“Sembrava nevicasse…”: a Casale M.to un seminario formativo sulla piaga amianto e sicurezza dei lavoratori

martedì 7 maggio 2019 / Attualità
lotta amianto casale
La targa inaugurata al parco "Eternot" a Casale M.to in memoria delle vittime dell'amianto

“Sono nato di fronte allo stabilimento Eternit, non ho mai visto un albero verde lì intorno. Era tutto grigio. Era l’amianto che fuoriusciva da tutte le parti. Dappertutto, come se nevicasse”.

Marco Ciani Cisl sul tema sicurezza e bonifica amianto

L’intervento di Marco Ciani sul tema sicurezza a nome di Cgil e Uil terr.li

Il 3 maggio, presso il Castello di Casale M.to (AL), insieme alle nostre delegate e delegati abbiamo parlato della piaga legata all’utilizzo di amianto e della sicurezza nei luoghi di lavoro, con un aggiornamento della situazione nella provincia di Alessandria, lo abbiamo fatto con un seminario promosso da Cgil-Cisl-Uil in una città ferita che ha saputo rialzarsi, diventata simbolo di coraggio e rinascita.
La nostra mattinata si è aperta con la proiezione di un filmato che ci ha riportato indietro nel tempo, agli inizi del ‘900, quando a Casale iniziava la produzione della fibra-killer all’interno della fabbrica Eternit’ Le immagini parlano da sole…

A seguire l’incontro con Bruno Ziglioli, ricercatore di Storia contemporanea presso il Dipartimento di Scienze politiche e sociali dell’Università di Pavia ed autore del libro “Sembrava nevicasse- La Eternit di Casale Monferrato e la Fibronit di Broni: due comunità di fronte all’amianto”.
Di amianto (e non solo) si continua a morire ogni giorno, sul territorio, in Italia, in tutto il mondo, soprattutto a causa di gravi malattie polmonari (in Italia ogni anno si registrano mediamente 1500 casi di mesotelioma pleurico (PREVENZIONE E CURE) e altri 1500 tumori polmonari causati dall’inalazione di fibre di amianto); lo abbiamo ricordato anche in occasione della Giornata internazionale Vittime amianto, celebrata il 21 aprile.

In Italia e nel mondo si muore di amianto, ed anche a causa di incidenti sul lavoro.
Siamo più di 100mila, dal 1950 ad oggi, recita la voce della bravissima attrice Ottavia PICCOLO in un commovente brano dal titolo “LA CITTA’ CHE CRESCE”…

Basti pensare che da inizio 2019 ad oggi in Italia sono oltre 200 le vittime di incidenti mortali sul luogo di lavoro, e la provincia di Alessandria si trova al 31°posto nella classifica nazionale per infortuni (già tre i lavoratori che hanno perso la vita sul nostro territorio da inizio anno), al quinto posto per incidenza di tumori,pari al 16,4% sul totale delle malattie professionali, come ricordato da Marco CIANI, Segretario generale Cisl Alessandria-Asti, durante la seconda parte della mattinata ed in occasione della celebrazione del Primo Maggio a Novi L.re.

Serve prevenzione, e dunque formazione ed  informAzione, insieme ad un lavoro di squadra che coinvolga aziende, lavoratori, sindacati, Istituzioni ed Enti, perché non possiamo accettare che una persona, dopo una giornata di lavoro, non faccia più ritorno casa.

Per approfondire:

-> STOPAMIANTO: Sicurezza e prevenzione sito Inail.it
-> Ricerca e bonifica, a che punto siamo? Il progetto nazionale parte da Casale M.to
-> #ZEROINFORTUNI: i nostri focus e documentazione utile sulla Salute e Sicurezza di lavoratrici e lavoratori

seminario amianto a Casale

Stop Amianto: delegate e delegati al seminario organizzato al Castello di Casale

-> Galleria fotografica della giornata sulla nostra pagina Facebook

 

P.T.

Categoria: , , ,