L’accorpamento delle RLS al centro del Consiglio Generale Fnp Piemonte Orientale

venerdì 28 maggio 2021 / Attualità

Martedì  25 maggio  si è riunito in videoconferenza il Consiglio Generale della Fnp Piemonte Orientale. Ha presieduto i lavori il Segretario Generale Fnp Piemonte Giorgio Bizzarri ed erano presenti gli altri componenti delle segreteria regionale Fnp e la Segretaria Generale Ust Cisl Piemonte Orientale Elena Ugazio, che è intervenuta, apportando il proprio contributo al dibattito.

Nella relazione introduttiva il Segretario Generale Fnp Piemonte Orientale Enrico Zanolini ha accennato ai temi di carattere nazionale (PNNR, campagna vaccinale, sicurezza sul lavoro, cantiere previdenza). Si è soffermato sulla questione della Non Autosufficienza richiamando anche l’appello pubblico #tuteliamoglianziani.

A livello di organizzazione tanti sono i progetti in via di realizzazione, a cominciare da quello sull’accoglienza entrato nel secondo anno. Decisa accelerazione sul piano del tesseramento è stata data anche alla continuità associativa: sono stati firmati accordi con sei federazioni: (Scuola, Fai, Fim, Femca, Filca e Fisascat) per il passaggio di iscritti alla Fnp al momento del pensionamento. Anche nel campo della comunicazione ci sono delle novità: oltre al kit illustrativo da offrire ai nuovi iscritti, una specie di carta di identità della Fnp Piemonte Orientale con i servizi e le convenzioni, si sta formando un coordinamento che si occupi del passaggio dagli strumenti cartacei a quelli digitali. Si riparte anche con la formazione con un corso di primo accostamento in videoconferenza per 20 nuovi volontari.

Sul piano della riorganizzazione della struttura vanno avanti gli accorpamenti delle RLS. La riduzione prevede che dalle 21 attuali si scenda a 14 per allinearsi al modello CISL che punta a limitare il numero de le strutture dirigenziali per riversare maggiori risorse economiche ed umane sul territorio. Proprio nel senso del potenziamento della presenza capillare nessuna sede e nessun recapito verranno chiusi, anzi si sta valutando di aprirne altri per aumentare la prossimità ai cittadini.

Categoria: