1° maggio all’insegna della ripresa con al primo posto le esigenze dei lavoratori e dei cittadini della provincia

sabato 1 maggio 2021 / Attualità
Intervento del segretario generale 4della Cisl Cuneo,Enrico Solavagione, alla conferenza unitaria del 1° maggio
Intervento del segretario generale 4della Cisl Cuneo,Enrico Solavagione, alla conferenza unitaria del 1° maggio

 

“Un’Italia sicura, un lavoro sicuro”, è lo slogan del 1° maggio 2021, la giornata internazionale dei lavoratori, che anche quest’anno è priva della classica manifestazione lungo le vie del capoluogo a causa del perdurare della pandemia.

In sostituzione del corteo,  nel parco della Resistenza, si è svolta una conferenza dei segretari generali di Cgil, Cisl e Uil.

Un chiaro riferimento alla ricorrenza del 25 aprile  che il segretario generale della Cisl cuneese, Enrico Solavagione ha evidenziato all’inizio del suo intervento.

“Mai come quest’anno il 1° maggio è la festa di tutti i lavoratori che in questo lungo periodo hanno dovuto soffrire le pesanti ricadute della pandemia come il 25 aprile è la festa di tutti italiani senza alcuna distinzione”

Solavagione ha colto l’occasione per esprimere un giudizio sul Pnrr appena approvato dal parlamento evidenziando però l’urgente necessità di un concreto coinvolgimento del sindacato per l’applicazione del medesimo. “il Pnrr è un’occasione per il rilancio del paese e della nostra provincia che, grazie sicuramente alla sua posizione ed alle capacità dei suoi abitanti, è quella con la più bassa percentuale di disoccupazione che si attesta al 4,6% – ha affermato Solavagione – pur condividendo l’impianto del Pnrr, le organizzazioni sindacali chiedono che il governo apra un confronto per discutere su lavoro, infrastrutture, scuola, riforma del fisco, legge sulle disabilità, sugli ammortizzatori sociali, sulla lotta alle disuguaglianze che anche a Cuneo sono ormai inaccettabili”

Il segretario generale della Cisl ha poi parlato delle infrastrutture locali come la necessità di ripristinare la strada del Colle di Tenda e di completare il Tenda bis definito “una cattedrale nel deserto”. Per quanto riguarda l’autostrada Asti/Cuneo, ha apprezzato la firma degli  atti aggiuntivi per il suo completamento siglati a gennaio. Solavagione ha poi richiesto al presidente della provincia, Federico Borgna, di estendere a tutto il territorio della “Granda” il protocollo su “Appalti, legalità e sicurezza” siglato con le organizzazioni sindacali il 31 luglio dello scorso anno per il comune di Cuneo.

Ha infine ricordato il tema dell’immigrazione, in particolare la questione dei lavoratori per la raccolta frutta nel saluzzese che deve essere risolta per garantire ai cittadini ed agli immigrati una normale convivenza ed integrazione “Cgil, Cisl e Uil ci sono per creare soluzioni come hanno già dimostrato ma sono le istituzioni che devono dirci se vogliono trovare soluzioni congiunte con noi o no”

L’intervento di Solavagione si è concluso con l’augurio più consono a questa giornata “Viva il 1° maggio, Viva i lavoratori, Viva il sindacato”

Alfonso Territo

Il Video dell’Intervento del segretario generale della Cisl di Cuneo, Enrico Solavagione, alla conferenza unitaria Cgil, Cisl, Uil che si è svolta al Parco della Resistenza di Cuneo

https://youtu.be/C_s1EKyGEK8

 

 

Categoria: , ,