Maltempo, cessata l’allerta rossa in Piemonte

Attualità
Maltempo, cessata l’allerta rossa in Piemonte

Oggi, 25 novembre, è una Giornata particolare che ci ricorda le tante, troppe donne vittime di violenza.
Ma un giorno solo non basta quando si vuole combattere contro un “mostro” pericoloso, specie se si nasconde facilmente…
E’ una BATTAGLIA QUOTIDIANA quella che dobbiamo portare avanti contro la violenza subita da tante, troppe donne, ma anche dagli anziani, dai bambini, dai più deboli. Dentro e fuori i luoghi di lavoro, ovunque, perchè è una PIAGA che riguarda tutti noi, l’intera società.
Di una cosa siamo convinti, che determinati comportamenti e “modi” di pensare vadano combattuti sul nascere, partendo proprio dagli adulti di domani: i nostri ragazzi.

Nella giornata di giovedì la Ferrero di Alba, ha deciso di chiudere per precauzione, a partire dalle 18, fino ad oggi, lo stabilimento cittadino, annullando le attività, previste per il fine settimana, per le celebrazioni del Settantesimo anniversario della nascita del più grande stabilimento italiano del Gruppo, quello di Alba appunto, che sorge non lontano dal fiume Tanaro.
Nello stesso giorno è stata anche sospesa la produzione alla Magneti Marelli di Venaria, stabilimento di componentistica auto del gruppo Fca, che sorge alle porte di Torino. L’evacuazione dello stabilimento è stata provocata dalla piena del torrente Ceronda.
Ieri è stato anche sospeso, e rinviato ad altra data, lo sciopero regionale di quattro ore del trasporto pubblico locale indetto da Filt Cgil, Fit Cisl, Uiltrasporti Uil Cgil Cisl Uil trasporti per “senso di responsabilità e vicinanza ai piemontesi nella gestione dell’emergenza maltempo, dando valore al servizio pubblico locale”.
Nell’ultimo bollettino dell’Arpa Piemonte e della Protezione civile, diffuso nelle prime ore del pomeriggio di ieri, viene annunciata la fine dell’allerta rossa (elevata) e il passaggio a quella arancione (allerta moderata).
Mentre scriviamo si guarda con attenzione alle prossime ore: in serata sono attese la piena del Tanaro a Montecastello (Al) e della Bormida ad Alessandria, che transiteranno con valori al di sopra della soglia di pericolo. Lungo l’asta del Po la piena transiterà da Torino fino alla confluenza con il Tanaro. Il colmo di piena è atteso ad Isola Sant’Antonio, sempre in provincia di Alessandria.
Numerose le frane che si sono verificate nelle zone montane e collinari, soprattutto nel Pinerolese, provocando ingenti danni alla viabilità. Alcuni borghi sono stati invasi dall’acqua, come a Borgata Tetti Piatti, vicino Moncalieri, dove circa 1800 persone sono state costrette a rimanere nelle proprie abitazioni perché le strade della frazione erano ricoperte da oltre mezzo metro d’acqua.
Il sistema della Protezione civile regionale continua la sua attività di gestione delle emergenze, con l’apporto di 1.100 volontari e l’utilizzo di numerosi mezzi e materiali.
Dai siti istituzionali è arrivato l’invito a mantenere comportamenti responsabili, in particolare limitando gli spostamenti ed evitando attività e stazionamenti in prossimità dei corsi d’acqua.
Anche il premier Renzi, che aveva un impegno in città nella giornata di giovedì, quando è scattata l’allerta rossa, per promuovere il sì alla Referendum costituzionale, ha rinviato a domenica la sua kermesse e seguito con il presidente della Regione Chiamaparino l’evolversi della situazione dalla centrale operativa della Protezione civile di Torino.
“Per diverse ore – ha detto il segretario generale della Cisl Piemonte, Alessio Ferraris – ci è sembrato di rivedere il film terribile del 1994 e di rivivere un vecchio incubo. Per fortuna le cose sono andate meglio di allora, anche se l’emergenza non è finita e non si conosce ancora l’entità dei danni. Le opere realizzate in questi anni hanno contribuito ad attenuare la forza dell’acqua e la risposta immediata di Protezione civile e cittadini, ha evitato il peggio”.
Nei prossimi giorni ci sarà la conta dei danni. Un altro schiaffo al nostro Paese, nell’annus horribilis delle catastrofi naturali.
Rocco Zagaria

Tag: , , , ,

Categoria: ,