl Piemonte dal titolo: “Strumenti e competenze nella comunicazione digitale e uso efficace dei social network”.
Con il caporedattore dell’Economia del quotidiano “La Stampa”, Giuseppe Bottero, abbiamo parlato del passaggio dalla Carta al digitale, con particolare riferimento al progetto “Digital First de La Stampa”, del rapporto tra piattaforme social e mondo dell’informazione, del ruolo dei giornalisti per la produzione di informazione di qualità e delle prospettive dell’informazione sindacale in un contesto mediatico sempre più affollato e multimediale.     

L'articolo Dalla carta al digitale: come cambia l’informazione. Quinto seminario online sulla comunicazione della Cisl Piemonte sembra essere il primo su Cisl Piemonte.

]]>
Lettera del neo segretario generale Fim Cisl Roberto Benaglia ai dirigenti e delegati Fim https://www.cislpiemonte.it/lettera-del-neo-segretario-generale-fim-cisl-roberto-benaglia-ai-dirigenti-delegati-fim/ Mon, 13 Jul 2020 15:39:19 +0000 https://www.cislpiemonte.it/?p=12327 In allegato la lettera che il neo segretario generale Fim Cisl, Roberto Benaglia, ha inviato, subito dopo la sua elezione, avvenuta oggi a Roma, alla presenza dei segretari generale e aggiunto Cisl, Furlan e Sbarra, ai dirigenti e delegati Fim.  

L'articolo Lettera del neo segretario generale Fim Cisl Roberto Benaglia ai dirigenti e delegati Fim sembra essere il primo su Cisl Piemonte.

]]>
In allegato la lettera che il neo segretario generale Fim Cisl, Roberto Benaglia, ha inviato, subito dopo la sua elezione, avvenuta oggi a Roma, alla presenza dei segretari generale e aggiunto Cisl, Furlan e Sbarra, ai dirigenti e delegati Fim.

 

L'articolo Lettera del neo segretario generale Fim Cisl Roberto Benaglia ai dirigenti e delegati Fim sembra essere il primo su Cisl Piemonte.

]]>
Roberto Benaglia è il nuovo segretario generale della Fim Cisl https://www.cislpiemonte.it/roberto-benaglia-segretario-generale-della-fim-cisl/ Mon, 13 Jul 2020 15:21:21 +0000 https://www.cislpiemonte.it/?p=12323 Roberto Benaglia è il nuovo Segretario Generale della Fim Cisl, succede a Marco Bentivogli alla guida delle tute blu della Cisl. Benaglia è stato eletto oggi a Roma, con larghissima maggioranza, dal Consiglio generale della Fim Cisl, alla presenza della Segretaria Generale della Cisl Annamaria Furlan e del segretario aggiunto della Cisl Luigi Sbarra. Sindacalista... Mostra articolo

L'articolo Roberto Benaglia è il nuovo segretario generale della Fim Cisl sembra essere il primo su Cisl Piemonte.

]]>
Roberto Benaglia è il nuovo Segretario Generale della Fim Cisl, succede a Marco Bentivogli alla guida delle tute blu della Cisl.

Benaglia è stato eletto oggi a Roma, con larghissima maggioranza, dal Consiglio generale della Fim Cisl, alla presenza della Segretaria Generale della Cisl Annamaria Furlan e del segretario aggiunto della Cisl Luigi Sbarra. Sindacalista di lunga esperienza, 59 anni, Benaglia arriva alla Fim dopo diversi incarichi territoriali e nazionali a partire dai primi anni ’80; dal 1998 fino al 2008 è prima in segreteria e poi alla guida della Fim Cisl Lombardia.

Tra il 2008 e il 2016 è stato componente della segreteria regionale Cisl lombarda con incarichi sui temi del mercato del lavoro e della contrattazione. Tra il 2016 e il 2019 diviene operatore della Cisl confederale sempre sui temi delle politiche contrattuali, fino ad approdare nel maggio del 2019 nella segreteria nazionale della Fai Cisl dove ha seguito i rinnovi contrattuali e le relazioni sindacali nell’industria alimentare e con i principali gruppi della stessa. Contrattazione, innovazione nel campo del mercato del lavoro, della formazione continua, delle politiche attive, del welfare contrattuale hanno rappresentato i maggiori ambiti d’impegno della sua esperienza sindacale.

“Il mio primo pensiero da segretario generale della Fim Cisl – ha detto Benaglia subito dopo la sua elezione – lo rivolgo ai troppi metalmeccanici oggi in cassa integrazione e ai tanti giovani con contratti a termine che già sono stati lasciati a casa. Il settore sta vivendo la peggiore recessione dal dopoguerra e il sindacato è chiamato a mettere in campo una forte iniziativa per il rilancio del settore. Ai lavoratori dobbiamo risposte. Difendere i posti di lavoro sarà la nostra priorità. Dopo la manifestazione del 25 giugno scorso, mi rivolgo a Fiom e Uilm proponendo di incontraci già nei prossimi giorni per confrontarci e metter a punto proposte comuni e di prospettiva. Prolungare gli ammortizzatori e il blocco dei licenziamenti è indispensabile, ma questo tempo va usato per adottare nuovi strumenti di sostegno agli investimenti e dall’occupazione. Vogliamo come Fim Cisl nel contempo rilanciare il ruolo contrattuale del sindacato, nostro primo mestiere. La contrattazione non può andare in cassa integrazione. In questi mesi di pandemia, nelle aziende sindacato e imprese hanno lavorato molto insieme per garantire lavoro in sicurezza, flessibilità produttive, gestione del lavoro agile e degli ammortizzatori. Anche sul piano nazionale serve oggi più contrattazione anche innovativa, a partire dal tavolo del rinnovo del CCNL sul quale vogliamo fin dai prossimi appuntamenti continuare ad esserci con capacità di dialogo, proposta e confronto. Un forte ringraziamento a tutti gli attivisti della Fim e al mio predecessore Marco Bentivogli per l’innovativo lavoro di guida che ha saputo portare avanti in questi anni e per aver sostenuto la mia candidatura. La Fim continuerà ad essere un sindacato collocato sulla frontiera dei cambiamenti che il lavoro sta sempre più vivendo, innovativo, curioso, partecipativo, aperto, impegnato a costruire insieme ai tanti nostri sindacalisti e delegati di fabbrica le nuove tutele in tema di formazione, politiche attive, professionalità, lavoro per obiettivi, welfare contrattuale, conciliazione vita lavoro e politiche salariali di cui i metalmeccanici hanno sempre più bisogno”.  

Congratulazioni e in bocca al lupo di cuore a Roberto Benaglia,  dalla Segretaria Generale della Cisl, Annamaria Furlan, che ha concluso i lavori del Consiglio Generale della Fim Cisl. “Sono certa che con la sua grande esperienza accumulata in tanti anni di attività sindacale, in tutti i livelli della nostra organizzazione, con la sua sensibilità sociale e soprattutto con le sue grandi capacità dimostrate di contrattualista, Roberto Benaglia saprà rispondere ai bisogni concreti della categoria dei metalmeccanici, rilanciando e rafforzando il ruolo negoziale della Fim Cisl e di tutto il sindacato, con capacità di dialogo e proposte sempre più innovative, con l’obiettivo di una più ampia partecipazione dei lavoratori ai cambiamenti necessari oggi per affrontare la nuova fase delle relazioni industriali. Su questa strada, la Fim avrà sempre al suo fianco la Cisl, con grande senso di responsabilità, coerenza ed unità. Grazie ed in bocca al lupo anche a Marco Bentivogli per il lavoro fatto in questi anni alla guida della Fim Cisl”, ha aggiunto la Furlan.

Congratulazioni e auguri di buon lavoro a Benaglia anche dal segretario generale Cisl Piemonte, Alessio Ferraris e da tutta la Cisl piemontese. 

Uffici Stampa nazionali di Fim e Cisl 

L'articolo Roberto Benaglia è il nuovo segretario generale della Fim Cisl sembra essere il primo su Cisl Piemonte.

]]>
Tav: il comunicato congiunto del sistema delle imprese, dei lavoratori, della cooperazione e delle professioni di Torino e Piemonte https://www.cislpiemonte.it/tav-il-comunicato-congiunto/ Fri, 10 Jul 2020 20:16:36 +0000 https://www.cislpiemonte.it/?p=12319 I rappresentanti del sistema delle imprese, dei lavoratori, della cooperazione e delle professioni di Torino e del Piemonte – da sempre attenti alla realizzazione della nuova linea ferroviaria Torino-Lione – si sono riuniti oggi e ribadiscono quanto segue. 1. La Nuova Linea Torino – Lione è un progetto che coinvolge Italia, Francia ed UE e... Mostra articolo

L'articolo Tav: il comunicato congiunto del sistema delle imprese, dei lavoratori, della cooperazione e delle professioni di Torino e Piemonte sembra essere il primo su Cisl Piemonte.

]]>
I rappresentanti del sistema delle imprese, dei lavoratori, della cooperazione e delle professioni di Torino e del Piemonte – da sempre attenti alla realizzazione della nuova linea ferroviaria Torino-Lione – si sono riuniti oggi e ribadiscono quanto segue.
1. La Nuova Linea Torino – Lione è un progetto che coinvolge Italia, Francia ed UE e rappresenta uno dei tasselli fondamentali della rete TEN-T che deve essere realizzato nei tempi e nei modi più opportuni per il territorio. Non sono più ammissibili ritardi nella sottoscrizione di atti, procedure e accordi funzionali alla realizzazione del progetto.

2. La TAV Torino-Lione deve essere realizzata in coerenza con il progetto condiviso con il territorio nel rispetto degli accordi internazionali sottoscritti tra Italia, Francia e Unione Europea e della Legge 1/2017 (con i successivi atti approvati dal CIPE). La Nuova Linea Torino Lione è quindi costituita dalla tratta internazionale (tunnel di base, stazione internazionale di Susa), e dalla tratta nazionale di accesso (interventi di adeguamento della linea storica, con la realizzazione della variante della Collina Morenica e la riqualificazione dello Scalo di Orbassano con il suo totale inserimento nella nuova linea).

3. E’ necessaria e improrogabile la nomina di un Commissario Straordinario di Governo, con poteri maggiori di quelli attribuiti in passato. Un Commissario che:
• presieda l’Osservatorio garantendo la partecipazione del territorio e la condivisione dei progetti e la loro cantierizzazione;
• sblocchi il progetto della tratta nazionale di accesso programmando e garantendo la sua realizzazione entro il 2030;
• proceda senza indugi nell’utilizzo dei fondi compensativi per il territorio attraversato dalla linea che sono già disponibili.

La realizzazione del nuovo collegamento ferroviario Torino-Lione, soprattutto oggi, deve essere condotta con attenzione al territorio e al progetto approvato, in tempi celeri, certi e adeguati alle necessità di un sistema economico locale e nazionale che ha già sofferto troppo di una disattenzione della politica ormai non più sostenibile.

Torino, 10 luglio 2020

L'articolo Tav: il comunicato congiunto del sistema delle imprese, dei lavoratori, della cooperazione e delle professioni di Torino e Piemonte sembra essere il primo su Cisl Piemonte.

]]>
Il segretario regionale Sicet Giovanni Baratta al Tg3 Piemonte su emergenza sfratti in regione https://www.cislpiemonte.it/segretario-regionale-sicet-giovanni-baratta-al-tg3-piemonte-emergenza-sfratti-regione/ Tue, 07 Jul 2020 19:24:09 +0000 https://www.cislpiemonte.it/?p=12305 Il servizio del Tg3 Piemonte su emergenza sfratti in regione con le dichiarazioni del segretario regionale Sicet, Giovanni Baratta.

L'articolo Il segretario regionale Sicet Giovanni Baratta al Tg3 Piemonte su emergenza sfratti in regione sembra essere il primo su Cisl Piemonte.

]]>
Il servizio del Tg3 Piemonte su emergenza sfratti in regione con le dichiarazioni del segretario regionale Sicet, Giovanni Baratta.

L'articolo Il segretario regionale Sicet Giovanni Baratta al Tg3 Piemonte su emergenza sfratti in regione sembra essere il primo su Cisl Piemonte.

]]>