Stefano Calella eletto Segretario generale aggiunto della Cisl Alessandria-Asti

giovedì 17 ottobre 2019 / Attualità
intervento Ciani al consiglio generale
Il Consiglio generale della Cisl territoriale si è riunito il 15 ottobre 2019
Calella intervento Cisl

Stefano Calella, Segretario generale aggiunto della Cisl Alessandria-Asti

Il 15 ottobre, presso il salone Baravalle, si è riunito il Consiglio generale della Cisl Alessandria-Asti,  che ha eletto Stefano Calella, già componente della segreteria Ust, Segretario generale aggiunto della CISL Alessandria-Asti.
Tanti i temi al centro del dibattito della mattinata, conclusasi con l’intervento di Alessio Ferraris,  Segretario generale CISL Piemonte.
Marco Ciani, Segretario generale Cisl Alessandria-Asti, aprendo i lavori ha puntato l’attenzione sulla “fotografia” economica-occupazionale del nostro territorio, sempre caratterizzata da luci ed ombre (attenzione alta sulla vertenza Pernigotti, ma preoccupano anche le situazioni di altre aziende e del settore delle costruzioni), insieme alla MOBILITAZIONE avviata da mesi per chiedere al Governo un netto cambio di marcia: “Il 9 ottobre, al Forum di Assago, con CGIL, Uil e oltre 9mila delegati provenienti da tutta Italia, abbiamo chiesto di passare ‘dalle parole ai fatti’, per alleggerire le tasse che pesano sempre e troppo sulle spalle di lavoratori e pensionati, sostenere la buona occupazione e combattere con misure più incisive il lavoro sottopagato e precario”.

-> QUI la relazione introduttiva di Marco Ciani, Segretario generale Cisl Alessandria-Asti <-

L’attenzione della Cisl territoriale è rivolta anche alla sanità locale ed ai servizi socio-assistenziali, temi che interessano tutti i cittadini ed in particolare la fascia di popolazione più fragile. Con uno sguardo ai progetti futuri, come i percorsi formativi che nei prossimi mesi coinvolgeranno i sindacalisti più giovani sul tema “lavoro 4.0” e sulla cultura della sicurezza, perché sensibilizzare i lavoratori puntando sulla prevenzione resta una
priorità per cancellare questa piaga inaccettabile: basti pensare che nel nostro Paese tre lavoratori al giorno non fanno più ritorno a casa, 700 sono i decessi dall’inizio dell’anno, 20mila negli ultimi 10 anni; a tutto ciò si aggiungono pure i tagli alle risorse destinate a fondo anti-infortuni ed alla prevenzione/formazione, fatto che preoccupa non poco.
“Insieme a tutta la squadra CISL proseguiremo il percorso iniziato in questi anni nel segno della continuità, per rafforzare ulteriormente le sinergie e lo sviluppo del nostro territorio“, rimarca Calella.
“La crescita va sostenuta con gli investimenti: in Piemonte vanno sbloccati 15 miliardi per le grandi opere che porterebbero alla creazione di circa 60mila posti di lavoro“, ha aggiunto Ferraris chiudendo il dibattito.
Proprio in questi giorni, intanto, è stata firmata con la regione Piemonte lintesa sull’anticipo della cassa integrazione che interessa circa 20mila persone, le quali potranno accedere all’ammortizzatore sociale senza dover attendere i lunghi tempi di lavorazione della pratica e senza dover sostenere alcun costo. Obiettivo lavorare per far conoscere questo accordo in modo da coinvolgere anche altri istituti bancari della nostra regione.

P.T.

-> Galleria fotografica

salone consiglio generale cisl

Il Consiglio generale della Cisl AL-AT

Categoria: , , , ,