Decreto “Cura Italia”, sostegni economici per lavoratori dipendenti, autonomi, famiglie: info utili e video

mercoledì 1 aprile 2020 / Attualità
infografica decreto cura italia covid
Scarica e diffondi la nostra infografica!

Qui sotto, in allegato,  la nostra infografica con i punti salienti sul Decreto Legge “Cura Italia“, contenente misure di potenziamento del Servizio Sanitario Nazionale e di sostegno economico per famiglie, lavoratori ed imprese connesse all’emergenza epidemiologica del Covid-19.

-> SCARICA QUI L’INFOGRAFICA (PDF)
con sintesi misure Decreto “Cura Italia” n.18 del 17/3/20 <-

Il decreto (QUI il testo da Gazzetta Ufficiale), con uno stanziamento di 25 miliardi, interviene con provvedimenti su quattro fronti principali e altre misure settoriali:

1. finanziamento e altre misure per il potenziamento del Sistema sanitario nazionale, della Protezione civile e degli altri soggetti pubblici impegnati sul fronte dell’emergenza;
2. sostegno all’occupazione e ai lavoratori per la difesa del lavoro e del reddito;
3. supporto al credito per famiglie e micro, piccole e medie imprese
4. sospensione degli obblighi di versamento per tributi e contributi nonché di altri adempimenti fiscali ed incentivi fiscali per la sanificazione dei luoghi di lavoro e premi ai dipendenti che restano in servizio...leggi tutto (sintesi dal sito del Ministero)

Per tutti gli aggiornamenti, circolari e documentazione visita il portale INPS
INFO E LINKS UTILI:

CONGEDI PARENTALI, BONUS BABY SITTER E SOSTEGNI ALLE FAMIGLIE

-> Sito Caf Cisl: vai alla sezione
e guarda i nostri video-tutorial: congedo parentale#1 (lavoratori dipendenti settore privato) – congedo parentale#2 (iscritti gestione separata Inps e pubblico impiego)
> Sito Patronato INAS: news su tutte le misure a sostegno delle famiglie e lavoratori dipendenti/autonomi...vai alla sezione

Anticipo CASSA INTEGRAZIONE (ordinaria e in deroga) e integrazioni salariali:

-> Scarica infografica informativa e modulistica
-> 31/3/20 – Cisl con Cgil e Uil hanno siglato con le associazioni datoriali di impresa e l’ABI la convenzione  per l’anticipazione bancaria di tutte le forme di integrazione salariale (CIGO, CIGD, FIS e fondi bilaterali) previste dal DL 18/2020: abbiamo ottenuto l’inserimento nel testo del protocollo dell’esclusione di costi a carico dei lavoratori per l’ottenimento delle anticipazioni: consulta il documento
-> 28/3/20 – circolare INPS 28.3.2020
-> 26/3/20 – Accordo Sindacati-Regione Piemonte per CIG in deroga per garantire a tutti i lavoratori la copertura della situazione di emergenza di queste settimane, il provvedimento coinvolge 166mila lavoratori. L’accordo garantisce a tutti i datori di lavoro e ai loro dipendenti, per i quali non sono disponibili gli ammortizzatori sociali ordinari, o che li abbiano già esauriti, di accedere alla Cassa Integrazione in deroga.

covid sussidi famiglie

SEI UN LAVORATORI AUTONOMO CON PARTITA IVA, COLLABORATORE, O IN SOMMINISTRAZIONE (DIPENDENTE DA AGENZIA PER LAVORO)?
-> Una tantum 600 euro mese di marzo 2020 per lavoratori autonomi, professionisti, collaboratori, lavoratori in somministrazione impiegati in lavori stagionali: come fare domanda?  Scarica il volantino  Felsa – Vivace Cisl
-> Focus: tutte le misure a sostegno dei lavoratori autonomi – collaboratori
…e somministrati (dipendenti da Agenzia per il Lavoro)
-> Volantino sintetico Inps: scarica
-> Video-tutorial Caf Cisl sul bonus 600 euro: guarda
-> Video tutorial congedi parentali per lavoratori iscritti alla gestione separata Inps

VIDEO-TUTORIAL:
Guarda i video-tutorial realizzati da Caf Cisl sui principali sostegni per i lavoratori dipendenti ed autonomi: li trovi sul CANALE YOUTUBE del Caf (anche in fondo a questa pagina) e nella sezione dedicata sul sito web


QUALI SONO LE PRINCIPALI  MISURE A SOSTEGNO DEI LAVORATORI, FAMIGLIE ED IMPRESE?

In particolare, per quanto riguarda le misure a sostegno dell’occupazione e famiglie (sintesi pubblicata dal sito lavoro.gov.it):

RISORSE PER LAVORATORI DIPENDENTI: 5 MILIARDI

  • Cassa Integrazione ordinaria e FIS: su questi due capitoli, lo stanziamento complessivo è di circa 1,4 miliardi.
    Per quanto concerne la Cassa ordinaria, sarà istituita una causale unica dedicata, Covid-19, attivabile con una procedura semplificata (informazione e consultazione anche in via telematica in massimo 3 giorni), non vi saranno limiti di accesso (anche chi è stato assunto da meno di 90 giorni potrà accedervi) e non sarà conteggiata ai fini del computo totale.
    Per quanto riguarda il FIS, ferma restando la possibilità di ricorrere alla causale Covid-19, l’assegno ordinario spetterà anche alle piccole imprese oggi escluse (quelle comprese fra 5 e 15 dipendenti).
  • Cassa Integrazione Straordinaria e FIS di solidarietà: per chi è già beneficiario di tali strumenti di sostegno al reddito, si può sospenderne temporaneamente l’erogazione per accedere alla CIG ordinaria o all’assegno ordinario del FIS con causale Covid-19.
  • Cassa Integrazione in deroga: stanziati 3,3 miliardi per tutelare tutti i lavoratori, compresi agricoli, pesca e terzo settore, che non hanno accesso ad altri ammortizzatori sociali. La misura durerà 9 settimane.

FAMIGLIE (CONGEDI E VOUCHER BABY-SITTER): 2 MILIARDI

  • Congedi parentali: vengono concessi 15 giorni di congedo parentale ai lavoratori del settore pubblico, ai lavoratori dipendenti e autonomi che hanno figli di età fino a 12 anni. Con il congedo, sarà riconosciuta un’indennità pari al 50% della retribuzione. Per i genitori di figli con disabilità grave non vale il limite d’età per utilizzare il congedo. Chi ha figli di età compresa fra 12 e 16 anni può usufruire di un congedo non retribuito. Può avere accesso al congedo parentale un nucleo all’interno del quale non vi sia un altro genitore beneficiario di strumenti di sostegno al reddito.
  • Voucher baby-sitter: si tratta di una misura alternativa ai congedi parentali. Ne potranno usufruire sia i lavoratori dipendenti sia quelli autonomi e i professionisti. La misura prevede la corresponsione di un bonus per l’acquisto di servizi di baby sitting per un massimo di 600 euro.
  • Voucher baby-sitter speciali: previsti per forze di polizia, medici, infermieri e operatori socio-sanitari, in prima linea contro il Coronavirus. Per queste categorie di lavoratori, il voucher salirà a 1.000 euro.
  • Estensione del permesso della Legge 104: vengono aumentati gli attuali 3 giorni di permesso mensile retribuito previsto per l’assistenza dei familiari disabili gravi con ulteriori 12 giorni da usare nei mesi di marzo e aprile per:

1. Genitori di figli con disabilità grave

2. Parenti e affini entro il 3° grado di persone con disabilità grave

3. Lavoratori con disabilità grave

In più, per i dipendenti pubblici e privati, ci sarà la possibilità di assentarsi dal lavoro fino al 30 aprile 2020 in caso di:

1. Disabili gravi

2. Immunodepressi

3. Lavoratori con patologie oncologiche o chi sta svolgendo terapie salvavita

Per questi ultimi, l’assenza dal servizio sarà equiparata al ricovero ospedaliero.

  • Quarantena: sarà equiparata al ricovero ospedaliero anche nel settore privato, per quanto riguarda il trattamento economico, e non sarà computabile ai fini del periodo di comporto. Su questa misura, le risorse a disposizione ammontano a 130 milioni di euro.
  • Stop ai licenziamenti: sono sospese a decorrere dal 23 febbraio scorso per 60 giorni le procedure di licenziamento collettivo pendenti. Nel medesimo periodo non è possibile intimare nuovi licenziamenti collettivi né porre in essere licenziamenti per giustificato motivo oggettivo.

RISORSE PER AUTONOMI, PROFESSIONISTI E COLLABORATORI: 3 MILIARDI

  • Professionisti e autonomi iscritti alla gestione separata e co.co.co.; artigiani e commercianti (autonomi); lavoratori stagionali del turismo e del settore agricolo, lavoratori dello spettacolo: per il mese di marzo, sarà riconosciuta un’indennità pari a 600 euro. La platea complessiva è di oltre 4.854.000 lavoratori.-> Sei un lavoratore in somministrazione (dipendente da Agenzia di Lavoro), autonomo o atipico? Leggi il focus della FeLSA Cisl per conoscere le misure destinate ad una delle fasce più deboli del mercato del lavoro

ALTRE MISURE: 300 MILIONI

Fondo per il reddito di ultima istanza a favore dei lavoratori dipendenti e autonomi danneggiati dal Coronavirus: verrà istituito un Fondo da 300 milioni dedicato a tutti i lavoratori non coperti dalle precedenti misure, come ad esempio quelli iscritti alle Casse Professionali (avvocati, architetti, psicologi, ecc.), i lavoratori domestici e occasionali.

MISURE PER LE IMPRESE

Versamenti previdenziali e assistenziali: per le imprese che hanno un fatturato di meno di 2 milioni di euro, sono sospesi su tutto il territorio nazionale fino al 31 marzo.
Per imprese come associazioni sportive, bar e similari, la sospensione durerà fino al 30 aprile.


-> Una prima analisi e un primo commento della Cisl alle principali disposizioni del“Misure di potenziamento del Servizio sanitario nazionale e di sostegno economico per famiglie, lavoratori e imprese connesse all’emergenza epidemiologica da COVID-19”-> leggi

 

Approfondimenti:

-> Vai al nostro FOCUS con tutte le info utili ed aggiornamenti in tema di emergenza coronavirus
-> I contenuti del Protocollo 14/3/20 Governo-parti sociali per la tutela della salute dei lavoratori

> SEGUICI SULLA NOSTRA PAGINA FACEBOOK  CISL AL-AT PER ULTIMI AGGIORNAMENTI <-

Categoria: , , , , ,