Contrattazione, formazione e nuove tutele: la FeLSA Cisl Piemonte guarda alle sfide del 2020

mercoledì 18 dicembre 2019
felsa cisl lavoro atipico
Il Consiglio generale Felsa Cisl Piemonte

Siamo a dicembre, ed è arrivato il momento di fare un bilancio sull’anno che sta per concludersi, gettando lo sguardo alle prossime sfide che interessano il mondo del lavoro, anche quello “non standard”.
Il 13 dicembre 2019, presso la sede Cisl regionale, si è riunito il Consiglio generale della FeLSA Cisl Piemonte, Federazione che tutela i lavoratori in somministrazione, atipici ed autonomi, alla presenza di Daniel Zanda, Segretario Felsa Cisl nazionale, ed Alessio Ferraris, Segretario generale Cisl Piemonte (-> la galleria fotografica)
Ha aperto il dibattito Alessandro Lotti, Segretario generale FeLSA Piemonte, “scattando” una fotografia del 2019: “Siamo davanti ad un contesto complicato rispetto al 2018 per le conseguenze del Decreto Dignità sul lavoro in somministrazione e a tempo determinato, e per il calo di produzione dell’automotive che ha svuotato le fabbriche di torinese e cuneese, specie del personale assunto tramite Agenzie di Lavoro“.
Tuttavia, grazie al recente rinnovo del contratto di lavoro in somministrazione, la FeLSA ha potuto offrire opportunità con la presa in carico delle persone, al fine di favorirne la formazione e ricollocazione, e sfruttando i tanti sostegni e agevolazione della bilateralità (enti Formatemp ed Ebitemp)...leggi tutto