Contenimento coronavirus, provvedimenti e prevenzione: tutte le info utili per cittadini e lavoratori

lunedì 6 aprile 2020 / Attualità
coronavirus locandina
Tutti noi possiamo e dobbiamo fare la nostra parte per limitare la diffusione del coronavirus

[IN AGGIORNAMENTO]

> SEGUICI SULLA NOSTRA PAGINA FACEBOOK  CISL AL-AT PER ULTIMI AGGIORNAMENTI <-

Raccogliamo in questa pagina info utili per cittadini e lavoratori con documentazione in tema di emergenza coronavirus, misure a sostegno dei lavoratori e prevenzione contagio.
E’ una fase molto delicata: la regola base che vale per tutti è quella di restare a casa per evitare il più possibile contatti sociali, prima riusciremo a contrastare il contagio prima riusciremo a ripartire! E soprattutto non corriamo il grave rischio di vedere il collasso dei nostri ospedali, già in forte difficoltà specie per la drastica diminuzione di posti in rianimazione, vitali in questa fase delicatissima, per chi deve combattere contro le complicazioni causate dal virus e per tutti coloro che hanno seri problemi di salute di diversa natura! Tutti noi dobbiamo fare la nostra parte, per tutelarci e tutelare la salute di chi ci sta intorno. #iorestoacasa!

-> Per consultare tutti i provvedimenti e per tutti gli aggiornamenti visita il Sito del Governo <-
-> Tutti i Decreti pubblicati in Gazzetta Ufficiale: CLICCA QUI <-


-> SCARICA QUI IL MODULO AUTODICHIARAZIONE PER GLI SPOSTAMENTI NECESSARI (controllare sempre il sito del Ministero degli Interni per eventuali ulteriori aggiornamenti del modulo!)
– > Domande&Risposte sulle disposizioni relative agli spostamenti (F.A.Q.): vai
-> Disposizioni, circolari e aggiornamenti dalla Regione Piemonte  – Pagina Facebook

-> Per aggiornamenti, info, volantini e documentazione utile sull’emergenza coronavirus vi invitiamo a consultare il portale Salute.gov.it/nuovocoronavirus
-> Scarica il vademecum realizzato dal Ministero della SaluteCOSA FARE IN CASO DI DUBBI?

-> VAI ALLA SEZIONE SPECIALE DEL NOSTRO SITO DEDICATA ALL’EMERGENZA SANITARIA CON INFO E NEWS DAL TERRITORIO

6/4/20- MISURE URGENTI PER LE IMPRESE, I SETTORI STRATEGICI, FISCO E ISTRUZIONE
ll Consiglio dei Ministri ha approvato un decreto-legge che introduce misure urgenti in materia di accesso al credito, sostegno liquidità e rinvio di adempimenti per le imprese, nonché di poteri speciali nei settori di rilevanza strategica. Approvato anche un decreto-legge che introduce misure urgenti sulla regolare conclusione e l’ordinato avvio dell’anno scolastico e sullo svolgimento degli esami di Stato…leggi tutto

31/3/20 – Cisl con Cgil e Uil hanno siglato con le associazioni datoriali di impresa e l’ABI la convenzione  per l’anticipazione bancaria di tutte le forme di integrazione salariale (CIGO, CIGD, FIS e fondi bilaterali) previste dal DL 18/2020: abbiamo ottenuto l’inserimento nel testo del protocollo dell’esclusione di costi a carico dei lavoratori per l’ottenimento delle anticipazioni: consulta il documento, modulistica e volantino informativo

26/3/20- AMMORTIZZATORI SOCIALI: il 26 marzo è stato firmato l’accordo Regione Piemonte, CGIL-CISL-UIL e Parti Sociali sulla Cassa Integrazione in Deroga per garantire a tutti i lavoratori la copertura della situazione di emergenza di queste settimane: al momento il provvedimento coinvolge 166mila lavoratori.
L’accordo garantisce a tutti i datori di lavoro e ai loro dipendenti, per i quali non sono disponibili gli ammortizzatori sociali ordinari, o che li abbiano già esauriti, di accedere alla Cassa Integrazione in deroga. A tal fine sono stati compresi e tutelati anche i Lavoratori Intermittenti, i Lavoratori Somministrati, tutti gli apprendisti, i lavoratori agricoli ed anche tutti i lavoratori degli appalti anche in caso di subentro dopo il 23 febbraio di altra impresa...vai all’accordo


25/3/20- Ridefinito l’elenco delle attività produttive indispensabili

A seguito del confronto intercorso tra Cgil-Cisl-Uil, il Ministro dello Sviluppo Economico, il Ministro dell’Economia e delle Finanze, si sono convenute alcune modifiche all’allegato 1 del DPCM del 22 marzo 2020, contenente l’elenco delle attività produttive essenziali (allegato 1).

-> Il testo del DECRETO con l’allegato 1 aggiornato 

-> Approfondimento e intervento Cisl: “La tutela della salute e della sicurezza dei lavoratori è oggi l’obiettivo prioritario”


infografica decreto cura italia covid

 Decreto “Cura Italia” (17/3/20)  contenente misure di potenziamento del Servizio Sanitario Nazionale e di sostegno economico per famiglie, lavoratori ed imprese connesse all’emergenza epidemiologica del Covid-19, con uno stanziamento di 25 miliardi....vai al focus

 

 


14 marzo 2020: firmato PROTOCOLLO per la salute dei lavoratori nei luoghi di lavoro

Governo, Sindacati e imprese hanno  firmato un protocollo incentrato sulle tutele da garantire ai lavoratori nelle aziende e limitare la diffusione del virus Covid-19 negli ambienti di lavoro —> scarica la nostra infografica e vai all’approfondimento

 


11 marzo 2020: chiusura ATTIVITA’ COMMERCIALI fino al 25 marzo

La novità principale del decreto del Presidente del Consiglio dell’11 marzo è la chiusura, fino al 25 marzo, su tutto il territorio nazionale, di tutte le attività di ristorazione (bar, pub, pizzerie, ristoranti, pasticcerie, gelaterie etc.) e di tutti i negozi, tranne quelli delle categorie espressamente previste. In particolare, resteranno aperti i negozi di prodotti alimentari, le farmacie, le parafarmacie, banche, poste, ed i negozi di prima necessità o di servizi alla persona (che sono elencati negli allegati 1 e 2 del —> DECRETO)


9 marzo 2020: al via misure restrittive per gli SPOSTAMENTI

Con il DECRETO del Presidente del Consiglio del 9 marzo le misure restrittive già applicate per la Lombardia e le 14 province del nord più colpite dal contagio di coronavirus tra cui Alessandria ed Asti, vengono estese a tutto il territorio nazionale.
I nuovi provvedimenti entrano in vigore a partire dal 10 marzo e avranno efficacia fino al 3 aprile.

Il Decreto emanato il 9 marzo stabilisce che gli spostamenti sono consentiti SOLO per questi motivi:

  1. comprovate esigenze lavorative
  2. salute (cure ospedaliere, ambulatoriali, approvvigionamento di farmaci e simili)
  3. necessità (acquisto beni essenziali, assistenza familiari)

Un divieto assoluto di uscire di casa, invece, è previsto per le persone sottoposte alla misura della quarantena o che sono risultate positive al virus.
Queste esigenze vanno attestate mediante autodichiarazione, che potrà essere resa anche seduta stante attraverso la compilazione di moduli forniti dalle forze di polizia o scaricati da Internet,  e la veridicità dell’autodichiarazione potrà essere verificata anche con successivi controlli dalle autorità preposte.
lavoro locandina

Riportiamo a titolo di esempio alcuni indicazioni e chiarimenti pubblicati sul sito del Governo:
1) LAVORATORI DIPENDENTI E AUTONOMI: è sempre possibile uscire per andare al lavoro, anche se è consigliato lavorare a distanza, ove possibile, o prendere ferie o congedi. “Comprovate” significa che si deve essere in grado di dimostrare che si sta andando (o tornando) al lavoro che ha ad esempio sede presso Comune diverso da propria residenza, anche tramite l’autodichiarazione  o con ogni altro mezzo di prova , la cui non veridicità costituisce reato. In caso di controllo, si dovrà dichiarare la propria necessità lavorativa. Sarà cura poi delle Autorità verificare la veridicità della dichiarazione resa con l’adozione delle conseguenti sanzioni in caso di false dichiarazioni”. NON SONO PREVISTE LIMITAZIONI PER IL TRASPORTO DELLE MERCI.
-> La nota diffusa dalle Prefetture di Alessandria ed Asti dell’8/3/20 specifica inoltre che “per quanto attiene agli spostamenti dei lavoratori, si è sottolineata la necessità, allo scopo di agevolare i controlli, che i datori di lavoro forniscano ai dipendenti una attestazione o un documento (tessera o simili) che comprovi il rapporto di lavoro. Per quanto attiene i liberi professionisti o gli artigiani dovranno avere con sé idonea documentazione”…leggi la nota. Per i lavoratori dipendenti: consigliamo anche di portare con sé busta paga o badge da esibire in caso di eventuali controlli.

2)
MOTIVI DI SALUTE: come indicato dalla Questura di Alessandria “sono generalmente validi per gli spostamenti, a meno che sia possibile gestirli nel proprio centro. Per capirci, se un farmaco lo posso comprare nella farmacia più vicina, non ho necessità di andare in un altro centro perché conosco il farmacista. Così, sono validi motivi di spostamento tipo visite già programmate o con medici specialisti (cioè non gestibili tramite medico di base)”.

3) NECESSITA’:  si potrà uscire per acquistare generi alimentari (o altri prodotti strettamente necessari come medicinali) e non c’è alcuna necessità di accaparrarseli ora perché saranno sempre disponibili. E’ utile sapere che molti negozi effettuano servizio spesa “on line” con consegna della spesa a domicilio, e tante associazioni sono impegnate a consegnare spesa/farmaci alle persone anziane e disabili! -> leggi QUI

La Questura di Alessandria ha specificato inoltre che “per casi di necessità si intendono quelli che non è possibile gestire in altro modo a causa della particolare situazione della persona o delle persone a noi vicine. Ad esempio, se mi devo recare in un Comune diverso dal mio (es da Tortona ad Alessandria, o da Asti a Canelli) per prendere un familiare dimesso da un Ospedale e che ha bisogno di assistenza, avrò un valido motivo solo se in zona (cioè in Alessandria) non ci sono persone, quali parenti o cd badanti, che possono fare quello che vogliamo fare noi. Validi motivi, al riguardo, possono essere anche, ad esempio, le condizioni economiche che non consentono di poter pagare altri per accompagnare o assistere il familiare che ha un solo parente, noi”.
…-> Leggi tutte le FAQ – Domande e risposte del Governo in tema di spostamenti, regole per impese, SCUOLE, attività ricreative, uffici pubblici…
-> Le prime indicazioni della Questura di Alessandria QUI

Controlli sul rispetto delle limitazioni della mobilità avverranno lungo le linee di comunicazione e le grandi infrastrutture del sistema dei trasporti (strade, autostrade, treni…).
Una falsa dichiarazione è un reato: la sanzione per chi viola le limitazioni agli spostamenti è quella prevista in via generale dall’articolo 650 del codice penale (inosservanza di un provvedimento di un’autorità), con pena prevista arresto fino a tre mesi o l’ammenda fino 206 euro…per saperne di più clicca QUI

DOCUMENTAZIONE:

-> Testo del Decreto 9/3/20

-> Decreti, circolari e ordinanze nazionali del Governo: vai

-> Disposizioni, circolari e aggiornamenti dalla Regione Piemonte – Pagina Facebook

-> Infografica – volantino realizzato da Fim Cisl- Federazione Metalmeccanici con info e regole per i lavoratori


-> SEGUICI SULLA NOSTRA PAGINA FACEBOOK  CISL AL-AT PER AGGIORNAMENTI <-


Links utili

Una corretta informazione è fondamentale in momenti complessi come questo. Ricordiamo di prestare massima attenzione a notizie FALSE o incomplete, che e’ molto facile trovare in rete e sui social in queste ore. E’ importante cercare info da fonti/pagine ISTITUZIONALI ed attendibili, per non contribuire ad alimentare confusione e diffondere notizie non vere. Verifichiamo SEMPRE prima di condividere!

Consigliamo di seguire questi canali informativi (social e siti web):

-> Info, aggiornamenti, volantini e documentazione utile del GOVERNO sull’emergenza coronavirus: vai al portale dedicato Salute.gov.it/nuovocoronavirus
-> Facebook Presidenza Consiglio Ministri e Ministero Salute
-> Pagina Facebook Protezione Civile Prov. Alessandria
-> Protezione Civile Nazionale: sito web e pagina Facebook
-> Pagina Fb Questura di AlessandriaAsti
-> Facebook ANCI Piemonte

-> Video: Youtube Ministero Salute

-> Famiglie e bambini: info e risorse utili dal web!

E’ utile sapere che…

CONSEGNA FARMACI E SPESA: ad Alessandria è attivo il nuovo servizio di consegna farmaci e spesa a domicilio per anziani e disabili, promosso dal Comune con il supporto della nostra ANTEAS Cisl per la consegna dei farmaci; ad Asti al via progetto che vede il coinvolgimento di cento giovani...tutti i dettagli QUI
Molti comitati locali della Croce Rossa, volontari e altre associazioni dei nostri Comuni si sono attivati per dare supporto alle fasce più deboli e portare i medicinali a casa di persone anziane o con problemi di salute impossibilitati a muoversi: per info contatta il tuo Comune!
E’ anche possibile contattare il numero verde 800 189 52 (FederFarma) attivo nei giorni feriali dal lunedì al venerdì dalle ore 9.00 alle ore 17.30…per saperne di più clicca QUI

– è attivo il nuovo portale “Solidarietà digitale“, iniziativa del Ministro per l’Innovazione tecnologica e la Digitalizzazione per ridurre l’impatto sociale ed economico del Coronavirus grazie a soluzioni e servizi innovativi-> vai al sito
Comune obiettivo di migliorare la vita delle persone che in questo momento si vedono costrette a cambiare le loro abitudini permettendo di:

  • lavorare da remoto, attraverso connettività rapida e gratuita e l’utilizzo di piattaforme di smart working avanzate;
  • leggere gratuitamente un giornale anche senza andare in edicola o un libro senza andare in libreria sul proprio smartphone o tablet;
  • restare al passo con i percorsi scolastici e di formazione, grazie a piattaforme di e-learning

Scarica l’infografica ANCI Piemonte:
coronavirus piemonte

COS’E’ IL CORONAVIRUS? REGOLE FONDAMENTALI DI PREVENZIONE PER LIMITARE IL CONTAGIO

Qui i principali siti con documentazione utile e contatti:

coronavirus Governo regole

-> Scarica QUI il vademecum realizzato dal Ministero della Salute “COSA FARE IN CASO DI DUBBI” (9.3.20)

-> Guida con le 10 regole da seguire per una corretta igiene ed evitare possibili contagi dal sito del Ministero della Salute

locandina coronavirus piemonte-> Domande e risposte sul coronavirus (dal sito del Ministero della Salute)

->  VOLANTINO informativo CGIL-CISL-UIL da diffondere dentro e fuori i luoghi di lavoro e all’interno delle nostre sedi: -> SCARICALO QUI 

> Il VOLANTINO informativo realizzato dalla FIM Cisl: scaricalo QUI

-> Numero verde Regione Piemonte dedicato ad info ed assistenza sul coronavirus: 800 19 20 20

ATTENZIONE TRUFFE: in queste ore e’ arrivato il monito della Croce Rossa Italiana, dopo numerose segnalazioni arrivate da vari luoghi: non è previsto alcun servizio di campionatura di tamponi “porta a porta”! Diffidate di eventuali telefonate e, nel caso, contattate le autorità preposte per una pronta verifica, individuare e denunciare questi sciacalli!

 


4/3/20- Ad inizio marzo il Governo ha diffuso una serie di REGOLE che TUTTI dobbiamo seguire per limitare eventuali ulteriori contagi da coronavirus, con un Decreto (4 marzo 2020) contenente ulteriori disposizioni attuative del decreto-legge 23 febbraio 2020, n. 6 recante misure urgenti in materia di contenimento e gestione dell’emergenza epidemiologica da COVID-19. Sono regole di buon senso fondamentali in questo momento, che si aggiungono al decalogo diffuso qualche giorno fa dal Ministero della Salute, METTIAMOLE IN PRATICA per tutelare noi stessi e chi ci circonda!

-> Scarica QUI il volantino del Governo
-> Info, aggiornamenti e documentazione utile: vai al portale dedicato Salute.gov.it/nuovocoronavirus

Il Governo, il 5 marzo, ha annunciato lo stanziamento di 7,5 miliardi di euroa sostegno delle famiglie e delle imprese che stanno affrontando quest’emergenza“, ha detto in conferenza stampa il premier Giuseppe Conte. “Sono misure straordinarie e urgenti“.

“ll modo migliore per affrontare l’emergenza sanitaria in corso è conservare un atteggiamento razionale, non lasciarsi vincere dalla paura, osservare rigorosamente le indicazioni delle autorità competenti, dare il nostro contributo per superare le difficoltà che stanno attraversando le nostre comunità”, hanno ribadito i responsabili sindacali invitando anche a diffondere tra i lavoratori tutte le informazioni utili a proteggere le persone dal rischio di contagio –-> leggi la circolare di Cgil-Cisl-Uil Piemonte
> le richieste delle organizzazioni sindacali  al Presidente della Regione Cirio

Ha sottolineato la leader Cisl Annamaria Furlan, con una lettera inviata a tutti gli operatori sindacali e associati:È giusto non creare allarmismi nella popolazione, ma è chiaro che siamo tutti molto preoccupati per la diffusione di questa malattia e per le ripercussioni che questo virus ha già avuto per le attività economiche e sociali, per l’occupazione e la vita di tante persone. Un grande sindacato come la Cisl non può sottrarsi dal fornire un contributo attivo alla campagna di informazione per prevenire la diffusione del coronavirus nelle aziende, nei servizi pubblici, nelle scuole, in tutti i luoghi di lavoro, ma anche nelle nostre sedi sindacali, nei nostri patronati, nei Caf e negli altri enti di servizio”.
Quanto all’impatto economico dell’emergenza “non abbiamo idea di quanto questa situazione durerà, ma abbiamo già dei segnali allarmanti in particolare sul settore del turismo. Basta vedere il numero delle disdette delle prenotazioni per i prossimi mesi, ma anche il mondo della logistica, dei trasporti, del manifatturiero. Da subito c’e’ bisogno di trovare misure di sostegno al reddito di tutti i lavoratori in tutto il territorio e il sostegno alle imprese”.

Guarda i video:

 

 

Categoria: , , ,