Frasi razziste a 20 lavoratori senegalesi nel magazzino Maxi-Di di Vercelli: il Consiglio comunale stigmatizza l’accaduto e chiede l’intervento del Ministero del Lavoro

venerdì 29 novembre 2019 / Focus

Dopo le frasi a sfondo razzista pronunciate dalle maestranze di Manhandwork, operanti a Vercelli nel magazzino Maxi Di-Brendolan, a cui è seguito il mancato rinnovo dei contratti a tempo determinato di 20 lavoratori senegalesi, l’Unione sindacale territoriale, la federazione della Fisascat e l’Anolf Cisl del Piemonte Orientale hanno promosso un presidio per il giorno 27 novembre 2019 davanti al Comune di Vercelli, in concomitanza con la riunione del Consiglio comunale. Nell’ordine del giorno, approvato all’unanimità dal Consiglio, si condanna ogni forma di razzismo e si chiede l’intervento del Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali per affrontare con Manhandwork e Maxi Di-Brendola il caso e trovare una soluzione.

Di seguito l’Ordine del giorno approvato dal Consiglio comunale di Vercelli

Categoria: