Città metropolitana e Cgil Cisl Uil Torino firmano intesa sugli appalti pubblici

lunedì 21 gennaio 2019 / Attualità
Città metropolitana firma Terrenati

Una firma in Città metropolitana di Torino per garantire le massime tutele ai lavoratori che prestano il loro servizio per l’ente pubblico. Dall’edilizia (con un accordo ad hoc che sarà ultimato entro 6 mesi) alle pulizie, fino a portierati ed altre attività ad alta intensità di manodopera. L’accordo riguarda una platea di circa 15mila lavoratori coinvolti negli appalti pubblici legati alla ex Provincia.

Garanzia dell’occupazione e della continuità di retribuzione di pari passo con il miglioramento della qualità dei servizi, il rispetto della trasparenza nelle procedure di gara, il contrasto ai fenomeni di illegalità e di concorrenza sleale a salvaguardia delle imprese che operano nel rispetto dei contratti di lavoro e della legge. Sono alcuni dei punti più significativi del protocollo d’intesa sui lavori pubblici – in particolare appalti, concessioni e affidamenti dei servizi – firmato venerdì 18 gennaio dal vicesindaco Marco Marocco, in rappresentanza della Città metropolitana diTorino e da Elena Petrosino, Cristina Terrenati e Domenico Paoli,  in rappresentanza rispettivamente delle Confederazioni torinesi di Cgil, Cisl e Uil. 

“È una buona sintesi – spiega la segretaria Cisl Cristina Terrenati – perché tutela sia i lavoratori che la qualità del servizio. Lo schema di accordo può aver ricadute anche su appalti che non ricadono direttamente sotto la Città metropolitana”.

In allegato il comunicato stampa di Cgil Cisl Uil Torino 

 

 

Categoria: ,