Legge di Bilancio, serve un nuovo patto per rilanciare la crescita!

giovedì 20 dicembre 2018 / Attualità
cisl alessandria-asti bandiera a milano
Condividi anche tu la nostra mobilitazione!

Dopo le assemblee organizzate sul territorio di Alessandria ed Asti, il 19 dicembre a Milano abbiamo preso parte all’attivo unitario svoltosi in contemporanea anche a Roma e Napoli.

La volontà di organizzare questa iniziativa è nata dopo il recente incontro con il presidente del Consiglio, Giuseppe Conte, nel corso del quale i segretari generali di Cgil, Cisl e Uil hanno illustrato le priorità del sindacato per la legge di bilancio 2019 contenute nella Piattaforma unitaria.
Obiettivo mandare un ulteriore segnale  al Governo ed alle forze politiche che lo sostengono: bisogna puntare sulla crescita…

– sbloccando in primo luogo i tanti cantieri fermi per le infrastrutture e le altre opere pubbliche utili alla sicurezza del territorio
– rendendo più vantaggiose le assunzioni a tempo indeterminato dei giovani , finalizzando i sussidi di assistenza ad un progetto di politiche attive e di formazione delle nuove competenze di cui le aziende hanno enormemente bisogno
– stanziando più fondi per la scuola, la ricerca, l’università, assumere più personale negli ospedali oggi al collasso e sbloccare le assunzioni nel pubblico impiego
– riducendo le aliquote fiscali per sostenere i redditi dei lavoratori e dei pensionati in modo da stimolare i consumi interni.
Queste sono le priorità e di tutto questo vogliamo discutere con il Governo a partire dall’inizio del nuovo anno!

“Abbiamo scelto un percorso più lungo che ci permettesse di coinvolgere il nostro popolo, rispetto ad obiettivi seri ed importanti. Abbiamo fatto 142 attivi territoriali ma anche tante assemblee nei luoghi di lavoro” , ha spiegato a chiusura dell’attivo milanese Annamaria Furlan, leader della Cisl.

Nella manovra la grande assente è la crescita e di conseguenza il lavoro che si crea puntando sugli investimenti ed in primo luogo sulle infrastrutture” ha detto ricordando che “ci sono 130 miliardi di euro pronti e da spendere per grandi e medie opere pubbliche, indispensabili in un paese che ha bisogno di collegare nord e sud e tutto il paese all’Europa. Vogliamo una crescita di qualità che punti sulla formazione, l’innovazione, la ricerca. Dimezzare le ore di alternanza scuola lavoro o bloccare gli investimenti in formazione di impresa 4 punto zero è un errore. Quando si parla di riforma fiscale, dobbiamo guardare primo di tutto ai lavoratori ed ai pensionati. La flat-tax non va in questa direzione”….leggi tutto

-> per approfondire: focus sulle nostre assemblee unitarie organizzate sul territorio di Alessandria ed Asti

-> SCARICA IL NOSTRO VOLANTINO INFORMATIVO CON LE NOSTRE PROPOSTE IN TEMA DI LAVORO E SVILUPPO QUI

La galleria fotografica della giornata milanese qui:

https://www.facebook.com/cislalessandriasti/posts/1975393859423943

 

Categoria: , , , ,