Venerdì 4 dicembre webinar su formazione e politiche attive del lavoro nell’area metropolitana

mercoledì 2 dicembre 2020 / Focus
LOCANDINA INIZIATIVA DEL 4 DICEMBRE 2020
LOCANDINA DEL 4 DICEMBRE 2020

Fare il punto sulle politiche attive del lavoro nell’area metropolitana di Torino e sullo sviluppo di nuove competenze e figure professionali: questo il senso del webinar promosso dalla Cisl Torino-Canavese per venerdì 4 dicembre dal titolo “Formazione e Politiche attive per il territorio – Prospettive ed evoluzioni”. All’evento partecipano, tra gli altri, Pietro Ferlito, Dirigente Anpal, Elena Chiorino, assessore regionale al Lavoro, Massimo Richetti, Responsabile Relazioni sindacali dell’Unione Industriale di Torino, Giorgio Vernoni, ricercatore Ires Piemonte, Paolo Carraro e Anna Trovò, operatori Dipartimento Mercato del Lavoro e Bilateralità Cisl nazionale e Alessio Ferraris e Domenico Lo Bianco, segretari regionale e territoriale Cisl.

“Abbiamo deciso di promuovere questo approfondimento sulla formazione e le politiche attive del lavoro nel nostro territorio – spiega il segretario generale della Cisl Torino-Canavese Domenico Lo Bianco – per affrontare, con il contributo di esperti ed osservatori, temi cruciali per lo sviluppo del nostro sistema produttivo, soprattutto quando ci troveremo di fronte alla fine degli ammortizzatori sociali e alla fine del blocco dei licenziamenti, senza avere ancora superato l’emergenza ed avendo criticità mai risolte quali, ad esempio, l’occupazione dei giovani. Il nostro obiettivo è arrivare a una vera collaborazione tra tutti i soggetti coinvolti nella costruzione di una mappa reale dei fabbisogni professionali da parte delle aziende e al conseguente aggiornamento del sistema formativo regionale in modo da assicurare la tenuta dei livelli occupazionali e creare nuove possibilità di lavoro, in un’area metropolitana che non accetta di subire il declino ma che vuole e merita vere politiche di sviluppo. Alla luce anche dei recenti accordi territoriali sottoscritti da Cgil Cisl Uil, Unione Industriale e Api sul Fondo Nuove Competenze e dei progetti legati al Recovery Fund, crediamo che questa sia la strada giusta da percorrere”.

In allegato programma e locandina dell’evento

 

 

Categoria: