Morto a 96 anni Pensiero Acutis, internato militare e tra i fondatori della Cisl di Torino

venerdì 27 novembre 2020 / Focus
Pensiero Acutis

E’ morto ieri, all’ età di 96 anni, Pensiero Acutis, internato militare e tra i fondatori della CISL di Torino, in particolare fondò la federazione dei Poligrafici e dei cartai.

Pensiero Acutis nasce a Torino nel 1924. Figlio del pittore anarchico Anselmo Acutis, organizzatore delle sommosse torinesi dell’agosto 1917 e, successivamente attivo nelle lotte degli anni Venti, per poi riparare in Francia per la sua opposizione al fascismo.

Catturato dai tedeschi dopo l’8 settembre 1943, Pensiero viene deportato in Germania. Rientrato nel 1946 nel capoluogo piemontese, lavora come tipografo presso la casa editrice Sei. Tra i fondatori della Libera Cgil (Lcgil) di Torino, segue sin dagli esordi le vicende sindacali della nascita della Cisl torinese e della categoria dei poligrafici. Anche la sorella Vera, attiva nella Resistenza, si impegnerà nella categoria dei chimici della Cisl.

Autore di romanzi ispirati alla montagna, sua grande passione, tra cui L’estate di Geremia Gaspard, Dal Monte Soglio alla Levanna, e di Stalag XA. Storia di una recluta, il diario che narra della sua terribile esperienza di internato militare. Presidente onorario della sezione torinese dell’Anei (Associazione nazionale ex deportati). Testimone infaticabile, negli ultimi decenni ha incontrato scuole e studenti per narrare e trasmettere la sua storia.

Tag:

Categoria: