Teatro Regio di Torino: sindacati contrari a commissariamento

mercoledì 3 giugno 2020 / Focus
Teatro Regio
Teatro Regio

Si è svolto oggi l’incontro tra la sindaca e presidente della Fondazione, Chiara Appendino, e le organizzazioni sindacali e Rsu del Teatro Regio di Torino. La sindaca, a seguito della situazione debitoria del Teatro, liquidità, debito pregresso e rapporto costi-ricavi, ha comunicato l’intenzione di avviare il processo di commissariamento della Fondazione. Appendino ha dichiarato che per il rilancio del Teatro occorre intervenire sulla ristrutturazione del debito, la ri-patrimonializzazione della Fondazione; il recupero del disavanzo e la conferma dell’investimento ministeriale degli 8,5 milioni per la modernizzazione della struttura. La Sindaca ha dichiarato che la ristrutturazione del Teatro non graverà sui lavoratori anche se inciderà sul modello organizzativo gestionale. Le organizzazioni sindacali hanno espresso grande preoccupazione, netta contrarietà al commissariamento e hanno chiesto garanzie per la tenuta dei livelli retributivi e occupazionali, a partire dai rinnovi dei contratti a tempo determinato, e alle assunzioni e concorsi già programmati. La Sindaca ha ribadito alla delegazione sindacale il proprio impegno politico e pubblico, al mantenimento dei livelli occupazionali, ma ribadendo tuttavia l’autonomia del Commissario. La Presidente ha comunicato che l’iter della nomina del Commissario si concluderà intorno alla fine di giugno.

Il prossimo 11 giugno la delegazione sindacale incontrerà nuovamente la Sindaca prima della riunione del Consiglio di Indirizzo. Le Organizzazioni sindacali indiranno, nei prossimi giorni, una assemblea generale dei lavoratori.

LE SEGRETERIE DI SLC-CGIL,  FISTEL-CISL,  UILCOM-UIL, FIALS-CISAL

Categoria: