Consiglio generale FNP Piemonte: “I pensionati sono il lievito della CISL”

mercoledì 20 dicembre 2017 / Attualità
Il Consiglio generale Cisl Fnp Piemonte del 19/12/2017 vista: pensionati lievito
Durante la relazione di Rosina Partelli

Si è riunito ieri mattina, per l’ultima volta nel 2017, il Consiglio Generale FNP Piemonte. La seduta si è aperta con il Segretario Organizzativo Gianni Vizio che ha introdotto la proiezione del video realizzato con le impressioni di tutti i partecipanti al viaggio intergenerazionale a Danzica, nel cuore del 900, alla riscoperta della storia del sindacato Solidarnosc. Ha presieduto la riunione Emilio Lonati, neo eletto Segretario generale FNP Piemonte Orientale.

All’ordine del giorno la relazione della Segretaria generale FNP Piemonte Rosina Partelli per l’aggiornamento sulla situazione politico-sindacale, che ha toccato vari temi: dalla riorganizzazione interna all’integrazione dei servizi, dalla trattativa con il Governo, che prevede di continuare il tavolo di confronto sulla ridefinizione del paniere e sulla rivalutazione delle pensioni, al problema dell’unità sindacale: “Giusta la scelta della Cisl perchè sarebbe irresponsabile far perdere un tavolo di confronto così importante, riconquistato dopo 15 anni”. Non è mancato il riferimento alla relazione del Segretario generale nell’ultimo Consiglio Generale FNP Nazionale: “Bonfanti guarda al futuro: nel 2018 dobbiamo costruire una nuova piattaforma di rivendicazioni per i pensionati contro la povertà e le disuguaglianze. Partendo dallo slogan del Congresso “Per un Rinascimento del Sindacato” ci ha richiamato alla necessità di un nuovo sindacato fatto da nuovi sindacalisti. La FNP è il lievito della CISL: ci sono già stati cambiamenti organizzativi e politici, ma la riorganizzazione va portata a termine.”

Il dibattito è stato animato da otto interventi: Tiziana Salmistraro (Fnp Torino Canavese) ha sottolineato l’importanza della presenza sul territorio per presidiare le amministrazioni locali e i servizi sociali su tre temi fondamentali: sanità, welfare e fisco, chiedendo particolare sensibilità e attenzione per la medicina di genere. In riferimento alla Commissione di lavoro sui Servizi, ha evidenziato l’importanza di una regia “Cisl”. Ha preso poi la parola Franca Biestro, Coordinatrice Politiche di genere Fnp Piemonte, che ha parlato dei primi mesi di attività con il nuovo incarico: “Il nostro obiettivo è far crescere le donne nei ruoli politici. Siamo partirte con un tavolo regionale a cui partecipano le 4 coordinatrici territoriali, anche il nostro è un percorso #passodopopasso di confronto e progettazione per abbattere gli ostacoli e le minusvalenze”. E’ stato poi il turno di Silvano Di Stefano (Fnp Piemonte Orientale) che ha espresso giudizio positivo sulla trattativa con il Governo, con la necessità di insistere sulle questioni rimaste aperte, prima tra tutte il lavoro per i giovani. Sulla riorganizzazione interna ha messo in evidenza il bisogno di radicarsi sul territorio e di migliorare il rapporto con le categorie nelle Zone. Francesco Porcelli, Segretario generale Fnp Alessandria-Asti, si è concentrato sull’urgenza di una redistribuzione della ricchezza a partire dalla riforma del fisco con una seria lotta all’evasione, oltre che di mettere in campo politiche attive per il lavoro. Necessità di una nuova piattaforma che metta al centro lavoro e fisco per Rinaldo Olocco, Segretario generale Fnp Cuneo, che ha evidenziato anche come i servizi debbano essere funzionali all’organizzazione e sia necessaria una riorganizzazione del patronato Inas per una maggiore sostenibilità. Anche Bruno Pagano (Fnp Alessandria-Asti) ha insistito sul lavoro, richiamando il problema della globalizzazione. Si è poi soffermato sulla questione Inps, che richiede l’azione di un sindacato forte e propositivo, così come la contrattazione sui temi della sanità. Giorgio Bizzarri, Segretario generale Fnp Torino Canavese, si è concentrato su lavoro, precarietà e disoccupazione: “Non bastano gli sgravi fiscali per le assunzioni, perchè il vero problema è che mancano i posti di lavoro. Bisogna incentivare gli investimenti e la imminente campagna elettorale è un’occasione per richiedere interventi forti su famiglia, occupazione e fisco”. Sulla stessa linea l’intervento di Carmen Soffranio, Fnp Alessandria-Asti: “Le battaglie di oggi sono diverse da quelle di ieri: allora ci battevamo per migliori condizioni, ora manca proprio il lavoro. Per i nostri problemi su lavoro e fisco abbiamo bisogno dell’Europa.

Ha chiuso il dibattito il Segretario Generale Cisl Piemonte Alessio Ferraris che è partito dal lavoro – “Per gli investimenti alle aziende si deve puntare sull’innovazione tecnologica: la manifattura resta il driver economico, da solo il terziario non può reggere.” – per poi passare al disagio sociale: “Grazie al REI abbiamo l’occasione di rilanciare la contrattazione sociale e agire per una maggiore coesione. Il ruolo del sindacato è quello di vigilare, presidiando il territorio. L’impegno dei pensionati nell’intercettare il mondo dell’associazionismo, cercando di costruire reti e alleanze, è utile anche ai fini del tesseramento.” La riunione si è conclusa con un minuto di silenzio per ricordare Sandra Nivolo, operatrice Fnp Alessandria-Asti, scomparsa improvvisamente un mese fa.

Stefania Uberti

Nel sito la fotogallery dedicata al Consiglio generale Fnp

Categoria: ,