Salario minimo, sicuro che conviene? Facciamo bene i conti…scarica il nostro volantino

mercoledì 26 giugno 2019 / Attualità

No al salario minimo fissato per legge, ma una norma che stabilisca il valore universale di minimi retributivi fissati dai contratti nazionali sottoscritti dalle parti più rappresentative, in modo che ogni datore di lavoro sia tenuto a garantire i trattamenti previsti dai contratti. Questa la proposta della Cisl.
Con la contrattazione collettiva oggi tuteliamo la gran parte dei lavoratori dipendenti, garantendo loro un salario ben superiore a quello minimo. Il nostro scopo è estendere questa copertura a tutti gli altri lavoratori oggi privi di tutele e diritti!

-> il salario minimo per legge mette in pericolo tutti gli altri elementi retributivi della contrattazione nazionale: tredicesima, quattordicesima, TFR, maggiorazioni, fondo pensioni ecc…
-> il salario minimo per legge inoltre rischia di non coprire tutte le categorie ma di escluderne alcune particolarmente deboli, tra quali apprendisti e disoccupati di lunga durata. Il vero problema è combattere i contratti pirata che producono dumping salariale e contrattuale.

Occorrono anche maggiori verifiche e controlli per contrastare la mancata applicazione dei contratti e l’evasione fiscale e contributiva. Ai lavoratori italiani serve un avanzamento nei contratti nazionali non un passo indietro!

Facciamo bene i conti…

-> SCARICA IL NOSTRO VOLANTINO

-> Per approfondire questo tema vai ai focus

Categoria: , ,