Gtt: sciopero di Filt Cgil, Fit Cisl, Ugl Trasporti il 14 settembre, giorno di riapertura delle scuole

martedì 1 settembre 2020 / Focus
sciopero Gtt vista
sciopero Gtt

Trasporto pubblico a rischio a Torino il 14 settembre, un giorno simbolico perché è quello dell’atteso ritorno a scuola per migliaia di studenti. Lo sciopero di 24 ore, con il rispetto delle fasce di garanzia, è stato indetto da Filt Cgil, Fit Cisl, Ugl e dalle rispettive Rsu. Interesserà tutti i mezzi Gtt, l’azienda di trasporto pubblico locale: bus, tram, metropolitana e treni. “Non ci fidiamo più. Gtt chiede agli autisti di provvedere alla sanificazione dei mezzi senza fornire materiale idoneo, con tutti i rischi che questo comporta, e ora vuole privatizzare il controllo dei biglietti. La situazione economica è disastrosa con una perdita che nel 2019 è stata di 16 milioni di euro e nel 2020 potrebbe raggiungere i 30-40 milioni. Siamo molto preoccupati per i 430 dipendenti“, spiega Francesco Bernardo della Filt Cgil. “Gtt non ci ha informato della situazione economica, le relazioni industriali sono pessime e non vengono applicati i protocolli per la sicurezza anti-Covid messi a punto a livello nazionale”, aggiunge Vincenzo Bernardi della Fit Cisl. “La protesta è dovuta anche alla mancanza di sicurezza per il personale e per i cittadini. Nel mese di agosto ci sono stati tre episodi di aggressione dei controllori. Siamo preoccupati per la ripartenza e per questo abbiamo scelto per lo sciopero un giorno simbolico come il 14 settembre”, osserva Vincenzo Filoramo dell’Ugl. (ANSA).

In allegato la lettera di proclamazione dello sciopero dei sindacati 

Categoria: