Settimana europea sulla sicurezza: la Cisl Cuneo riunisce a Bra tutti gli rls in un convegno su infortuni e malattie professionali

domenica 29 ottobre 2017 / Attualità
avolo dei relatori - Settimana europea della salute e sicurezza prima vista
avolo dei relatori - Settimana europea della salute e sicurezza

La  Settimana Europea della Sicurezza nei luoghi di lavoro è stata celebrata dalla Cisl cuneese presso il Centro “G. Arpino” di Bra, con un convegno su “infortuni e malattie professionali negli ambienti di lavoro”.
Ha introdotto il seminario al quale hanno partecipato gli rls di tutte le categorie, Gianni Baratta della segreteria Cisl Piemonte.
Alla tavola rotonda hanno partecipato la funzionaria Inail Cuneo, Silvia Rosso, la direttrice dello Spresal Asl Cn2, Santina Bruno, il direttore del Servizio di Medicina del Lavoro Asl Cn1, Alberto Baratti, il responsabile Confindustria Cuneo, Mauro Cravero, la segretaria generale Femca Cisl Cuneo, Gabriella Pessione e la direttrice dell’Inas Cisl Cuneo, Cristina Barbero.

I dati infortunistici

Dai dati infortunistici riportati dalla funzionaria Inail è emerso che la situazione nella Granda è migliore di quella piemontese. Cuneo ha infatti registrato una riduzione degli infortuni del 13,3% (5858 infortuni nel periodo 1 gennaio 30 settembre 2017 contro i 6008 dello stesso periodo del 2016). Nel medesimo lasso di tempo la flessione infortunistica complessiva del Piemonte è stata solamente dello 0,9%. Anche gli infortuni mortali nel cuneese si sono ridotti del 2,5% passando da 15 a 13 in controtendenza con la situazione complessiva piemontese che è passata da 55 a 59 vittime sul lavoro. La situazione tra il Piemonte e la Granda si inverte per quanto riguarda le malattie professionali. Infatti, nei periodi già considerati, in provincia di Cuneo si registra una flessione del 5,70%  (da 263 a 248 casi) rispetto alla riduzione dell’ 8,22% (da 1485 a 1363 casi) a livello piemontese.

Gli interventi

Sulla questione degli infortuni è intervenuta la direttrice dello Spresal Asl Cn2, Santina Bruno, che ha confermato la flessione dei medesimi e sottolineato che l’attività del settore da lei diretto non si limita alla sorveglianza ma si dedica alla prevenzione attraverso la formazione ed il supporto rivolto anche agli rls. Purtroppo ad una decina di ufficiali 7 – 8 ufficiali giudiziari corrispondono oltre 10.000 aziende.

Mario Cravero, in rappresentanza della Confindustria,  ha sottolineato come l’applicazione della normativa della sicurezza sia un vantaggio per l’azienda e non una spesa da evitare. A Cravero ha risposto la segretaria generale della Femca Cisl Cuneo, Gabriella Pessione, che ha sottolineato la difficoltà degli rls nello svolgere la propria mansione, soprattutto nelle piccole imprese. Alberto Baratti, della Medicina del lavoro è intervenuto sul tema centrale della Settimana europea che tratta “Ambienti sani e sicuri ad ogni età”. Baratti, con dati, tratti da uno studio del Centro di epidemiologia di Torino, ha sottolineato come l’Italia sia nelle prime posizioni a livello mondiale come aspettativa di vita, ma solo negli ultimi 5 posti a livello europeo come aspettativa di vita in buona salute. Cristina Barbero, direttrice dell’Inas Cisl di Cuneo ha sottolineato la necessità della denuncia del lavoratore infortunato al patronato.

Dopo la tavola rotonda, moderata da chi scrive, è seguito l’intervento dell’assessore regionale al lavoro ed all’istruzione, Giovanna Pentenero. L’amministratrice regionale ha ribadito l’importanza della formazione sulla sicurezza alla quale l’assessorato è impegnato principalmente con due settori: il primo nei luoghi di lavoro, il secondo nell’alternanza scuola/lavoro. La giornata è stata conclusa del segretario generale della Cisl di Cuneo, Massimiliano Campana. Nel suo intervento ha evidenziato l’importanza del lavoro sinergico tra sindacato, scuola ed istituzioni per l’affermarsi di una “cultura della sicurezza”

La settimana europea per la sicurezza e la salute sul lavoro

La settimana europea per la sicurezza e la salute sul lavoro si svolge ogni anno nella 43° settimana che corrisponde generalmente alla terza settimana di ottobre. Sono coinvolti tutti i paesi della UE nei quali si svolgono numerosissimi eventi di promozione della salute e della sicurezza nei luoghi di lavoro.

Alfonso Territo

Tag: , , , , , , ,

Categoria: , , ,