“Donne in rinascita”: ad Alessandria, Asti ed Acqui musica, danza e riflessioni per dire NO alla violenza!

venerdì 22 novembre 2019 / Attualità
lotta violenza cisl molestie
Non è normale che sia normale!

La violenza non e’ un problema solo delle donne, ma anche e soprattutto degli uomini, dell’intera società. Una piaga dai mille e più volti.
La Cisl è costantemente impegnata a puntare i riflettori su questo dramma, perché l’attenzione e la sensibilizzazione su problematiche così gravi hanno bisogno di essere alimentate giorno dopo giorno, dentro e fuori i luoghi di lavoro.
Nei primi dieci mesi di quest’anno sono stati 95 in Italia gli omicidi con vittime femminili, quasi UNO OGNI TRE GIORNI: 80 commessi in ambito familiare/affettivo e 60 all’interno di una relazione di coppia.
Nel 2018, le donne uccise sono state 142, una in più dell’anno precedente: in termini relativi l’anno scorso le vittime femminili hanno raggiunto il valore più alto mai censito in Italia, attestandosi sul 40,3%, a fronte del 35,6% dell’anno precedente; migliaia i bambini che restano orfani, un calvario senza fine.
Quasi 5mila le vittime di violenza sessuale, di cui il 25% minorenni, e poi boom di denunce per stalking e maltrattamenti in famiglia,
Dal 2000 a oggi le donne uccise in Italia sono 3.230, di cui 2.355 in ambito familiare e 1.564 per mano del proprio coniuge/partner o ex partner.
Sono alcuni dei dati del Rapporto EURES 2019 su “Femminicidio e violenza di genere“, secondo cui a crescere nel 2018 sono soprattutto i femminicidi commessi in ambito familiare/affettivo; e come se non bastasse a tutto ciò vanno aggiunte violenze di tipo psicologico e fisico, ed anche molestie nei luoghi di lavoro, che non sempre vengono alla luce…

-> qui l’approfondimento con infografica che spiega questo tema complesso (dal “Il Sole 24 Ore“)

Non parliamo di numeri, parliamo di DONNE. Tutto questo è vergognoso e inaccettabile nel 2019 e in un Paese che definiamo civile, serve RISPETTO e l’aiuto di tutti, uomini e donne, per PREVENIRE atteggiamenti violenti e molestie, dentro e fuori i luoghi di lavoro.
In occasione della Giornata internazionale contro la violenza sulle donne la Cisl di Alessandria-Asti organizza l’evento “Donne in rinascita” : avvisiamo che l’iniziativa programmata ad Alessandria per sabato 23 novembre (dalle ore 15 alle 16,30 presso il salone Baravalle della sede Cisl in Via Parma 36) è stata annullata causa maltempo e RINVIATA a data da destinarsi.
L’iniziativa, promossa da Cisl, Coordinamento Donne Fnp AL-AT, ed Anteas in collaborazione con l’Assessorato e Consulta Pari Opportunità del Comune di Alessandria, sarà caratterizzata dal fatto di essere fuori dagli schemi abituali, con suggestioni tra “codice rosso”, musica e canto grazie al contributo di Marcello Crocco, Miriam Marchesi e Andrea Negruzzo, accompagnati da letture e danza con le coreografie della Scuola “Arabesque”.

tratta donne focusasti convegno violenzaVogliamo poi riflettere e far riflettere su un’altra piaga vergognosa, la tratta delle donne: ne parleremo il 26 novembre dalle ore 14,45 presso l’Università di Asti (p.zza De Andrè) con l’incontro dal titolo “La violenza non ha colore” (-> scarica QUI la locandina), iniziativa realizzata in collaborazione con la Consigliera di Parità Provincia Asti  e CSVVA, e molte altre associazioni del territorio.
-> Vai al focus (La Voce di Asti)
-> La galleria fotografica

Affronteremo questo tema molto complesso con l’aiuto di Marisa Varvello, responsabile per il Comune di Chiusano d’Asti del progetto di accoglienza SPRAR AGAPE, seguirà la lettura di testimonianze di ragazze vittime della tratta e proiezione di alcuni filmati; i lavori, aperti dal saluto di Sandra Corradin, Responsabile Coordinamento di genere Cisl terr.le, e coordinati da Carmen Soffranio, Segretaria Fnp AL-AT, saranno chiusi da Chiara Cerrato, Consigliera di Parità della Provincia di Asti.

codice rosso norma

Altro appuntamento in programma il 28 novembre ad Acqui Terme dalle ore 15 alle 17, presso la Sala Ex Caimano (via M. Ferraris), con l’iniziativa Via libera al Codice rosso” (->scarica QUI la locandina), aperta dall’Avvocato Isidora Caltabiano, che illustrerà le novità legislative legate alla nuova procedura per le denunce legate a violenze; seguiranno gli interventi della Dott.ssa Antonella Giannone, medico del Pronto Soccorso di Acqui Terme e sportello Antiviolenza Croce Rossa stop violenza panchina Italiana di Acqui, con l’Assessore Alessandra Terzolo, responsabile Pubblica Istruzione/Cultura del Comune di Acqui.
Chiuderanno i lavori i docenti Claudia Poggio e Francesca Tassone dell’I.C.2 di Acqui, insieme alla scuola primaria San Defendente protagonista del progetto “Parità/Disparità, il Gioco delle Differenze”, con questionari e rappresentazioni pittoriche dei 40 alunni delle classi quinte C/D.
-> La galleria fotografica

ll “codice rosso” introduce una corsia preferenziale per le denunce, rende le indagini più rapide e obbliga i pm ad ascoltare le vittime entro tre giorni: in pratica si accelera lo svolgimento delle indagini per evitare che le lentezze nell’acquisizione e nella iscrizione di notizie di reato possano pregiudicare la tempestività degli interventi contro i reati di maltrattamenti, violenza sessuale, stalking, e di lesioni aggravate se commessi in contesti familiari o nell’ambito di relazioni di convivenza .
— > Cos’è e come funziona la procedura “Codice rosso” per le donne vittime di violenza
— > Campagna Cisl “Questo è il mio corpo, fermiamo la domanda!

tratta donne

slp alessandria contro violenza

Ricordiamo inoltre l’iniziativa organizzata da SLP Cisl POSTE terr.le, un open day aperto a tutte le lavoratrici e lavoratori che si terrà il 25 novembre dalle 15 alle 18 presso gli uffici Spl in via Tripoli 14 ad Alessandria, con cui verrà distribuito materiale informativo e vademecum realizzato dal Coordinamento Donne Nazionale.

Vogliamo ringraziare la rete di Istituzioni ed Associazioni per il loro prezioso supporto alle nostre iniziative di contrasto alla violenza.

Un giorno solo non basta…

-> Il calendario delle iniziative promosse dalla Consulta Pari Opportunità del Comune di Alessandria (25.11-10.12.19)
-> Il calendario delle iniziative del Comune di Asti

Ripartiamo dalla cultura del RISPETTO!

Ripartire dalla cultura, dai processi educativi, fin dalla primissima infanzia: il principio della parità e del rispetto tra uomini e donne deve essere trasmesso ed inculcato fin dall’adolescenza, con la dovuta formazione.
Questa è la strada giusta ed una battaglia che vede la Cisl in prima fila ed alla quale non faremo mai mancare il contributo del sindacato. Serve un piano straordinario per l’occupazione femminile, cosi come restiamo in attesa dell’approvazione dei decreti attuativi che rendano effettivamente operativa la legge a tutela dei minori orfani di femminicidio e la ratifica della Convenzione e Raccomandazione ILO contro le molestie e la violenza nei luoghi di lavoro in tutto il mondo.



numero antiviolenza nazionaleInfo utili ed approfondimenti:

-> Le nostre iniziative di sensibilizzazione anti violenza

-> Intervento ad A.M. Furlan, leader Cisl su “Il Giorno del 25/11/19: “Insegnamo il rispetto e combattiamo violenze e molestie anche nei luoghi di lavoro”

-> Video Anche in piccole dosi può causare il decesso”– progetto di sensibilizzazione nelle scuole

-> Centro antiviolenza Me.dea ad Alessandria – Centro di ascolto L’orecchio di Venere“ ad Asti

-> Mappa dei Centri anti-violenza in Piemonte

8 marzo accordi anti discriminazioni

—> Scarica il nostro volantino dedicato alla battaglia contro la violenza e le discriminazioni anche nei luoghi di lavoro

-> Speciale Donne anziane e violenza” a cura della Fnp Cisl

Categoria: , , , , ,