Ugazio: “Il progetto sull’Accoglienza è la nostra palestra di confederalità”

martedì 17 novembre 2020 / Focus

A un anno esatto dal lancio del Progetto “Accoglienza 2.0″, la Cisl del Piemonte Orientale ha riunito il suo Consiglio generale in videoconferenza per fare un bilancio e una verifica sull’attività svolta nei servizi in questi dodici mesi. “Progettare, realizzare e verificare – ha detto la segretaria generale, Elena Ugazio, aprendo i lavori – sono le nostre parole d’ordine. Insieme alla Fnp e al sistema dei servizi abbiamo aumentato la nostra capacità di ascolto e di relazione con il territorio. Per queste ragioni, il nostro progetto sull’accoglienza è la nostra palestra di confederalità. La formazione dei nostri operatori e Il proselitismo sono  il nucleo del nostro progetto. Da gennaio di quest’anno ad oggi il sistema dell’accoglienza ha totalizzato 611 nuovi iscritti. Questo risultato ci conforta e ci spinge a continuare sulla strada che abbiamo tracciato”.

Dopo gli interventi di alcuni operatori e segretari della Cisl territoriale ha preso la parola il segretario generale della Cisl Piemonte Alessio Ferraris che ha ribadito l’importanza del sistema servizi della Cisl. “Come Cisl Piemonte –  ha detto Ferraris – abbiamo spinto molto negli ultimi anni, dedicando risorse ed energie, per favorire processi di innovazione e di ammodernamento del nostro sistema servizi. Abbiamo investito in formazione e tecnologia per rendere ancora più efficiente ed attrattiva la nostra offerta e soprattutto per aumentare le prestazioni ai nostri associati. Per favorire un momento di scambio e collaborazione tra tutti i livelli dell’organizzazione abbiamo istituito la Commissione regionale dei servizi che oltre a raggruppare le Unioni territoriali e i responsabili regionali dei servizi, è aperta, a rotazione, ai contributi e alle proposte di tutte le nostre federazioni. Fondamentale è anche il ruolo svolto dall’Ara che ha favorito lo sviluppo di sinergie e progetti mirati tra le nostre categorie”.

Ha concluso l’evento online della Cisl Piemonte Orientale il segretario generale della Fnp Cisl, Piero Ragazzini. “Progetto come questo – ha detto il segretario generale dei pensionati Cisl – riflettono le nostre idee e i nostri valori. Al centro ci sono le persone, il lavoro e le periferie. Viviamo un tempo in cui rischiamo la perdita del senso di umanità. Niente sarà più come prima e neanche noi. Il sindacato deve ripensarsi. La nostra fortuna è  avere alle porte un congresso che ci darà la possibilità di discutere e di affrontare anche questi temi. E’ importante rimettere al centro il patto tra generazioni, rafforzare il progetto sulla continuità associativa e diffondere le buone pratiche all’interno della nostra organizzazione. Fare verifiche sui progetti è importante. E’ tempo di generosità, della competenza, della responsabilità e della concretezza”.

Rocco Zagaria       

Categoria: