13 giugno 2017 – La Montagna per Tutti: turismo sociale – Castello Ducale di Agliè

venerdì 9 giugno 2017
TurismConferenceGal
TurismConferenceGal

GAL VALLI DI LANZO La Montagna per Tutti: turismo sociale – “Abbiamo accolto la scommessa del territorio che vuole diventare accessibile a tutti, perché tutti possano avere le stesse possibilità di fruizione delle eccellenze ambientali e culturali presenti. Crediamo che queste azioni, oltre che eticamente doverose, porteranno ad un sensibile sviluppo economico diffuso” dichiara  Luca Bringhen, presidente del GAL Valli di Lanzo.

“Quello che vogliamo è il Turismo per Tutti”, continua Bringhen, “il turismo che consentirà a qualsiasi persona, indipendentemente dalle proprie caratteristiche, di poter effettuare tutte le attività relative all’esperienza, senza ostacoli, senza difficoltà, senza esclusione, senza discriminazione”. Le strategie individuate sono strutturate per garantire a Tutti il diritto al viaggio, al tempo libero e alla completa fruizione del territorio, come riportato dalla Convenzione delle Nazioni Unite sui diritti delle persone con disabilità all’articolo 30 che riconosce: <<…il diritto delle persone con disabilità a prendere parte su base di uguaglianza con gli altri alla vita culturale; (…) abbiano accesso a luoghi che ospitano attività sportive, ricreative e turistiche; (…) abbiano accesso ai servizi forniti da coloro che sono impegnati nell’organizzazione di attività ricreative, turistiche, di tempo libero e sportive>>.

Il numero dei turisti con disabilità è in aumento esponenziale, sintomo di una reale tendenza che non può più essere trascurata, sia per motivi etici sia per ragioni economiche.

“Il nostro Gal ha già intrapreso fin dalla scorsa programmazione azioni e favorito investimenti sull’accessibilità” dichiara Claudio Amateis Presidente del Gal Valli di Lanzo Ceronda Casternone “Abbiamo condiviso in fase di redazione del nostro Piano di Sviluppo Locale, queste importati tematiche con il Gal Montagne Biellesi e il Gal Valli del Canavese e insieme daremo il via ad un progetto di cooperazione per dare vita ad un’offerta turistica “di livello”.

La messa in rete delle progettualità dei tre GAL nella comune filosofia del Turismo per Tutti porterà alla creazione di soluzioni, servizi e prodotti di qualità per lo sviluppo economico e sociale dei territori valorizzando le specificità di ciascuna area. La rete dei GAL includerà di riflesso tutti gli operatori turistici dei tre territori che, grazie alla cooperazione e alla condivisione di obiettivi e filosofia, svilupperanno servizi innovativi, accoglienti, fruibili e accessibili per tutti.

Il primo appuntamento di questo percorso di Cooperazione sarà:

TourismConference: La Montagna per Tutti martedì 13 giugno 2017 – dalle ore 9.30 alle ore 17.00

Castello Ducale di Agliè in Piazza del Castello, 2 – Agliè

L’appuntamento è coordinato dal GAL Valli del Canavese in collaborazione con il GAL Valli di Lanzo Ceronda Casternone e il GAL Montagne Biellesi e il supporto scientifico-organizzativo della Consulta con le Persone in Difficoltà.

Sarà un viaggio tra le Best Practice del Turismo per Tutti in Montagna e le politiche attive per favorire la trasformazione del Turismo per Tutti da intervento sociale a business. Sono stati invitati a partecipare referenti della politica, del mondo sociale e del turismo, ci saranno ospiti del panorama europeo per offrire ai partecipanti un quadro completo delle opportunità che interventi in questo campo possono attivare.

Verrà presentato il Codice Etico del Turismo Accessibile in Montagna, che i tre Gal hanno elaborato con il supporto scientifico della Consulta per le Persone in Difficoltà e dell’Istituto Italiano per il Turismo per Tutti. Tale documento verrà sottoscritto dai tre enti e verranno invitati a firmarlo le realtà pubbliche e private che condivideranno le linee guida.

La mattinata verrà aperta con i saluti istituzionali, invitando a parlare i referenti degli enti organizzatori e ospitanti. La prima sessione Le nuove frontiere del Turismo per Tutti porta l’attenzione su: prospettive del mercato, politiche dei Paesi che più investono sull’accessibilità, lo stato dell’arte in Italia e in Europa, le esperienze di eccellenza di Turismo per Tutti in montagna. Per il pranzo è previsto un light lunch al buio con prodotti locali, per far vivere ai partecipanti un’esperienza sensoriale e capire cosa voglia dire vivere al buio in prima persona. I partecipanti saranno bendati e i camerieri saranno ciechi.

Nel pomeriggio nella sessione Best practice del territorio, verranno raccontate le best practice legate al Turismo per Tutti in montagna attive sui territori del Gal Valli di Lanzo Ceronda Casternone, Gal Valli del Canavese e Gal Montagne Biellesi. Le esperienze verranno illustrate dagli operatori promotori delle iniziative, per restituire una fotografia effettiva della ricchezza territoriale. I Direttori dei tre GAL racconteranno le politiche attive condivise. La giornata si concluderà con la presentazione Codice Etico del Turismo Accessibile in Montagna per Tutti e sottoscrizione del documento tra gli enti presenti.