‘Borsalino’ esce dal tunnel: Camperio vince l’asta e l’azienda guarda al futuro

martedì 24 luglio 2018 / Attualità
Storia Borsalino Alessandria - Cisl Alessandria
Il 18 dicembre 2017 il Tribunale di Alessandria ha decretato il fallimento della storica azienda nata nel 1857. Oggi finalmente la luce in fondo al tunnel

La mobilitazione dell’intera città al grido di #saveBorsalino!

C’era una volta, è oggi c’è ancora, fortunatamente…

Dal paradiso all’inferno, questa è la sintesi degli ultimi anni vissuti dell’azienda BORSALINO, lo storico cappellificio nato dall’ingegno dell’alessandrino Giuseppe Borsalino nel 1857,  un’icona di stile conosciuta in tutto il mondo, anche grazie al lavoro di tanti lavoratori e lavoratrici, le storiche “Borsaline“.

Oggi, dopo tre anni, finalmente i 130 dipendenti hanno pouto vedere l’esito positivo della gara per aggiudicare la Borsalino in seguito alla procedura fallimentare che ha permesso alla Haeres Equita, la società dell’imprenditore italo-svizzero Philippe Camperio, di acquisire definitivamente la storica azienda alessandrina.

Il 22 luglio l’aggiudicazione definitiva, e nessuna contro-offerta rispetto a quella con cui si era aggiudicato l’asta il 12 luglio scorso l’imprenditore italo-svizzero che gestisce l’azienda ormai da tre anni.

Successivamente i primi incontri con i le organizzazioni sindacali per il passaggio dei lavoratori alla nuova proprietà e annuncio di “nuovi importanti investimenti” da parte dello stesso Camperio, al fine di potenziare ulteriormente la diffusione e valorizzazione del prodotto.

Un marchio storico come quello della BORSALINO deve restare legato alla città di Alessandria, Borsalino è Alessandria, l’unica strada che intendiamo percorrere è quella della tutela delle lavoratrici e dei lavoratori che hanno contribuito alla significativa crescita di questa azienda nota in tutto il mondo, e che stanno subendo una situazione di grande incertezza da troppo tempo”, il messaggio di allarme lanciato qualche mese fa dalla Femca Cisl Alessandria-Asti.

“Finalmente dopo tre anni interminabili vediamo la luce in fondo al tunnel”, commenta oggi Lionello Fortunato, lavoratore ed rsu Femca Cisl alla Borsalino. Il morale e’ salito alle stelle tra le lavoratrici e lavoratori, un momento dopo l’apertura delle buste avvenuta il 12 luglio presso il Tribunale di Torino.

Un grazie ai lavoratori che hanno continuato a crederci anche nei momenti difficili. Un lavoro di squadra fatto da forze sociali, politiche ed istituzionali alessandrine ha dato i suoi frutti”, il commento di Marco Ciani, Segretario generale Cisl Alessandria-Asti.

Le reazioni a caldo dei lavoratori in questo video realizzato da Radiogold Tv: clicca qui

 

La crisi della Borsalino è una vicenda molto complessa, iniziata nel 2017 con la sentenza si fallimento emessa dal Tribunale di Alessandria; a fine anno, poco prima di Natale, la mobilitazione dell’intera cittadinanza al grido di #saveBorsalino.

-> Vai al nostro approfondimento sulla storia del mito legato al celebre cappello “volato” da Alessandria fino ad Hollywood, dalla sua nascita, dalle prime lotte sindacali delle “Borsaline” fino ai nostri giorni…

Categoria: , , , ,