La scuola protesta, le organizzazioni sindacali incontrano il Prefetto

giovedì 10 giugno 2021 / Focus

COMUNICATO STAMPA del 10 giugno 2021 di FLC CGIL, CISL SCUOLA, UIL SCUOLA, SNALS e ANIEF

Si è svolta nella giornata di ieri, 9 giugno 2021, la manifestazione di rivendicazione e protesta, coordinata a livello nazionale, per chiedere la modifica radicale in materia scolastica, contenute nel cosiddetto decreto legge “Sostegni bis”.

Le segreterie sindacali provinciali di FLC CGIL, CISL SCUOLA, UIL SCUOLA, SNALS e ANIEF hanno organizzato un presidio unitario in piazza Alfieri, negli spazi antistanti il palazzo della Prefettura, che ha visto l’ampia partecipazione di lavoratrici e lavoratori della scuola. Nell’ occasione è stato richiesto di poter conferire con il Prefetto, in qualità di rappresentante territoriale del Governo.

I rappresentanti delle Organizzazioni Sindacali sono stati ricevuti, nel tardo pomeriggio, dalla Dott.ssa Barbara Buffa Vice Prefetto. Il colloquio, protrattosi per oltre un’ora, svoltosi in un clima istituzionale ma dai toni cordiali e distesi e costruttivi, ha consentito di sottoporre ai rappresentanti del Governo, le istanze dei lavoratori e le tematiche oggetto della protesta. In particolare si è discusso di misure urgenti in materia di:

  • stabilizzazione del personale precario (abilitato, specializzato e con 3 anni di servizio prestato);
  • superamento di blocchi riferiti all’istituto contrattuale della mobilità del personale;
  • potenziamento degli organici del personale, docente, educativo e ATA;
  • riduzione dei parametri numerici alunni per classe al fine di garantire una didattica di qualità;
  • revisione delle proposte in materia di procedure concorsuali per il reclutamento del personale

(eliminazione del divieto di partecipazione a nuovo concorso in caso di mancato superamento del precedente) In riferimento alla documentazione presentata dalle OO.OSS., il Vice Prefetto – Dott.ssa Barbara Buffa ha mostrato particolare attenzione ai temi trattati e si farà portavoce delle nostre richieste impegnandosi a trasmettere ai ministeri competenti

DICHIARAZIONI DI TOMMASO NUZZI E FEDERICO DE MARTINO – CISL SCUOLA ALESSANDRIA ASTI

“Essere qui significa essere a sostegno dei precari e di tutto il personale della scuola” ha dichiarato Tommaso Nuzzi “Bisogna fare in modo che coloro che hanno garantito in questi anni l’erogazione del servizio vengano tenuti in debita considerazione”

Aggiunge Federico De Martino ”il DL 73/2021(Decreto Sostegni bis) interferisce con il patto per la scuola stretto tra organizzazioni Sindacali, Governo e Ministero, in cui sono state definite delle priorità oggetto di confronto. Infatti il DL per effetto dell’immediatezza esecutiva entra a gamba tesa sulle prerogative della contrattazione con le parti sociali”

In merito al reclutamento del personale scolastico De Martino spiega che “solo attraverso il confronto si possono definire le modalità migliori per procedere alle assunzioni, va tenuto conto del reale fabbisogno, delle tempistiche e della continuità didattica a favore degli alunni. Nelle nostre manifestazioni ci siamo anche travestiti da fantasmi perché per il Ministero i precari sono invisibili proprio come dei fantasmi”

Categoria: